Autore: Gadgetblog.it

Dolcetto o scherzetto? La notte di Halloween ha radici nord-europee antichissime, ma è famosa soprattutto per le celebrazioni anglosassoni – tra il Regno Unito e gli Stati Uniti – che da qualche tempo hanno “contagiato” tutto l’Occidente. Raspberry Pi, il dispositivo ideato dai ricercatori della Cambridge University, è stato sfruttato dagli appassionati d’elettronica per realizzare delle decorazioni davvero creative: Jack-O’-Lantern, la popolare zucca intagliata, è la più tradizionale. Raspberry Pi ne controlla l’illuminazione.

È in questa direzione Pumpkin Pi di Brian Gillespie, il progetto più semplice fra quelli presentati in una galleria dagli stessi produttori del device. Un po’ più complessa è la soluzione di Fabian Pegel, che ha pensato di controllare Raspberry Pi con un’applicazione web minimale per lo smartphone: la zucca emette una tetra risata cliccando l’icona dedicata. Gordon Henderson, invece, ha dovuto sostituire la zucca con un altro contenitore perché quando ha concepito il proprio meccanismo – spiegato su MagPi – erano fuori stagione.

Raspberry Pi è stato utilizzato pure per concepire un distributore automatico di dolciumi — che, in realtà, ha un aspetto piuttosto inquietante. Infine, Shawn Wallace ha associato a Raspberry Pi una Arduino Uno per trasformare una breadboard in una pulsantiera che riproduce delle grida o altri suoni a tema: non è troppo tardi per osservare questi progetti e ispirarcisi, realizzando qualcosa da sé entro la vigilia di Halloween. Gli schemi e i sorgenti, laddove pubblicati, possono comunque essere adattati a funzioni più generico.

Via | Raspberry Pi