Chiediamo scusa all’onorevole Isidori


Autore: Il Fatto Quotidiano

No, non sono d’accordo. Non trovo accettabile mettere alla berlina qualcuno solo perché non parla bene l’italiano. Dare in pasto al pubblico ludibrio il filmato dell’onorevole Isidori che prende la parola alla Camera, legge un appunto e si produce in una collezione di svarioni, facendo notizia del numero che hanno visto il filmato, è banale, stupido, inutile razzismo.

D’accordo, non parla italiano da accademico della crusca e allora? Non è un prerequisito per essere deputato. Non importa come dice le cose, interessa il contenuto. Per capirlo basta fare un minimo sforzo e le cose che ha detto hanno senso, dimostrano passione. L’italiano non sarà il suo forte però, probabilmente, conosce molto bene il suo vernacolo, tanto da fare campagna in modo efficace visto che è stato democraticamente votato ed eletto.

Le informate didascalie al filmato, con tono di sufficienza aristocratica informano che  Eraldo ha lavorato una vita come elettrauto dalle parti di Macerata e allora?

C’è qualcosa di sbagliato con Macerata o ad essere un artigiano? Lo ha fatto onestamente, ha pagato le tasse dovute, è membro rispettato e dignitoso della sua comunità di appartenenza? Se le risposte sono affermative, sta bene. Anzi, meglio, molto meglio di altri suoi onorevoli colleghi dall’eloquio impeccabile e dall’etica dubbia.

L’importante è che sia persona onesta, non i suoi titoli di studio.

Prenderlo in giro è un’altra delle tante manifestazioni dell’idiozia razzista che dimostriamo troppo di frequente e da troppo tempo. Per quello che può valere, io all’onorevole Eraldo Isidori chiedo scusa con un non lieve senso di vergogna per la stupidità del cliccare del popolo della Rete.

9 thoughts on “Chiediamo scusa all’onorevole Isidori

  1. E’ per una tesina di matura, mi piacerebbe trovare il commento o qualche articolo di un autore italiano di quel periodo, che rientri possibilmente nel programma di italiano di quinta superiore, grazie :)

  2. Amo arrangiare canzoni ma scriverle sta diventando un travaglio, inoltre mi piacerebbe cantare e suonare parole di un altro e entrare in contatto con nuovi stili e pensieri per arricchire la mia conoscenza come autore.
    Non mi frega un cazzo dell’esperienza, mi frega della ” ciccia”.
    Genere cantautoriale, Rock.
    Italiano ma anche no.

  3. La domanda per esteso è questa: vorrei far riferimento in un mio libro di trattazione tecnica su temi di narrativa a personaggi e luoghi immaginari creati da un autore famoso scomparso da pochi anni. Queste citazioni che vorrei fare sono soggette a pagamento di diritti d’autore o sono libere?

  4. Magari una frase che non faccia parte di un romanzo,o sia un famoso aforisma,quanto qualcosa di “personale” dell’autore,o abbia semplicemente un valore per voi!

    Ispirata da questa frase di Flaubert :

    “Io sto morendo,ma quella putttana di Emma Bovary vivrà in eterno”

    Capito?
    Si?No?
    Bo!
    Fate voi con le vostre menti flessibili,aperte e sapienti!

    Grazie per le eventuali risposte,buona giornata a tutti! :)

  5. Dobbiamo realizzare una piccola opera multimediale scolastica a scopo didattico. Vorremmo utilizzare brani o parti di brani che logicamente sono coperte da diritto d’ autore. Come ci dobbiamo comportare? Esiste un modo per evitare di dover pagare i diritti SIAE senza che la cosa sia illegale?. Abbiamo sentito dire che è sufficiente non superare un tot secondi di durata del brano per non essere perseguibili, è vero e se si qualcuno sa quanto deve essere la durata?
    Grazie a cho ci vorrà rispondere

  6. Ciao, sapete per caso il titolo e autore del pezzo rock, fishiettato nel ritornello che si sente come musica di fondo nell’applicazione fiat 500 video configurator del sito della fiat 500 (quando costruisci la tua 500 come vuoi)?

    10 punti a chi mi risponde giusto!

  7. La parlamentare del Pdl : “Ecco tutti nomi dei canditati alle regionali legati alla ‘ndrangheta”. Mentre un pentito parla di un attentato organizzato contro di lei da un compagno di partito.

    L’ultima minaccia ad Angela Napoli, deputata Pdl e componente dell’Antimafia, è arrivata per mezzo lettera. Mittente il pentito Gerardo D’Urzo che ha informato l’onorevole di un progetto delle ‘ndrine della Piana di Gioia Tauro contro di lei. A stretto giro Claudio Conidi, avvocato del collaboratore, ha preso carta e penna e in busta sigillata ha spedito una nuova missiva all’onorevole con informazioni ancor più dettagliate. Dalla quale ora emerge che l’attentato sarebbe stato progettato, come riporta il quotidiano Calabria Ora, per fare un favore ad un politico del Pdl di un’altra corrente.Il politico non viene indicato, ma altro particolare che emerge è che D’Urzo avrebbe raccolto queste ‘confidenze’ dell’attentato in preparazione, progettato anche contro l’ex pm della Dda Marisa Manzini, da un boss di primo piano della locride Vittorio Ierinò, in contatto in carcere con i vertici delle ‘ndrine della piana. Il Fatto Quotidiano ha incontrato Angela Napoli, ieri, e ha discusso delle nuove intimidazioni, prima che venisse rivelato l’inquietante particolare del possibile ‘mandante politico’. Napoli ha scelto alle prossime regionali di non votare perché le liste puzzano di compromesso. Altro che candidati al di sopra di ogni sospetto. “Non posso tradire la fiducia di chi crede nella mia battaglia” e ha fatto nuovi nomi della lunga lista di impresentabili.

    segue link video intervista
    http://www.youtube.com/v/sqnsxpSw_Ic&feature=player_embedded#-1%C3%A0

    http://www.youtube.com/v/HmS9eafGjio&feature=related-2%C3%A0

    i link non violano le linee guida sono parte integrante della domanda

  8. « Il carcere è un penitenziario… non è un villaggio di vacanza… si deve scontare la sua pena perscritta… che gli aspetta… lo sapeva prima fare il reato… io ritengo come Lega… di non uscire prima della sua pena erogata, grazie »
    -On. Isidori
    @ Droide Protocollare: mi son sbagliato, volevo scrivere onorevole invece ho scritto ministro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>