nudefault

Lo schiaffo morale

Autore: ByoBlu – Il video blog di Claudio Messora

Denis MacShane

da Londra, per Byoblu.com, Valerio Valentini.

 Mentre in Italia continuiamo ad avere oltre cento “onorevoli” condannati o indagati, più di un parlamentare su 10, in Inghilterra i rappresentanti del popolo si dimettono per qualche migliaia di euro. Subito. Senza se e senza ma. E soprattutto senza applausi, visto che sarebbe inconcepibile il contrario.

 La settimana scorsa si è votato nel distretto di Rotherham, per destinare un nuovo rappresentate locale al parlamento di Westminster. Le elezioni anticipate sono state convocate a seguito delle dimissioni del deputato Denis MacShane. Secondo lo Standard and Privileges Committee, la commissione parlamentare che si occupa di investigare sui privilegi della “casta” e di stilare i codici di condotta, MacShane si è reso protagonista del “più grave caso” che sia mai stato loro sottoposto. Avrebbe emesso, tra il 2004 e il 2008, ben 19 fatture, spacciandole per spese parlamentari, per un totale di circa 13mila sterline. Di queste, almeno 7500 (quasi 10mila euro) erano chiaramente spese personali. Secondo i membri del Comitato giudicante il suo agire è stato “palesemente intenzionato ad ingannare” l’autorità degli organi parlamentari chiamati a giudicare sulle spese di tutti i deputati. Il comportamento di MacShane, si legge nel rapporto rilasciato dal Comitato, “si qualifica molto al di sotto degli standard di integrità ed onestà richiesti ad ogni deputato”.

 Tutto questo è accaduto il 2 Novembre. Il giorno dopo MacShane, che non è proprio l’ultimo arrivato (parlamentare dal 1994 e ministro per l’Europa nel primo governo Blair), ha chiesto pubblicamente scusa e ha rassegnato le sue dimissioni, promettendo di fare al più presto chiarezza. Senza rimettersi al giudizio della magistratura. E ha anche ripagato l’intera cifra di 12900 sterline, nonostante l’irregolarità accertata fosse solo sulle 7500.

Per gli Inglesi si è trattato di un atto dovuto, nulla di straordinario: un parlamentare contestato che si dimette e che restituisce ciò che ha preso, indipendentemente dal fatto che sia dovuto o meno, nell’attesa che gli accertamenti facciano il loro corso. Una questione di responsabilità politica e di onore. Quell’onore di cui i nostri “onorevoli” si vantano sui loro dispendiosi biglietti da visita e nei sottopancia televisivi, ma quando poi sono indagati guai a chieder loro di fare la stessa cosa: si viene immediatamente tacciati di populismo e demagogia.

E’ vero forse il contrario: in Inghilterra non c’è bisogno di nessuna antipolitica: i primi “antipolitici” sono i politici stessi, i quali hanno un senso della dignità che in Italia sarebbe un caso di straordinarietà degno di beatificazione immediata.

3 thoughts on “Lo schiaffo morale

  1. parlo di quando i ragazzi li sfruttano per farti innamorare.io volutamente cerco di non farmi incantare proprio perchè so che sono i miei punti deboli. sai certi ragazzi ignenuamente pensano che essendo appunto punti deboli ci si casca facilmente invece a me succede esattamente l’opposto. faccio questo ragionamento: se voglio mantenermi lucida devo giudicare il ragazzo in base ad altre cose non al fatto che avendo capito qual’è il mio punto debole cerca di assecondare i miei istinti…capisci? si rischia di trovare una ragazza come me che ti da questo schiaffo morale.
    ozzy: molti lo fanno per portarsele a letto altri perchè vogliono solamente dimostrare a se stessi quanto sono capaci a fare innamorare…per me in amore deve avvenire tutto spontaneamente senza sotterfugi…

  2. ciao, vi spiego tutto,
    vorrei organizzare una serata romantica con il mio fidanzato, questo sabato dormiamo fuori casa quindi non posso portare niente di particolare in valigia anche xkè è molto piccola xò vorrei qualche idea per far qualcosa di bello e di semplice.

    PS: In questi giorni gli ho detto che volevo passare un a serata romantica e che lui doveva organizzare, ma so di sicuro che non è riuscito a farlo quindi voglio dargli uno “schiaffo morale” e organizzare io qualcosa di bello

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× nove = 81

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>