L’ultimo regalo di Monti

Autore: ByoBlu – Il video blog di Claudio Messora

 Monti si dimette

 Il Quirinale ha emesso un comunicato in cui Mario Monti, dopo avere avuto un colloquio con Napolitano in merito alle "consultazioni" di oggi, annuncia le sue dimissioni irrevocabili, le quali comunque non arriveranno prima dell’approvazione della legge di stabilità e di bilancio. Monti attende per una questione di responsabilità istituzionale – dice – cioè per evitare l’esercizio provvisorio che si verifica per una durata massima di quattro mesi qualora il Parlamento non riesca ad approvare la finanziaria (il vecchio nome della legge di stabilità) in tempo. Il Partito Democratico ha già prospettato un’apertura dei mercati catastrofica, lunedì. La colpa sarebbe del ritorno di Berlusconi sulla scena, che sarebbe dunque per lo spread quello che l’inverno è per il raffreddore. La solfa è chiara: "se volete che i mercati non saltino sui carri armati della troika e non prendano Palazzo Chigi, dovete votare Pd". Interessante, per un Partito che si definisce "democratico", avere un’idea della democrazia tale per cui l’elettore vota con un fucile puntato alla tempia, avendo di fatto una sola casellina possibile dove tracciare una X. 

 Sta di fatto che la battaglia elettorale del PdL era incentrata proprio sull’anticipo delle elezioni, da fare non ad aprile ma tra gennaio e febbraio, ufficialmente per non spendere i cento milioni extra del doppio voto regionale e nazionale, ma ufficiosamente per non andare alle politiche con una probabile disfatta alle amministrative. Le dimissioni anticipate e irrevocabili di Monti, tuttavia, in realtà sembrano fatte apposta per trovare l’unico modo di accontentare Berlusconi: attendere l’approvazione della legge di stabilità significa, nei fatti, andare a votare proprio quando voleva Berlusconi. E infatti, proprio mentre scrivo, arriva la nota ufficiale, con data possibile "17 febbraio". Inoltre, si voterà con il Porcellum. Esattamente come voleva Berlusconi.

 E’ l’ultimo regalo di Monti al Paese? Staremo a vedere… Sicuramente, le dimissioni, così, improvvise, sono un regalo a se stesso: ora potrà dimostrare che "dopo di lui, lo spread!". Oltretutto, Monti se ne va esattamente come era venuto: con un colpetto autonomo e indipendente concordato nelle stanze segrete di Re Giorgio: senza nessun mandato popolare era venuto, e senza nessuna sfiducia se ne va. Ormai fanno tutto da soli.

5 thoughts on “L’ultimo regalo di Monti

  1. spero qualcuno mi possa aiutare… allora circa 10 anni fa,un amico mio dopo aver depositato le targhe di una vespa px 125 mi ha REGALATO la vespa (era in perfette condizioni!) e si è trasferito in australia. dopo qualche tempo, pace all’anima sua, è morto!. vi o raccontato questa storia che sicuramente non vi interessera’ un picchio perche vorrei reimmatricolare la vespa in questione (che è mia visto che lui me la regalo’!)ma non so come fare visto che o letto nel web che per farlo serve il CERTIFICATO DI COMPRAVENDITA( firmato da un notaio per richiedere tutti i documenti necessari) e che io non posso avere visto che l’ultimo propietario è defunto e oltretutto resideva all’estero. qualcuno sa’ dirmi se ce’ una strada da seguire? ringrazio tutti quelli che mi daranno aiuto!!

  2. ciao ragazzi… io ho appena fatto l’ esame di terza media e con ogni probabilità ho preso ottimo. Sarei in diritto di ottenere un regalo dai miei e gli ho chiesto la marmitta x il mio phantom f12 però non me la vogliono comprare. ho provato ha dissuaderli con la storia dell’ ottimo ma nn è funzinato a niente… chi mi puo consiliare un piano per convincerli? mio fratello si è messo in mezzo x e mi sta ostacolando…cosa posso fare?

  3. Ovvero che il 31 dicembre 2012 sono state introdotte le “bolle trimestrali” di 8 euro e centesimi sui LIBRETTI DI RISPARMIO! Maledetto figlio di puttanа! Che tu possa bruciare all’inferno e veder fоttere tua madre da satana 24 ore al giorno senza poterti mai addormentare e sborrаre in bocca ai tuoi figli dal tuo stesso pene e che ti possano infilare il grand canyon in culо avanti e indietro per l’eternita’! Cioe’ da tutta la gente alla quale si possono prendere i soldi vanno a toccare i sacrosanti libretti, che evidentemente chi RISPARMIA sul LIBRETTО significa che NON HA SOLDI! Desidero che tu muoia soffocato dalla tua stessa merdа e che che gli infermieri dell’ospedale in cui devi morire siano in grado di salvarti e invece ti sodomizzino mentre stai per esalare l’ultimo respiro e lo facciano proprio perche gli hai fatto pagare una tassa sul libretto di risparmio per vendicarsi!
    Ho perfino pensato che fanno queste porcate apposta per farci arrivare al limite della disperazione( e appena pensi sia il culmine ne fanno una peggiore) per farci rielegere il nanetto a febbraio?

  4. Oggi è stato il mio ultimo giorno di lavoro/sciopero, domani scatteranno le lettere di licenziamento. Nella mia regione sono fallite molte aziende e perdendo il lavoro domani, non so come vivere.
    Ho già deciso, non la darò vinta a quel maiale schifoso di Monti, ho una moglie e un bimbo di 5 anni, Monti non mi vedrà soffrire, no che non mi vedrà soffrire.

    Ammazzerò la mia famiglia con il caglio per fare le mozzarelle e poi all’ultimo mi darò da solo una fucilata in testa, la mia famiglia soffrire non dovrà per mario monti

    ciao a tutti

  5. Vino e birra tra le bevande; carburanti, riparazioni auto, abbigliamento, calzature, mobili, elettrodomestici, giocattoli e computer tra i non alimentari: sono alcuni dei beni e servizi che dal prossimo luglio costeranno di più a seguito del rialzo dell’aliquota Iva ordinaria dal 21 al 22%, così come stabilito dal Governo Monti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>