Creare un IP statico con DynDNS: si può ed è gratis

Autore: IlSoftware.it

L’utilizzo di un IP statico si rivela di essenziale importanza ogniqualvolta si desideri accedere, da remoto, ad un server installato all’interno della propria rete aziendale o domestica.
Si supponga di avere correttamente configurato, su un personal computer connesso in LAN, un server web (Apache, IIS,…) che debba rispondere non soltanto alle richieste di collegamento provenienti dalla rete locale ma anche dall’esterno (vedere, ad esempio, l’articolo Condividere file online allestendo un web server con XAMPP e questi approfondimenti).
Dando per scontato di aver già provveduto ad attivare l’instradamento dei pacchetti ricevuti sulla porta HTTP (TCP 80) verso il server locale (si dovrà accedere alla schermata “Port forwarding” del pannello di amministrazione del router), l’utente remoto – per collegarsi – dovrà digitare, nella barra degli URL del browser web, l’indirizzo IP assegnato al router.

Se il provider Internet con il quale si è stipulato un contratto di abbonamento fornisce, ad ogni connessione, un indirizzo IP diverso dal precedente (IP dinamico), l’utente remoto non potrà mai conoscere (a meno dell’impiego di qualche espediente “ad hoc” [1]) l’esatto indirizzo IP del router.

Come creare un IP statico?
In realtà, nel caso in cui il provider Internet non offrà la possibilità di attivare un indirizzo IP statico, l’IP statico non può essere “creato”. Piuttosto, invece, ciò che è possibile fare è abbinare un indirizzo “mnemonico” all’IP dinamico assegnato arbitrariamente dal provider Internet ad ogni nuova connessione.
Così facendo, anche se l’IP associato al router collegato in rete locale cambierà, l’indirizzo “mnemonico” http://ufficiomilanorossi.dyndns.org consentirà di raggiungerlo da qualunque luogo in cui ci si trovi.

Nell’articolo Assegnare un indirizzo mnemonico ad una connessione che usa IP dinamici, abbiamo spiegato come utilizzare il servizio DynDNS per ottenere una sorta di IP statico o, meglio, per associare un indirizzo di tipo “mnemonico” all’IP dinamico ottenuto dal provider Internet.

Da alcuni mesi a questa parte non sembra più possibile, almeno all’apparenza attivare un account gratuito su DynDNS e scegliere il proprio indirizzo “mnemonico”. Quanto meno, sembra necessario attivare un account di prova specificando un numero di carta di credito.

Ovviamente, DynDNS non era l’unico servizio a fornire gratuitamente indirizzi IP “mnemonici”. Tutt’oggi restano ancora operativi, ad esempio, No-IP free, FreeDNS e l’italiano DynDNS.it.
Posto che ciascun servizio offre un software client in grado di aggiornare l’IP associato all’indirizzo “mnemonico” scelto ogni volta che esso cambia, un vantaggio innegabile deriva dal supporto integrato nel router. Tutti i router, anche quelli più economici, di solito consentono di specificare, attraverso il rispettivo pannello di amministrazione, le credenziali d’accesso per l’utilizzo di un servizio DDNS.
Ecco come si presenta, ad esempio, la sezione “DDNS” del pannello di configurazione di un router Cisco-Linksys:

Attivando questa funzionalità sarà il router a farsi carico di modificare l’IP – ogni volta che questo cambierà – associato all’indirizzo “mnemonico” scelto in precedenza.

Il problema è che molti router (suggeriamo comunque di verificare l’eventuale disponibilità di eventuali aggiornamenti del firmware che estendano il supporto ad altri servizi DDNS) consentono l’impiego del solo DynDNS. Come fare?

In realtà, esiste ancora un modo per attivare un account DynDNS gratuito.

Per procedere, è sufficiente collegarsi con questa pagina. “D-Link Dyanic DNS” è un sito web allestito dal produttore D-Link che consente di attivare gratuitamente un indirizzo “mnemonico” del tipo *.dlinkddns.com. Le credenziali che si specificheranno nella pagina di registrazione sul sito “D-Link Dyanic DNS“, purtuttavia, potranno essere utilizzate per accedere al sito DynDNS.org ed attivare un indirizzo *.dyndns.org.

Nella pagina di registrazione sul sito di D-Link è necessario indicare un nome utente ed una password sufficientemente lunga e complessa, un indirizzo e-mail valido quindi spuntare la casella I agree to the Acceptable Use Policy above.

Dopo alcuni minuti di attesa, si dovrebbe ricevere un messaggio di posta elettronica contenente il link che consentirà di confermare la registrazione:

A questo punto ci si potrà collegare con il sito di DynDNS e richiedere il login inserendo nome utente e password appena scelti nel riquadro Already registered?.

Dal pannello di amministrazione di DynDNS, si dovrà selezionare “Add host services“:

Nel caso in cui, in calce al modulo presentato, dovesse comparire il pulsante Add to cart (“Aggiungi al carrello”), suggeriamo comunque di scegliere il proprio indirizzo “mnemonico” (Hostname), di impostare l’IP dinamico correntemente in uso (un clic su link Your current location’s IP address is…) e di fare clic sul pulsante.

Nella schermata seguente si dovrà cliccare sul primo pulsante Remove:

Tornando al menù principale quindi ripetendo la procedura (clic sulla voce “Add host services“), in calce alla finestra dovrebbe ora apparire il pulsante “Activate” al posto di “Add to cart“:

L’indirizzo “mnemonico” è stato creato gratuitamente ed è pronto per essere utilizzato!

Aprendo il prompt dei comandi e digitando ping indirizzoscelto.dyndns.org, si otterrà immediatamente risposta dal proprio router.

L’ultimo passaggio consiste nell’accedere al pannello di amministrazione del router, portarsi nella sezione “DDNS” e specificare le credenziali d’accesso scelte in precedenza sul servizio DynDNS.

Nota importante: chi utilizza una connessione business di Telecom Italia probabilmente non sa che è possibile sfruttare l’IP statico messo a disposizione dal provider su base contrattuale anche con router diversi da quelli “standard”, generalmente offerti a noleggio od in comodato d’uso dall’azienda. È sufficiente seguire le istruzioni apparse in questo vecchio “post”.
Per inciso, non è più nemmeno necessario specificare i primi 13 caratteri (MAC address seguito dal carattere -) dell’username riportato nel post.

——————–

[1] L’espediente a cui ci riferiamo è, ad esempio, l’impostazione di uno script o di una procedura automatizzata, lato server, che informi il client ogniqualvolta cambi l’indirizzo IP associato al router.

22 thoughts on “Creare un IP statico con DynDNS: si può ed è gratis

  1. So che fastweb assegna un indizzo IP statico e non dinamico, quindi non cambia al riavvio del modem. Come posso fare per cambiare IP????

  2. Devo montare uno switch per collegare due pc.
    Ho letto che mi avete detto che non devo settare nulla, solo in caso di IP NON STATICO .
    Come faccio a verificarlo? Scusate, ma in queste cose ci capisco meno di un tubo.
    So utilizzare il linguaggio html, ma non mi parlate di IP dinamici, statici e quant’altro. Grazie

  3. Salve a tutti!
    Ecco la mia domanda:
    Qualcuno sa un metodo per trovare indirizzo ip e gateway per un router cisco system?
    Ho un pc portatile e volevo connetterlo ad internet tramite il router aziendale… Su questo router sono stati cambiati gateway e disattivato il dhcp. Qualcuno sa qualche metodo per scovare il nuovo indirizzo gateway e magari un indirizzo ip statico che mi consenta di andare in internet?

    P.s. Quando collego il mio portatile mi da connettività limitata o assente
    Al router è stato cambiato l’indirizzo gateway “Standard”…quindi 192.168.1.1 non funziona…

  4. Devo trasmettere shoutcast radio tramite winamp pero non ho un ip statico e i miei amici non mi vedono quando trasmetto cosa devo fare grazie in anticipo.

  5. ho gia provato roba come quei link ke aprono un altro link che poi teoricamente ti dovrebbero far vedere il video senza limiti tipo megastreaming ma non mi funzionano proprio e neanke tutti i plugin di firefox funzionano poi ho un ip statico quindi non posso semplicemente chiudere e riaprire il router

  6. Ciao a tutti…vorrei un aiuto. Io sono collegato al mio router pirelli (alice 20 mega) in modalità Bridged+Routed e vorrei un IP statico. Ho saputo che bisogna usare virtual servers, ma come faccio??

  7. Ho Vista.
    Se per esempio voglio l’indirizzo IP di Google come faccio?
    ok. grazie.
    Mi visualizza le operazioni di ping ed il rel indirizzo.
    La finestra resta aperta solo per un secondo. C’è la maniera di bloccarla per prendere nota’
    L’ultima nota era un a domanda
    ?

  8. Dato che un utente anonimo mi manda sempre messaggi e mi sta rompendo volevo sapere se esiste qualcosa per conoscere l’indirizzo ip di questa persona che si è registrata su un determinato sito.

  9. Vorrei ottenere un indirizzo IP statico per un router NETGEAR DG834G
    Come posso fare se ogni volta che provo ad impostare un indirizzo IP manualmente mi rende impossibile la connessione ad internet? Pls help xkè è da giorni che cerco invano una soluzione…

  10. Allora, praticamente io ho creato un server Web con Ubuntu Server su virtual box (con mysql, apache, php5 e ftp), la macchina virtuale è impostata con una scheda con bridge e con indirizzo IP statico (192.168.1.8). Tramite Windows (ossia l’ Host della macchina virtuale) riesco a connettermi alla pagina Web scrivendo sulla barra degli indirizzi semplicemente 192.168.1.8. Se io so l’ indirizzo pubblico della mia rete, mettiamo in esempio 100.100.100.100 come faccio ed entrare (sempre se possibile) temporaneamente con quel indirizzo, sul mio server passando per internet ?
    NB: scrivendo sulla barra indirizzi 100.100.100.100 mi viene fuori la pagina di configurazione del mio router quindi credo che si possa fare. Io ho pensato di metterci la porta del servizio, ma non so quale sia. (ho provato sia la 80 che la 21, poi la 3304 e la 3389 di mysql ma niente). grazie.
    100.100.100.100 che ovviamente è un esempio, io ho messo solo l’ indirizzo IP privato, che si potrebbe trovare in qualsiasi rete.

  11. ciao a tutti, vorrei sapere come impostare la mia connessione wifi con l’indirizzo ip statico
    grazie mille a chi mi risolve il probema

  12. Non è una mia necessità, quanto piuttosto un mio dubbio che ho in testa da diverso tempo, o meglio due dubbi.

    1 – E’ possibile che qualche abile persona possa riuscire a sapere l’indirizzo ip di un utente facebook?

    2 – Un tizio bravo con il pc, provvisto di un indirizzo ip statico di una persona, è in grado di risalire al nome, al cognome e all’indirizzo civico del proprietario dell’ip in questione? L’unico modo è tramite la polizia postale? Oppure ci sono persone in grado di ricavare certe informazioni personali tramite internet?

    Insomma, siamo realmente protetti su facebook, o si dice che nessuno può fare certe cose ma in realtà accadono?

  13. Ciao raga ho letto in internet che per aprire le porte di un router (io ho l’alice wifi adsl2+) bisogna mettere un indirizzo ip statico!!!! Le guide indicano bene come metterlo il problema è che non so che dns principale e secondario impostare dato che almeno il principale è obbligatorio….

    Grazie mille a chi risponderà!!!!

  14. Salve, ho comprato oggi la wii, ed ho saputo che si può mettere in rete wireless. Comporta dei rischi di intrusioni per la sicurezza metterla in rete come un normale computer con ip fisso? Grazie a tutti e 10pt al migliore!

  15. Ho comprato da poco la ps3 e ho problemi nel collegarmi ad internet tramite la ps3. Premetto che ho anche la psp e il nintendo wii e con essi la connessione internet scorre normalmente con entrambi i dispositivi. Invece dopo che ho trovato e mi sono agganciato alla rete wireless della mia casa che consiste in un router della Netgear N 300 wireless DGN2200. Il mio operatore di telefonia è Libero Infostrada. Mi dice che impossibile conoscere l’indirizzo IP anche perché sul mio computer non c’è un indirizzo IP statico, ma dinamico. Pertanto provo a specificare il PPPoE ma non conosco nome utente e password dell’operato libero perché non uso questi dati per la connessione.
    Mi dice che impossibile stabilire questa connessione errore 51330 è mi da anche il seguente errore errore DNS 80710102.
    Cosa mi consigliate di fare?

  16. Mi servirebbe un software (possibilmente freeware) che permetta il controllo desktop remoto via internet di un Mac da PC e viceversa ( se poi supportasse anche Linux sarebbe il massimo).
    Come faccio ad impostare il corretto indirizzo ip se la macchina remota non ha un ip statico? Si può fare?

  17. Ho un Pc portatile collegato quasi sempre al router wifi Alice di casa. Di recente ho impostato il collegamento con un IP Statico per potere aprire le porte di emule per poter scaricare più velocemente i file.
    Il problema si pone quando porto il PC portatile in ufficio, dove c’è un’altro router alice. Adesso devo ogni volta andare manualmente a cambiare i valori indirizzoIP/subnetmask/gateway ogni volta? (mettendo “ottieni automaticamente un indirizzo IP”)???

    Non c’è un modo per far si che si colleghi automaticamente al indirizzo IP statico quando sono a casa e che poi si colleghi automaticamente ad un indirizzo IP dinamico quando sono in ufficio?
    O anche volendo che si colleghi ad un ip statico in ufficio? (ma qust’ultimo è diverso da quello di casa – ho già controllato)

    Grazie mille in anticipo
    specifico che vorrei fare il tutto in wireless e senza usare cavi

  18. Come detto avrei bisogno di impostare l’ip statico a casa, fin qui tutto ok, però dall’università devo far partire lo strumento per la risoluzione dei problemi che mi attiva il DHCP e mi cancella le impostazioni per l’ip statico e mi mette l’ip dinamico.
    Non è possibile impostare a priori di avere l’ip statico quando mi collego a casa e automaticamente l’ip dinamico quando sono in università e viceversa?
    sia a casa che in uni utilizzo una connessione wifi, ho windows 7.

  19. momentaneamente ho il PPPoE di alice, ho provato anche con un indirizzo IP statico e mettergli il DMZ con DNS uguale all’IP del router sia primario che secondario..
    insomma, le ho provate tutte, ma qual’è veramente la migliore? una che potrebbe farmi ottenere 4 tacche di connessione sempre anche senza essere l’host?

    Grazie in anticipo
    10 pnt al migliore

  20. Mi spiego meglio: il segnale catturato dalle webcam verrà “indirizzato” ad un indirizzo IP STATICO sul web. e fin qui tutto è semplice. Il difficile è trovare un cellulare che possa collegarsi a quel sito e connettersi per vedere quel video LIVE direttamente sul telefonino. Potrei in questo modo sorvegliare quest’area non solo da casa o dall’ufficio ma anche dal mio telefonino quando giro per il mondo, cosa che mi succedo spesso per svago o per lavoro.
    Grazie per l’aiuto che qualcuno potrà darmi.
    Ravenna 18.03.2008 —— ALEX BACCO

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 × due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>