Cisco starebbe valutando la vendita di Linksys

Autore: IlSoftware.it

La notizia è scarna quanto può esserlo un’indiscrezione d’agenzia non confermata da nessuno dei soggetti interessati. Tuttavia trova immediatamente ampia eco, in ragione dei nomi coinvolti.

Secondo quanto riportato da Bloomberg nella giornata di ieri, Cisco avrebbe reclutato Barclays perché faccia da advisor nell’iter che dovrebbe portarla alla cessione di Linksys.

L’operazione sarebbe coerente con il piano strategico da tempo annunciato dall’azienda, interessata a focalizzarsi sul business enterprise, abbandonando quel che ancora resta legato al mondo consumer.

Del resto, negli ultimi mesi Cisco ha iniziato un percorso di razionalizzazione del suo business, che è già passato attraverso il taglio di 7.800 posti di lavoro in un anno e la chiusura di una business unit come quella che seguiva lo sviluppo e la commercializzazione delle videocamere Flip.

Tuttavia, malgrado gli asset di Linksys possano essere interessanti per chi opera nel settore degli apparati televisivi, secondo i primi commentatori sarà ben difficile che Cisco riesca ad andare per lo meno in pari con i 500 milioni di dollari che pagò nel 2003 per acquisire la società.
Quel che all’epoca era un business innovativo, oggi è maturo e un mercato in crescita oggi è diventato segmento a basso margine.

www.01net.it

3 thoughts on “Cisco starebbe valutando la vendita di Linksys

  1. Quando leggi un libro del tuo autore preferito riesci a giudicarlo in modo obiettivo o ti senti condizionato e tendi quindi a difenderlo ad ogni costo o a non vederne i difetti?
    C’è un libro del vostro autore preferito che non vi è piaciuto?

    Buona serata.

  2. Sto cercando il titolo di un libro francese in cui il protagonista (il testo mi sembra sia ambientato nella Francia fra il Settecento e l’Ottocento) è un uomo che dice sempre la verità a tutto e a tutti.
    Il messaggio centrale di questo volume è il seguente: “Un uomo che dice sempre la verità, è un uomo che si trova costantemente in mezzo ai pasticci”.
    Così mi diceva il mio professore di lettere e storia, ma non ricordo più il titolo e soprattutto l’autore di questo libro. Grazie.

  3. Ho la possibilità di frequentare una cisco academy, i corsi costano tanto ma i miei genitori per quanto mi vogliano bene sono disposti a spendere molti soldi per me. Il fatto è questo vi spiego, la strada che vorrei prendere nel campo dell ICT è la sicurezza informatica, per svariati motivi oltre che la passione.. in questi mesi dopo le superiori ho riflettuto e contattato alcune persone. Ora alcune mi hanno consigliato di partire dalla CCNA, altri mi hanno detto di fare un corso sulle reti, altri di prendere la MCSA windows. Io non so che fare sinceramente, tutti quanti mi hanno detto che comunque per certificarmi sull’hacking e sicurezza mi servono delle preparazioni sulle reti, è per questo che ho pensato di certificarmi CISCO visto che potrebbe prepararmi molto bene sulle reti ed appronfondire le tematiche di sicurezza. Quello che voglio chiedere anche a voi è, mi conviene spendere 2000€ per un corso academy cisco e poi spenderne ulteriori per altre qualifiche riconosciute? Oppure per la mia strada, mi faccio un corso non certificato sulle reti e poi una certificazione security?

    Ne approfitto per chiedervi ma la CCNA dà buone possibilità lavorative o di stage? Riguardo all’esperienza io che ho 20 anni, ho fatto stage in 6 aziende per 4 mesi e poi ho lavorato ultimamente con contratto a somministrazione.. ma non sul networking ma su data entry… orrei solo scegliere la strada giusta senza far spendere 10.000€ ai miei genitori per poi trovarmi a 25 anni(esempio) con delle cose obsolete. grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − quattro =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>