nudefault

Creare un’immagine del disco fisso: i migliori programmi gratuiti

Autore: IlSoftware.it

Nelle pagine de IlSoftware.it abbiamo via a via presentato tutti i principali software per creare un’immagine del disco. Con l’espressione immagine disco ci si riferisce ai quei file che ospitano tutto il contenuto di una partizione o di un intero disco fisso. Tutti i dati che vengono “stivati” in un’immagine disco ricalcano esattamente la struttura e le informazioni di integrità conservati in un’unità di memorizzazione.

I file d’immagine possono essere pensati come i backup più completi in assoluto, utilizzabili per ripristinare rapidamente il contenuto di un disco o di una partizione nel caso in cui si dovesse riscontrare qualche problema.

Tra i programmi gratuiti per creare l’immagine del disco fisso abbiamo selezionato i seguenti:
- Easeus Todo Backup Free
- Paragon Backup & Recovery Free
- Redo Backup
- Macrium Reflect Free
- DriveImage XML
- Backup e ripristino (funzionalità integrata in Windows 7)

Alcuni tra i software citati sono più abili in fase di generazione dell’immagine e durante la compressione dei dati; altri programmi, invece, danno il meglio di sé in fase di ripristino riducendo il minimo il tempo che trascorre dal momento dell’avvio della procedura di restore a quello in cui il sistema torna ad essere utilizzabile. Alcuni programi, inoltre, offrono una miglior dotazione in termini di funzionalità mentre altri risultano più “asciutti”.

Dal punto di vista delle caratteristiche, Easeus Todo Backup è certamente l’applicazione più completa permettendo, anche nella versione gratuita, l’uso del backup incrementale.
Oltre a consentire la creazione di copie integrali del contenuto di hard disk e partizioni, Easeus Todo Backup Free è infatti capace di aggiornare i backup già creati in precedenza apportando tutte le variazioni necessarie (file modificati, aggiunti, cancellati…). Usufruendo dei backup incrementali, l’utente potrà così drasticamente ridurre i tempi richiesti per l’aggiornamento di un’immagine precedentemente prodotta oltre allo spazio su disco necessario per la memorizzazione dei dati.
Si tratta di un “unicum” tra i programmi per il disk imaging perché nessuno degli altri software citati sembra al momento supportare i backup incrementali.

Sia Easeus Todo Backup che Paragon Backup & Recovery, Macrium Reflect Free e la funzionalità di Windows 7 “Backup e ripristino” consentono il backup dell’unità di sistema (ove è installato il sistema operativo), senza effettuare alcun riavvio.

Easeus Todo Backup, Paragon Backup & Recovery e Macrium Reflect Free, inoltre, consentono di limitare la procedura di backup ai soli file di sistema consentendone successivamente il ripristino.

Tutti i programmi proposti consentono di generare un supporto di avvio grazie al quale si potrà effettuare un’operazione di backup o di ripristino del contenuto del disco fisso direttamente all’avvio del personal computer.
In alcuni software, però, la procedura che consente di ottenere il supporto avviabile appare nettamente più rapida ed efficace: è il caso di Easeus Todo Backup e di Paragon Backup & Recovery che ne permettono la generazione senza mai abbandonare l’applicazione e senza effettuare “voli pindarici”.

Altro fiore all’occhiello di Easeus Todo Backup, di Paragon Backup & Recovery nonché di DriveImage XML e della funzionalità di Windows 7, è la possibilità di estrarre singoli file dagli archivi di backup. Drive Image XML, permette anche di “montare” i file d’immagine e fare in modo che essi appaiano “agli occhi” del sistema operativo, come un’unità di tipo tradizionale.

È comunque bene spendere due parole in più in merito a Easeus Todo Backup. La versione gratuita del programma, infatti, spesso vede l’inserimento di funzionalità talvolta assai innovative nel campo delle applicazioni di disk imaging “freeware”. Talvolta, però, alcune caratteristiche – dopo aver fatto la comparsa all’interno di specifiche release del programma – vengono poi rimosse e lasciate solo appannaggio degli utenti che acquistano le versioni più complete del software Easeus.
Quando una delle versioni di Todo Backup soddisfa le vostre aspettative, quindi, suggeriamo di conservarla con cura. A titolo esemplificativo, basti ricordare che la versione 3.5 Free di Easeus Todo Backup era liberamente utilizzabile sia in ambito domestico che aziendale senza alcun tipo di restrizione e (opportunità molto interessante), consentiva di ripristinare i backup su sistemi dotati di una differente configurazione hardware ed, addirittura, di convertire un file d’immagine in una macchina virtuale utilizzabile con software quali Virtualbox e VMware Player.
Nella pagina per il download di Easeus Todo Backup abbiamo inserito, quindi, sia il link per il download dell’ultima versione, sia quello per prelevare la più vecchia, ma per alcuni versi molto completa, release 3.5.

Dal punto di vista prestazionale, Easeus Todo Backup è il programma che, tra le applicazioni freeware della sua categoria, sembra comportarsi in modo migliore. È infatti la soluzione capace di effettuare il backup di dischi e partizioni più velocemente in assoluto (sempre che si scelga il livello di compressione dei dati “normale”). In fase di ripristino dei dati, il programma più rapido appare Redo Backup anche se Easeus ben si comporta anche in questa fase.
DriveImage XML appare invece essere, almeno allo stato attuale, il software più lento, insieme con la procedura “Backup e ripristino” di Windows 7 (che comunque, in fase di ripristino dei dati, sembra comportarsi meglio).

Per approfondire il funzionamento di ogni singolo software presentato, vi suggeriamo di fare riferimento ai riquadri che seguono. In corrispondenza di ciascun programma, infatti, pubblichiamo una o più guide all’uso apparse nella pagine de IlSoftware.it.


4 thoughts on “Creare un’immagine del disco fisso: i migliori programmi gratuiti

  1. Salve Ragazzi,
    vorrei sapere se esiste un software che permette di acquisire una serie di documenti mediante scanner e che trasforma il tutto direttamente in formato PDF.
    Ciò che vorrei è che la conversione fosse diretta, senza cioè bisogno di acquisire le varie pagine mediante scanner e poi convertirle in pdf con un altro software.
    Fatemi sapere…mille grazie
    Pao

  2. ho dei dubbi sulla differenza.
    ho win xp sp2 e su di esso 2 partizioni.
    cosa mi conviene fare se ho paura che un giorno il computer non riesca più ad avviarsi a causa di un virus? o magari un virus mi ha letteralmente riformattato il pc.
    clonare o fare l’immagine?
    l’immagine si può utilizzare anche quando il hard disk è vuoto cioè è stato riformattato o prima bisogna reinstallare il sistema operativo?

  3. devo cambiare la lettera dell’unità del secondo disco fisso nel mio pc. Facendo con gestione di risorse del computer posso cambiare in altre lettere tranne quella che mi serve, cioè la E. Come faccio?
    nemmeno con quel programma posso mettere la lettera E (certo che se non è sfiga questa…)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque + 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>