Bersani al Financial Times: “Quando sarò al governo non rinegozierò Fiscal Compact”

Autore: nocensura.com

Bersani avvisa (nel caso che ce ne fosse stato bisogno) che non intende rinegoziare il FISCAL COMPACT, che la maggioranza dei suoi elettori non sanno nemmeno cos'è e non sono a conoscenza del fatto che il governo Monti, con l'avallo di PD-PDL-UDC e co. lo ha ratificato, nel silenzio assoluto generale.

Il Fiscal compact ci imporrà di pagare 40-50 miliardi all'anno per 20 anni, per ridurre il debito pubblico e farlo rientrare nella soglia del 60% del PIL.

Lo stato dovrà Svendere il proprio patrimonio, consegnando le principali aziende pubbliche e gli immobili più prestigiosi alle banche.

Informati su MES, pareggio di bilancio e Fiscal compact !

Staff nocensura.com

Bersani, in un'intervista al Financial Times dichiara di essere pronto a lavorare con la Germania per creare un nuovo organismo con poteri d'intervento nel caso in cui un paese non rispettasse le regole di bilancio: «Sono pronto a ragionare su un piano del genere – dice Bersani – non mi spaventa finché l'intenzione è quella di costruire la fiducia e ciò permetta, in modo controllato e selettivo, politiche più espansive». Inoltre, aggiunge: «Non voglio rinegoziare il fiscal compact né nessuno degli accordi raggiunti nell'ultimo anno, ma è necessario guardare avanti».

In un altro passaggo dell'intervista: «Non ho intenzione di litigare con la Germania – ha chiarito – Voglio che l'Italia abbia un rapporto serio, franco ed amichevole con la Germania sulla base di argomenti razionali e realistici» precisando: «Sono d'accordo con molte delle critiche Germania fa a paesi come l'Italia, perché sono le stesse critiche che muovo a Berlusconi». 

LEGGI TUTTO»»

Share on Tumblr

3 thoughts on “Bersani al Financial Times: “Quando sarò al governo non rinegozierò Fiscal Compact”

  1. Spesso, per godersi e capire al meglio un autore, è consigliabile leggere le sue opere in un determinato ordine, oppure cominciarne la lettura con una in particolare.

    Lascio qui una lista di alcuni autori. Se ne siete esperti, ditemi con quale sua opera se ne dovrebbe cominciare la lettura, o, se rilevante, l’ordine di lettura delle sue opere, e ovviamente il motivo. Se avete altri autori, aggiungete =)

    – Isabel Allende
    – Virginia Woolf
    – J.R.R. Tolkien
    – Gabriel García Márquez
    – Fedor M. Dostoevskij
    – Lev N. Tolstoj
    – James Joyce
    – Luigi Pirandello
    – Gabriele D’Annunzio
    – Italo Calvino
    – Jane Austen
    – …

    e via dicendo.

    A voi la parola :)
    Buon pomeriggio!

  2. Tutte le case al mondo sono aiutate dai rispettivi paesi, Francia e Germania sono sotto osservazione per aver dato troppi aiuti alle proprie case.
    Fiat invece sono anni che non prende soldi e favori, perchè ancora qualcuno dice che la Fiat ha usufruito troppo degli aiuti? E Renault, Peugeot, Citroen, Volkswagen, Mercedes ecc ecc.?
    Sbaglia solo la Fiat? Che poi non prende più aiuti da anni…
    Italiani sveglia, prima di criticare le cose nostre, guardiamo le malefatte degli altri !

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>