nudefault

La Lega Nord si dichiara contro Monti… e poi vuole PASSERA premier!

Autore: nocensura.com

Tosi, proposta indecente al Cav:  "Lega col Pdl se Passera premier"
Il sindaco ed esponente di spicco della Lega Nord, Flavio Tosi: per lui il
premier giusto per l’Italia è CORRADO PASSERA, ex n.1 di Banca
Intesa e BRACCIO DESTRO di Mario Monti… MA LORO NON
ERANO CONTRO MARIO MONTI? Ah ah ah … BUFFONI!

- Editoriale -

Per tutta la durata del governo Monti, sostenuto dagli amici (dei leghisti) del PDL, loro se ne sono rimasti all’opposizione, o almeno questo è quanto sostengono con vanteria i leghisti stessi.

Ed in effetti, analizzando in modo acritico i fatti, almeno per come ce li propongono i mass media, possiamo affermare che è la verità: peccato che la tanto decantata “opposizione leghista” (così come quella dell’IDV) si è limitata a generiche accuse riguardanti le tasse e altre misure del governo Monti, SENZA PROFERIRE PAROLA sui trattati-capestro – vedi fiscal compact, MES e pareggio di bilancio – e stando ben attenti a non rivelare agli italiani i legami di Mario Monti con la massoneria internazionale, le più potenti banche d’affari (“affari” che spesso significa speculazione) e le varie potenti lobby.

A onor del vero l’unico leghista che ha attaccato Mario Monti con i toni adeguati alla situazione e sviscerando aspetti scomodi è l’istrionico Borghezio, a cui diamo atto di contrastare, da anni e praticamente in solitaria,  gruppi come Bilderberg, Trilaterale e company, senza l’ausilio dei colleghi di partito, che non ne hanno assunto le difese nemmeno quando il loro discusso esponente fu picchiato per essersi presentato all’ingresso del meeting Bilderberg 2011.

I numerosi scandali che hanno colpito gli esponenti leghisti più in vista (dallo stesso Senatùr al figlio Trota, fino alla ‘badante’ Rosy Mauro e gli altri esponenti del ‘cerchio magico’, da cui Maroni ha preso le distanze come se non c’entrasse niente con loro e come se non fosse stato Ministro e Vertice leghista per tutti questi anni) hanno indebolito la Lega Nord, la cui ‘base’ era già fortemente delusa dall’operato del governo e dei ministri leghisti, che a parte la favola dei Ministeri al Nord hanno prodotto ben poco, piegando il movimento agli interessi e alle leggi ad personam di Berlusconi.

I leghisti ponendosi per un anno alla (falsa) opposizione hanno cercato di ricostruirsi una “verginità”, tuttavia è di POCHI GIORNI FA una ‘sortita’ di uno dei principali esponenti leghisti del “nuovo corso”, il sindaco di Verona, Flavio Tosi, una dichiarazione che fa ben capire quale sia la REALTA’ DEI FATTI, al di là delle belle parole:

I LEGHISTI HANNO CHIESTO AL PDL (senza il quale sanno bene che non vanno da nessuna parte, e Maroni vuole la poltrona di Governatore della Lombardia…) DI CANDIDARE A PREMIER IL “BANCHIERE-CAPO” DI ‘BANCA INTESA’ E MINISTRO MONTIANO, CORRADO PASSERA: uomo di massima fiducia di Mario Monti e di tutto l’apparato che insieme rappresentano.

La vicenda è ben illustrata nel seguente articolo di Libero Quotidiano, un giornale che da sempre strizza l’occhio e da spazio ai leghisti: “Tosi: se Berlusconi accetta Passera premier la Lega torna con il Pdl” (http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1153077/Tosi–se-Berlusconi-accetta-Passera-premier-la-Lega-torna-con-il-Pdl.html)

Per l’amatissimo (dai leghisti) sindaco di Verona Flavio Tosi l’uomo giusto, “super parties” per governare il paese… è il banchiere CORRADO PASSERA: che FORSE è super-parties rispetto ai partiti, ma dubitiamo fortemente (diciamo così) che lo sia rispetto ai poteri forti internazionali ed elitari che sostengono Mario Monti, alias Bilderberg e company.

IL FATTO CHE I LEGHISTI CHIEDANO A BERLUSCONI DI CANDIDARE CORRADO PASSERA è UN OTTIMO INDICATORE DI QUANTO QUESTO MOVIMENTO SIA, AL DI LA’ DELLE BELLE PAROLE, LEGATO ALLE LOGICHE DI SPARTIZIONE DEL POTERE E CONNIVENTE CON GLI STESSI ‘POTERI’ CHE SOSTENGONO DI COMBATTERE…

Non ci dilunghiamo ulteriormente, perché siamo sicuri che coloro che “vogliono capire” abbiano già capito cosa intendiamo comunicarvi, o meglio le logiche deduzioni del ‘caso’. Proporre quale candidato premier del centrodestra il ‘braccio destro‘ di Mario Morti non è un dato opinabile e lascia capire pie-na-men-te quali siano i rapporti dei leghisti con l’alta finanza. Vedi i termini “accordo”, “spartizione” e “connivenza”.

Se la Lega Nord avesse proposto la candidatura di Berlusconi (al di la delle idee) bene o male sarebbero comunque stati coerenti con la strategia portata avanti fino ad oggi, ma la proposta candidatura del super-banchiere Corrado Passera stona IMMENSAMENTE con le recenti sparate anti-montiane della Lega Nord: ed è la PROVA della connivenza con il sistema dei principali esponenti leghisti.

Questo fuga ogni dubbio sulla reale natura della Lega Nord, nel caso che qualcuno avesse ancora qualche dubbio. Noi non ne avevamo, in quanto il fatto che quel partito non affronti mai “certe questioni” ed il modo in cui ne affronta altre è pienamente sufficiente per trarre le deduzioni del caso.

La Lega Nord continua a sopravvivere al nord, dove aveva raggiunto la “doppia cifra” è solo perché ha invaso molti aspetti della vita dei propri militanti, compreso gli ‘spazi sociali': la sagra del maiale, quella della polenta, le varie feste leghiste, Miss Padania, le varie “associazioni padane”, quella degli imprenditori, dei ciclisti etc. Ci sono molti militanti leghisti che se uscissero dal contesto sociale del partito dovrebbero rinunciare agli spazi sociali: il loro giro di amicizie e frequentazioni è interno al partito, e per non “isolarsi socialmente” viene scelto di “passare sopra” alle varie porcate:

I leghisti che hanno accettato il fatto che i 4 Ministri leghisti del precedente governo non abbiano mantenuto alcuna promessa fatta alla base, genuflettendosi all’altare del berlusconismo, possono accettare di tutto.

Hanno avallato tutte le leggi ad personam di Berlusconi senza risolvere la questione immigrazione (affrontata solo con slogan razzisti e vuota propaganda) hanno tagliato pesantemente il compartimento Sicurezza che avevano promesso di migliorare; hanno aumentato i poteri di Equitalia dopo che a Pontida avevano promesso alla base che avrebbero fatto l’esatto contrario…

Che i colonnelli cerchino di mantenere la propria posizione di privilegio e potere è quasi comprensibile, ma cosa spinga alcuni cittadini a dare ancora fiducia a questa gente dobbiamo ancora capirlo. Un’idea è quella citata sopra: il legame dei militanti con il tessuto sociale del movimento: un’altra idea è l’ignoranza a livelli SIDERALI…

Staff nocensura.com

Share on Tumblr

4 thoughts on “La Lega Nord si dichiara contro Monti… e poi vuole PASSERA premier!

  1. l’uncica cosa che fanno e’ aiutare i loro parenti
    e non sono del sud ma di modena e purtroppo votai lega nord alle ultime elezioni
    che schifo!!!!
    dopo che la moglie di bossi e’ andata in pensione a 29 anni ,bossi vuole portare tutte le donne in italia in pensione a 65 anni e con una pensione sempre piu’ povera
    capisco il perche’ di tante guerre
    giovani ma ci siete o state ancora giocando con i puffi?
    svegliatevi e ribellatevi
    39 anni mi hanno fatto presente
    e comunque uno scandalo lo stesso

  2. Secondo voi Gianfranco Fini, voluto da loro a ricoprire questa carica, viene ora accusato di non essere piu’ imparziale solo per il fatto di non far piu’ parte del loro schieramento polico oppure perche’ secondo loro super-partes vuol dire per forza essere del P.D.L. o della Lega Nord? Buone Feste a tutti indipendentemente da come la pensate.
    Dex Jack effettivamente hai ragione l’ho impostata male. Intendevo comunque dire se per loro il termine super-partes vuol dire che bisogna essere per forza di un partito dell’ttuale maggioranza. Ti ringrazio per la precisazione.
    Volevo inoltre far notare che l’abitudine di far occupare le poltrone di entrambi i rami del parlamento da esponenti di maggioranza e’ cominciata con l’avvento di Berlusconi in politica. Fino al 1993 uno dei 2 rami del parlamento e’ sempre stato lasciato all’opposizione.

  3. Bossi ha detto che ha provato ad aprire una sede in Calabria, ma poi sono arrivati gli ndranghetani e ha dovuto farla chiudere….Quanta gente voterebbe la Lega Nord se essa si presentasse alle elezioni in tutte le regioni del Centro-Sud? E’ possibile che possano prendere molti voti (magari molti meridionali, “stanchi” di tutte queste prese di posizione anti-sud, voterebbero la Lega Nord per far sì che il Nord possa finalmente staccarsi ed andare per conto suo) oppure sarebbe solo un buco nell’acqua?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>