Tre facce, un solo programma

Tre facce, un solo programma

Autore: Blog di Beppe Grillo

bersani_monti_berlusca.jpg “Non appena insediato, lo avevamo definito il governo della vasellina, ma Mario Monti ha saputo andare ben oltre trasformandosi in un secchio di vasellina. Per lui è stato molto facile sostituirsi ad un personaggio ormai sputtanato, apparendo come il “Salvatore della Patria“. Con manierismi e garbatezze, è riuscito a portare avanti gli interessi della classe cui appartiene (lui è un banchiere) e ha salvaguardato gli interessi di coloro che stanno alle sue spalle. Il Paese è rimasto perplesso, ma poco per volta ha capito che Mario Monti non faceva altro che far suo il programma di Silvio Berlusconi che per vigliaccheria non aveva avuto il coraggio di imporre. Ma capiti i due personaggi, il vero pericolo viene dal pd (menoelle, ndr). Perchè a questo punto interviene il terzo personaggio, Bersani. Tutti e tre hanno più o meno le stesse vedute. Anche Bersani è per il buco nella Valle di Susa, per i licenziamenti facili, lo svuotamento progressivo dello stato sociale, l’acquisto degli F35: vogliono le stesse cose. Anche in politica estera ha delle vedute che hanno radici nel passato. Berlinguer sosteneva di sentirsi più sicuro protetto dall’ombrello atomico americano, il ché è tutto dire. Bersani parla il meno possibile di questi argomenti, preferendo rifarsi ad altri temi: quelli della democrazia interna ad altri gruppi politici. Dimenticando che negli ultimi 20 anni, all’interno prima del PdS, poi dei DS, oggi del pd (menoelle, ndr) non si è mosso nulla, non si è mossa foglia che Massimo D’alema non lo volesse. Per Mario Monti è stato facile sostituire un personaggio ormai impresentabile facendo la parte del “Salvatore della Patria“, però, fuori dagli equivoci, appare chiaro che i programmi suoi e quelli di Bersani e Berlusconi coincidono.” Mario Albanesi

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

2 thoughts on “Tre facce, un solo programma

  1. ROMA (Reuters) – Durissime accuse al governo sono state lanciate oggi da Antonio Di Pietro, leader dell’Idv all’opposizione, oggi alla Camera, durante le dichiarazioni di voto sul decreto legge sulle semplificazioni burocratiche.

    Contestando la politica economica dell’esecutivo di Mario Monti, Di Pietro ha detto che “vi sono persone che non arrivano a fine mese che si stanno suicidando. Lei ce li ha sulla coscienza questi suicidi, perché lei sta usando due pesi e due misure”.

    “Dovevate rimettere a posto i conti, ma dovevate anche far pagare il conto a chi il conto poteva pagarlo e non sempre ai più deboli e soprattutto ai più onesti”, ha detto il leader Idv.

    Di Pietro accusa Monti di avere cercato di rimettere a posto i conti pubblici e ridare credibilità internazionale all’Italia aumentando la pressione fiscale sulle fasce a reddito più basso e facendo una riforma del mercato del lavoro penalizzante per i lavoratori.

    (Roberto Landucci)

    —–
    A tutto questo aggiungo una notizia letta sul giornale: anche gli anziani che abitano in casa di cura dovranno pagare l’IMU come seconda casa….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre × 8 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>