Monti bocciato in Europa: l’IMU è iniqua

Autore: ByoBlu – Il video blog di Claudio Messora

IMU ISTRUZIONI

 Il professore bocciato a casa sua: in Europa. L’Imu è una tassa iniqua e impoverisce gli italiani. A dirlo non siamo più noi, poveri sudditi vessati dall’ossessione per l’austerità di un sovrano eletto per diritto divino, ma il Rapporto Ue 2012 su Occupazione e sviluppi sociali, "Le tasse sulla proprietà aumentano la povertà in Italia".

 Secondo il commissario degli Affari Sociali, Laszlo Andor, per rendere l’Imu una tassa più equa andrebbero aggiornati i valori catastali, le deduzioni non legate alla capacità dei contribuenti a fronteggiare la tassa sul reddito e la definizione della residenza primaria e secondaria. L’Europa dice oggi quello che Byoblu.com aveva detto il 2 marzo 2012: "E questa Imu sarebbe una tassa equa??". Ma ormai abbiamo i calzini bucati. 

 A che serve tanta burocrazia? A confermare quello che i cittadini sanno già, spontaneamente, di per sé stessi?

2 thoughts on “Monti bocciato in Europa: l’IMU è iniqua

  1. vorrei farmi bocciare per andare in classe con due miei amici.. mi annoio troppo nella mia classe lo so faccio una pazzia… xò perchè passare le mie giornate in un posto dove mi annoio.. invece che perdere un anno e divertirmi?
    ma tanto io a casa non ho un kazzo da fare… quindi se sto un anno in più p in meno non mi cambiaa un bel niente

  2. Io conosco tanti prof matti che non sanno neanche loro come hanno fatto ad ottenere una cattedra da liceo e regalano tutti i voti, poi ne ho trovata una che mi ha preso di mira e anche se ho fatto interrogazioni da 8 mi ha sempre messo 4 e mi vuole bocciare a tutti costi.
    Ma secondo voi non sarebbe più giusto se anche noi potessimo dare un voto a questi prof da strapazzo? Stellina!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + = 7

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>