Autore: IlSoftware.it

Le idi di marzo di Microsoft Messenger stanno per arrivare. Come anticipato a novembre, Messenger a breve cesserà di esistere, rimpiazzato in toto da Skype, acquisito dall’azienda di Steve Ballmer per 8,5 miliardi di dollari a fine 2011 (Microsoft e Skype: Messenger andrà in pensione a marzo).
Da quest’oggi si conosce anche la data esatta in cui Microsoft, eccezion fatta per il mercato cinese, procederà al “ritiro” di Messenger: il 15 marzo 2013. Così, dopo 12 anni di servizio, Messenger lascia spazio a quello che ormai ne è a pieno titolo il successore: Skype. Già con il lancio di Skype 6.0, gli utenti del software per l’effettuazione di chiamate VoIP, per l’avvio di videoconferenze e per l’invio di messaggi istantanei possono importare tutti i contatti di Windows Live Messenger fruendo di un’unica interfaccia per la gestione delle comunicazioni online (la versione di Skype che consente di trasferire i contatti Messenger è scaricabile gratuitamente e in italiano da questa pagina).

Installate Skype ed effettuate il login utilizzando l’account sino ad oggi impiegato per connettervi con Messenger“, ricorda Microsoft in una comunicazione. “Avrete tutti i vostri contatti immediatamente a portata di mano“.

Quando i contatti Messenger migreranno a Skype, sarà possibile utilizzare il software anche per effettuare videochiamate e servirsi delle funzionalità più evolute offerte dal software ora di proprietà di Microsoft.

Dopo il 15 marzo prossimo non sarà più possibile effettuare il login su Messenger e l’unica possibilità offerta da Microsoft sarà la migrazione a Skype. Nel caso in cui l’utente di Messenger tentasse comunque il login, il software di messaggistica esporrà un messaggio di avviso e verrà automaticamente proposta l’installazione della versione più aggiornata di Skype (Messenger verrà contemporaneamente disinstallato dal sistema in uso).