Diretta da Palermo: Restitution Day!

Autore: Blog di Beppe Grillo

I 15 cittadini portavoce a 5 Stelle eletti alla Regione Siciliana, dopo aver restituito quasi un milione di rimborsi elettorali, restituiscono oltre il 70% del loro stipendio alla Regione, esattamente come promesso in campagna elettorale. Solo questo mese il MoVimento 5 Stelle ha restituito 123.000 euro. Ogni mese oltre il 70% di ogni eletto verrà restituito. Alla conferenza stampa in diretta a partire dalle 10.30 parteciperà anche l’Assessore alle Attività Produttive Vancheri che si impegnerà a far partire il fondo regionale di microcredito per l’impresa cui saranno destinati i soldi restituiti.

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

9 thoughts on “Diretta da Palermo: Restitution Day!

  1. mi consigliate un libro o un autore di celebri poesie che parlano della natura e del rapporto tra uomo e natura, devo associare queste poesie a delle fotografie, quindi mi serve qualcosa che evochi delle immagini. Cmq mandatemi tutto quello che a voi piace e ha creato delle particolari emozioni! XD grazie mille

  2. Quando leggi un libro del tuo autore preferito riesci a giudicarlo in modo obiettivo o ti senti condizionato e tendi quindi a difenderlo ad ogni costo o a non vederne i difetti?
    C’è un libro del vostro autore preferito che non vi è piaciuto?

    Buona serata.

  3. scusate se ho messo questa domanda in questa categoria ma non sapevo proprio dove metterla!

    per caso hai copiato citazioni di wikipedia?

  4. Pietro Crisafulli accusa «la politica, dal premier al presidente della Regione Siciliana, di avere promesso senza mantenere». «Adesso – aggiunge – quando porterò mio fratello in Belgio con un camper il governo dovrà intervenire in extremis, come ha fatto con Eluana Englaro, per salvare la vita di Salvatore». Crisafulli accusa anche «la Chiesa di non avere fatto alcunché» per suo fratello.

    «Siamo rimasti soli e non possiamo più aiutarlo, perché Salvatore ha bisogno di aiuto 24 ore su 24. Non possiamo fare altro, ci hanno abbandonati al nostro destino, allora meglio farlo morire»
    Crisafulli, in realtà chiede maggiori aiuti perchè da solo non riesce a prendersi cura del fratelo malato.

    L’Eutanasia è un segnale che si fa poco per sostenere in Italia gli ammalati, specie i più gravi.
    Le istituzioni si dimenticano di queste persone e delle loro famiglie.

  5. ciao,sono in servizio presso la pubblica amministrazione e per precisione lavoro alla regione siciliana in cat.A1 (ho sempre svolto mansioni superiori). La mia domanda è questa,pur avendo un contratto a tempo determinato che scadrebbe nel 2011 e iniziato nel gennaio 2006, se dovessi licenziarmi adesso mi spetterebbe la LIQUIDAZIONE???? HELP,grazie mille

  6. Quella che fino al 1945 era detta Patria aveva, tra i suoi principali nemici, i filoborbonici (estinti da tempo), i cattolici, i comunisti (in nome dell’internazionalismo proletario), i separatisti siciliani: non dimentichiamo che la regione autonoma siciliana (con larghissima autonomia) fu istituita per il timore che il separatismo siciliano portasse la Sicilia fuori dallo stato italiano. I sostenitori della patria e dello stato unitario erano decisamente di destra. Oggi lo stato unitario ed il concetto di patria hanno tra i loro principali sostenitori un comunista (Napolitano), e svariati cattolici di varie tendenze. Nemici dello stato unitario esponenti della Lega Nord (ora molto squalificata), e soprattutto cittadini delle regioni settentrionali, quelle che diedero la maggior parte dei patrioti (non dimentichiamo che Bergamo fu detta “la città dei Mille”, per i suoi numerosissimi garibaldini).
    Ho letto di recente “I vecchi e i giovani” di Pirandello. E’ un romanzo ambientato in Sicilia, un trentennio dopo l’impresa garibaldina, ed evidenzia come lo stato unitario facesse schifo già allora (erano i tempi dello scandalo della Banca Romana, e dei fasci siciliani), ed in particolare facesse schifo ai patrioti.
    Mi piacerebbe sentire un dibattito (colto e ragionato, non propaganda) in materia.
    Napolitano aveva elogiato i carri armati sovietici a Budapest, e non mi risulta che abbia fatto ammenda. Cerca semplicemente di approfittare del tempo che passa, e che fa dimenticare certe cose. E, da buon comunista, è ovviamente ostile ad un movimento che dovrebbe essere molto di destra come la Lega, anche se poi quest’ultima è completamente squalificata dai suoi esponenti di spicco, privi di cultura, di capacità politiche, di principi morali, veri esponenti della bassa qualità del tipico rappresentante della plebaglia italica.
    Ci sono poi i cattolici (in gran parte cattocomunisti), che hanno compreso che la repubblica italiana, fondata su un solidarismo figlio dell’incontro delle ideologie marxista e cattolica, rappresenta per loro il migliore terreno sul quale muoversi, sia dal punto di vista politico (potere), che economico (corruzione e sottogoverno).
    Nella mia pessima opinione su Garibaldi ero rimasto alla sua attività di ladro di bestiame (pare che come punizione gli

  7. La famosa torta Setteveli viene considerata una torta siciliana….invece è un marchio registrato ed una invenzione di 3 pasticceri che lavorano in altre regioni d’ Italia….perchè quindi la Setteveli è considerata siciliana?
    Non voglio fare il saputo…ma la setteveli non è siciliana :) vai sul sito…www.setteveli.it

  8. Quali sono i bandi? Quando si tengono? Si fanno per forza in Sicilia o anche fuori? Occorre la residenza? Il regolamento della Regione Siciliana dove lo posso trovare?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− tre = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>