I sommergibili di Monti. A ‘Presa di posizione’ l’analisi di Antonello Caporale

I sommergibili di Monti. A ‘Presa di posizione’ l’analisi di Antonello Caporale

Autore: Uploads by antefattoblog

A cosa serve un sommergibile? A fare la guerra. E l'Italia ne ha comprati due al costo di 2 miliardo di euro. Ma con una società in crisi il governo non dovrebbe pensare meglio ai propri investimenti? Meglio ricordarselo nella cabina elettorale
From:
antefattoblog
Views:
512
36
ratings
Time:
02:05
More in
News & Politics

8 thoughts on “I sommergibili di Monti. A ‘Presa di posizione’ l’analisi di Antonello Caporale

  1. Ce tra di voi un esperto che mi saprebbe dire che significato anno le parole di antonello in questo brano?

  2. Tra un paio di settimane riprende il campionato e con esso le trasmissioni tv e radiofoniche…A proprosito di quest’ultime, c’è una trasmissione che quest’anno compie ben 50 anni, tutto il calcio minuto per minuto. In questi 50 anni, tutto il calcio, ha raccontato il calcio, con le sue splendide voci, Ciotti, Ameri, Provanzali, facendoci vivere emozioni incredibili. Oggi nel tempo delle pay tv, del calcio su sky, la magia di tutto il calcio minuto per minuto continua, dopo l’addio di Sandro Ciotti e Enrico Ameri, si è formata una nuova coppia di voci molto interessante e preparata che risponde al nome di Riccardo Cucchi e Francesco Repice. Accanto a loro, tanti altri radiocronisti, esperti e preparati, come GiulioDelfino, Antonello Orlando,Giuseppe Bisantis,e tanti altri che domenica dopo domenica, minuto dopo minuto ci raccontano le partite di calcio.
    Possiamo oggi definire questa trasmissione sportiva come la migliore di sempre?

  3. Antonello Zappadu riguardo Villa Certosa siano pubblicati anche su tutte le testate giornalistiche Italiani.

  4. Ho ascoltato un pezzo di Antonello Venditti bellissimo, ma non so il titolo, dunque in pratica parla di una donna e che lui l’amerà per sempre, e il ritornello cita un nome o qualcosa del genere, ma non ho ben capito quale, qualcuno di voi mi può aiutare????? Grazie

  5. Tra questi?
    Eros Ramazzotti
    Raf
    Laura Pausini
    Marco Masini
    Antonello Venditti
    Gianluca Grignani
    Biagio Antonacci
    Bryan Adams
    Phil Collins
    Modà
    Giorgia
    Nek
    Valerio Scanu
    Claudio Baglioni
    Vasco Rossi
    Jovanotti
    Max Pezzali
    Gino Paoli
    Studio 3
    Michele Zarillo
    Massimo di Cataldo
    Ivana Spagna
    Elisa
    Witney Houston
    Gigi d’Alessio
    Mauro Ermanno Giovanardi

    Mettetene anche altri, anche perchè ho messo pochi nomi stranieri. Scrivete il titolo della canzone, e il momento a cui l’associate.

  6. Ciao ragazzi … io sono della Roma e credo che come tifoso più rappresentativo potrei dire sicuramente Antonello Venditti …
    e per voi chi è il tifoso più rappresentativo della vostra squadra ?
    Un saluto a tutti !

    PS: se avete voglia di litigare o di iniziare a scrivere cose contro la Roma ecc ecc non rispondete proprio perchè io questa la reputo solo una domanda curiosa per sapere anche come la pensano gli altri .. e non voglio accusare niente e nessuno ! -Gio-

  7. Foto, mine e trappoloni

    Nessuno oggi è in grado di dire se il governo di Silvio Berlusconi riuscirà a sopravvivere al Noemi-Gate. Le centinaia di foto, scattate dal fotoreporter sardo Antonello Zappadu, a villa La Certosa e offerte a una serie di giornali italiani e esteri per la cifra record di un milione e mezzo di euro, rappresentano una mina che potrebbe presto costringere il premier alle dimissioni. Accanto alle immagini che ritraggano il presidente del Consiglio mentre scende dagli aerei di Stato in compagnia del suo fidato menestrello Mariano Apicella, ve ne sono altre, spiegano gli inviati de “La Stampa” e del “Corriere della Sera”, Guido Ruotolo e Fiorenza Sarzanini, che immortalano l’ultima festa di capodanno in cui era presente, con altre giovanissime, anche la pupilla di Berlusconi, Noemi Letizia. E soprattutto vi sono scatti che riguardano la vacanza trascorsa in Sardegna, nel maggio del 2008, dall’allora primo ministro ceco Mirek Topolanek. In molte di queste immagini compaiono decine di ragazze in costume da bagno o in topless.

    Per impedirne la pubblicazione l’onorevole avvocato Niccolò Ghedini ha ottenuto il sequestro del materiale da parte della procura di Roma. Berlusconi, insomma, deve ringraziare gli odiati pm se le foto non sono ancora di pubblico dominio. Ma non è difficile prevedere che prima o poi, e con tutta probabilità all’estero, le immagini (digitali, e quindi facilmente duplicabili) finiranno sui giornali.

    Il Cavaliere teme in particolare gli scatti che ritraggono le vacanze in villa dell’ex collega Topolanek. Se nella puritana opinione pubblica mondiale passa l’idea che i capi di Stato e di governo suoi ospiti partecipano a feste “piccanti” (per utilizzare un termine caro a Berlusconi), ben difficilmente in futuro le delegazioni degli Stati esteri vorranno continuare ad avere rapporti troppo ravvicinati con lui. Il premier rischia, insomma, di diventare una sorta di appestato internazionale da evitare a tutti i costi, magari già a partire dal prossimo G8.

    Gli uomini del leader del Pdl comunque non se ne stanno con le mani in mano. Si stanno studiando contromosse ad elevato impatto mediatico. E in molti giornali ci si chiede chi ci sia dietro le ormai numerose soubrette, o presunte tali, che si fanno sempre più spesso vive con le redazioni offrendo rivelazioni in cambio di denaro. La sensazione è che in molti casi si tratti di polpette avvelenate. Qualcuno insomma starebbe cercando di costruire prove (false) per dimostrare che le notizie riguardanti Berlusconi vengono pagate. Evitare il trappolone è comunque semplice: i giornalisti devono solo ricordare che gli scoop non si comprano, ma si guadagnano consumando la suola delle scarpe.

    L’harem di Berlusconi – L’inchiesta di Peter Gomez e Marco Lillo (da l’Espresso in edicola)
    Jet privati, gioielli in regalo, gettone di presenza e shopping offerto. Così 50 ragazze sono state radunate per il Capodanno di Villa Certosa. Dove il Cavaliere le ha intrattenute tra politica, canti e balli…

    http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/

  8. da sorrisi e canzoni Tv

    ESCLUSIVO : Jovanotti riunisce i grandi della musica italiana per i terremotati. Il diario del «dietro le quinte»
    di redazione sorrisi

    I più grandi nomi della musica italiana si sono dati appuntamento in uno studio di registrazione milanese per incidere «Domani», un singolo benefico il cui ricavato andrà ai terremotati dell’Abruzzo. L’operazione, dalle dimensioni senza precedenti in Italia, è stata lanciata da Jovanotti e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro. Al loro appello hanno risposto quasi tutti.

    E così, da lunedì, alle Officine Meccaniche di Milano, è un continuo viavai di cantanti e musicisti che, in un’atmosfera rilassata, incidono a turno il proprio contributo, sotto la supervisione di Mauro Pagani, autore di «Domani» e proprietario dello studio di registrazione.

    Al momento di registrare i cori, Jovanotti indossa la cuffia e, proprio come Quincy Jones in «We Are The World», si improvvisa direttore d’orchestra, a beneficio delle telecamere dirette da Ambrogio Lo Giudice. Nel brano, Lorenzo interpreta un inciso rap insieme con Frankie Hi-Nrg, Caparezza e J-Ax.
    Il lunghissimo elenco dei presenti, oltre a Jovanotti e ai Negramaro, include circa 50 artisti, tra cui Tiziano Ferro, Ligabue, Claudio Baglioni, Gianna Nannini, Francesco Renga, Cesare Cremonini, Elisa, Gianni Morandi, Massimo Ranieri, Al Bano, Roberto Vecchioni, Max Pezzali, Giorgia, Franco Battiato, Piero Pelù, Giusy Ferreri, Antonello Venditti, Samuele Bersani, Negrita, Mango, Eugenio Finardi, Giuliano Palma, Carmen Consoli, Ron, Dolcenera, Fabri Fibra, Gianluca Grignani e Morgan. Canta anche Caterina Caselli, che pubblicherà il singolo sulla sua etichetta Sugar («Domani» sarà disponibile come download intorno al 10 maggio), mentre Laura Pausini è attesa per domani, quando si concluderà questa straordinaria «tre giorni» musicale.

    Per molti degli artisti presenti è l’occasione per ritrovarsi e passare qualche ora in armonia. C’è pure chi, come Max Pezzali, si è portato dietro il figlio di 7 mesi. Della compagnia fa parte anche lo scrittore Paolo Giordano, autore de «La solitudine dei numeri primi». A lui è stato affidato il compito di raccontare l’evento in un libro fotografico, che uscirà dopo l’estate.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>