Altro che Imu: cosa non ha fatto il governo Monti per la casa


Autore: Il Fatto Quotidiano

Il governo Monti non ha fatto praticamente nulla per l’edilizia abitativa a condizioni più favorevoli di quelle di mercato. Come l’esecutivo precedente. Esigue le risorse destinate al piano nazionale per la riqualificazione delle aree urbane degradate. Proroga degli sfratti solo per poche famiglie.

di Raffaele Lungarella* (lavoce.info)

Edilizia sociale al palo

Il resoconto del suo anno di attività pubblicato dal Governo, mette in luce la sostanziale continuità con l’inazione del governo Berlusconi nel campo dell’edilizia abitativa a condizioni più abbordabili di quelle di mercato. Sul disimpegno del Governo Monti, molto deve avere influito il proposito del ministro Passera, competente per materia, di chiamarsi fuori dalle politiche per la casa, ritenendole un compito degli enti locali.
La sola iniziativa programmata e avviata è il piano nazionale per le città, finalizzato a riqualificare le aree urbane degradate. Potrebbe produrre anche un’offerta di alloggi sociali, ma le risorse con cui è stato finanziato sono relativamente esigue (240 milioni di euro circa) e sono state stornate da altri programmi destinati all’ediliza abitativa.

Dubbi si possono nutrire anche sugli effetti “sociali” dell’eliminazione del tetto del 40 per cento alla partecipazione del Fondo investimento per l’abitare, della Cassa depositi e prestiti, agli investimenti dei fondi immobiliariari locali. Sull’efficacia di questa decisione qualche perplessità deve averla anche il Governo, visto che non l’ha menzionata nel suo resoconto.

La questione sfratti

La stessa sorte di non essere citata nel documento del Governo è toccata anche alla proroga (al prossimo 31 dicembre ) degli sfratti per finita locazione a favore di famiglie che versano in condizioni di disagio particolarmente gravi, residenti nei comuni capoluogo di provincia e limitrofi (con almeno 10mila abitanti) e in quelli ad alta tensione abitativa. È l’unica misura assunta per fronteggiare un’emergenza che diventa sempre più acuta, ma della quale potrà usufruire un numero esiguo di famiglie.
La “questione delle abitazioni” è sostanzialmente assente anche nell’agenda Monti: è vagamente evocata (“va favorito l’accesso alla casa”) nel capitoletto sulla famiglia in una società che cambia.

Autovalutazione del Governo sulle politiche per la casa

*Raffaele Lungarella, laureato in scienze statistiche ed economiche, è stato docente a contratto di economia applicata nell’università di Modena e Reggio Emilia, dove è stato anche cultore della materia di economia politica. Ha diretto il nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici della regione Emilia-Romagna; dello stesso ente è stato responsabile dei servizi politiche abitative e lavori pubblici. È stato anche responsabile del servizio finanziamenti per l’innovazione tecnologica di una società finanziaria. Ora è in pensione.

Share on Tumblr

3 thoughts on “Altro che Imu: cosa non ha fatto il governo Monti per la casa

  1. ci sono persone sensibili e altre ansiose che sentono notizie tragiche su possibili maremoti e terremoti,ma vi sembra giusto fare troppo allarmismo?
    non dico che sono fesserie,perchè sarei uno stupido,ma la maggior parte delle cose sono solo supposizioni e probabilita’,mi riferisco ai terremoti che sono previsti per il sud italia,solo la natura sa’ come andranno le cose,cmq,speriamo che quelle ipotesi non siano veritiere,gia’ l’italia sta soffrendo abbastanza tra la crisi,il terremoto in emilia-romagna e poi sento dire della parata militare e mi rivolta lo stomaco,che schifo! spendete quei soldi per le povere persone vittime del sisma!!!!!!
    non aggiungo altro
    un costo irrisorio?
    anche se fosse cosi’,quei soldi aiuterebbero un sacco di persone che sono rimaste senza casa
    un costo irrisorio?
    anche se fosse cosi’,quei soldi aiuterebbero un sacco di persone che sono rimaste senza casa

  2. Una nota particolare per la Sinistra Italica (a cui un tempo remoto credevo)

    Una Sinistra (il PD): Inetta, incapace, Sodoma e Gomorra che per distrarvi dai problemi reali vi riempie il cervello sui problemi dei PACS facendovi pensare solo a: PeDe…, gay, lesbiche e viados o demonizzando all’estremo gli avversari politici, seminando odio in tutto il paese, nascondendo la loro incapacità cronica di affrontare e risolvere i problemi reali. Non avete più niente di sinistra, amate solamente generare il caos per poi ergervi a salvatori della patria… siete dei lavativi e mentitori di professione indisponenti, ma i più rincoglioniti sono quelli che vi votano ancora… sperando di raccogliere qualche briciola al passaggio delle vostre dorate carrozze.

    La Sinistra Italica è la principale fautrice dell’impoverimento degli Italiani con il desiderio ossessionante di aumentare le tasse alla classe media/ media bassa e per questo principale alleato di Monti, perché solo riducendo molti Italiani in povertà, eliminando la classe media, può avere un futuro e raccogliere voti, con ll’ unicoperverso scopo… salvare poltrone e privilegi della casta per sé e per i loro affiliati rimanendo attaccati ai poteri forti.

    Se quello che ha fatto Monti agli Italiani in questo anno, l’ avesse fatto Berlusconi lo avreste, con una sollevazione popolare, ghigliottinato con furore, ma lo ha fatto Monti, lui si che rappresenta i poteri forti (l’ Olimpo dove dimora il Gruppo Bilderberg, la Trilateral, ed il Nuovo Ordine Mondiale) quindi abbassate i pantaloni, e… senza fiatare, subite l’ inchiapettamento selvaggio degli Dei dell’ Olimpo facendo i servili chierichetti, per restare alla loro corte. Se poi qualcuno protesta e va controcorrente, lo tacciate sprezzantemente di populismo…. ma vi siete bevuto il cervello ? siete voi, nomenclatura di sinistra, dei babbioni da ricovero.

    Qualcuno di voi è andato nelle case dei pensionati che per pagare l’ Imu hanno il frigo vuoto da settimane ? o nelle case di chi ha perso il lavoro, che non riesce a dormire pensando ad una soluzione (utopica) su come far mangiare i suoi figli ? (sono oltre ottocentomila solo quest”anno quelli che hanno perso il lavoro grazie alle riforme Monti) Andate nelle auto (diventate abitazioni) di chi ha perso tutto (fabbrica, casa ecc..) perché lo stato non paga le fatture e le banche non concedono crediti… cosa gli è concesso a questa gente oltre il suicidio ? E voi Nomenclatura di Sinistra che fate ? intonate l’ inno di gloria a Monti ? (posso dirvelo in volgo ?… siete delle merdacce!).

    Grazie per la comprensione.

  3. è possibile che l’Italia si sia ridotta in questo stato senza che nessuno intervenisse sul debito pubblico? è possibile che nessuno si sia accorto che la crescita del nostro paese sia stata sostenuta da un’innaturale spesa pubblica (tra l’altro fatta male)? cosa si può fare ora per salvare il paese? un livello di tassazione troppo alto deprimerebbe ancora di più la crescita, di contro non è possibile spendere ancora soldi pubblici. Quali sono le possibili soluzioni? e come mai in tema di evasione fiscale non si sia mai intervenuti seriamente?
    @giuglu…si certamente sarebbe un primo passo
    @leonhart…un discorso senza punteggiatura ma commovente. Il senso lo abbiamo capito un po’ tutti però. non temere, questo è già un paese per vecchi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>