Autore: Il Fatto Quotidiano

E’ stato depositato al gip Riccardo Ricciardi il documento con il quale i pm di Palermo hanno chiesto di distruggere, come ordinato dalla Consulta, le intercettazioni delle conversazioni tra l’ex ministro dell’interno Nicola Mancino e il capo dello stato Giorgio Napolitano. Il giudice dovrà adesso nominare un perito per la procedura di distruzione che avverrà senza il contraddittorio delle parti come disposto dai giudici della Corte Costituzionale. Il perito dovrà estrapolare le conversazioni dal server nel quale sono contenute, poi verranno ascoltate dal giudice e infine eliminate. La procedura si dovrebbe concludere entro un paio di settimane.