Autore: IlSoftware.it

Una cessione che sorprende forse solo per i nomi in gioco, se pure perfettamente in linea con una strategia d’azienda da tempo annunciata e perseguita.
Cisco ha raggiunto infatti un accordo definitivo per cedere il suo business dei router per il mercato home, vale a dire quelli della divisione Linksys, a Belkin.

In realtà, già dal mese di dicembre Cisco aveva affidato a Barclays l’incarico di trovare un acquirente per gli asset di Linksys, pur nella consapevolezza che non avrebbe mai compensato i 500 milioni di dollari spesi ormai 10 anni fa per rilevare la società.

Quella che allora era un’azienda innovativa, che indirizzava un mercato in espansione e che ancora garantiva margini interessanti, è ora una realtà che opera in un mercato tutto sommato maturo e con i margini molto più contenuti.

Tuttavia per Belkin, che dovrebbe chiudere l0operazione nel corso del mese di marzo, far propria Linksys porta con sé un valore non da poco: la conquista del 30 per cento del comparto networking per l’ambiente domestico e per lo small business americano.

Naturalmente, in questa fase nessuna delle due aziende ha reso noto il valore economico della transazione: entrambe tuttavia hanno dichiarato che al di là del passaggio di asset, l’accordo prevede anche una collaborazione strategica nell’ambito della distribuzione e dell’indirizzamento del fronte dei service provider.

Per Cisco, che nelle 24 ore precedenti questo annuncio aveva resa nota l’intenzione di investire nell’israeliana Intucell una conferma: il mercato consumer non è più nel suo perimetro.

www.01net.it