Workshop di Kyoto Club sul nuovo Conto Energia Termico


Autore: QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari

“Il nuovo conto energia termico e le opportunità per i privati e gli enti locali” è il titolo del corso che si svolgerà a Roma il prossimo 1 febbraio. Le opportunità che nuovo conto energia termico offre a privati ed Enti Locali. Tutti le informazioni per poter accedere agli incentivi.

Workshop Kyoto Club

Il nuovo conto energia termico e le opportunità per i privati e gli enti locali

Roma, 1 Febbraio 2013

Finalità del workshop
Il workshop mira a informare e formare i partecipanti sulle opportunità che il nuovo conto energia termico offre ai privati e agli Enti Locali, offrendo tutti gli elementi e strumenti necessari per poter accedere agli incentivi. Sarà esaminato in profondità con gli esperti l’intero programma di incentivazione, facendo un’analisi di costi e benefici su diversi casi di studio e per diverse tecnologie ammesse.

Destinatari del workshop
Il workshop è rivolto a professionisti, tecnici, commerciali di aziende, amministratori locali, imprenditori e manager di strutture e industrie di ogni categoria, con potere strategico e decisionale interessati ad approfondire le opportunità di riduzione di costi e di sviluppo di mercato, ESCo e professionisti consulenti nel settore energetico e imprenditori della filiera delle costruzioni e non che siano interessati ad accedere e proporre ai propri clienti dei progetti di tecnologie di produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Media partner: Qualenergia.it

Per maggiori informazioni e iscrizioni: Kyoto Club

8 thoughts on “Workshop di Kyoto Club sul nuovo Conto Energia Termico

  1. Ricordo che tanti anni fa lessi un bellissimo racconto di un autore contemporaneo italiano,in cui narrava la sua personale vicenda.
    Aveva perso il suo cane e lo ritrovò in un laboratorio di vivisezione, aperto con delle sonde dentro,ma vivo e muto,insieme a tanti altri.
    Il responsabile del laboratorio gli disse che i cani non si lamentavano perchè gli avevano tagliato le corde vocali.

    Non ricordo ne l’autore ne il titolo.

    Potete aiutarmi?

  2. Salve, vorrei sapere quali sono le più: Importanti e Famose società di Energia e Fotovoltaico in Italia. Un link o una lista scritta va benissimo
    Grazie mille !!

  3. E’ un po’ di giorni che sono giù ed oggi mi sono resa conto che è da diverse settimane che non ho quasi mai mangiato frutta e verdura. Può influire sul sentirmi più giù del solito ed oppressa?

  4. Leggo su molti siti e forum su internet che installare una potenza superiore a quella necessaria per coprire il tuo fabbisogno energetico annuo non conviene, perchè comunque l’energia non consumata che immetti in rete in regime di scambio sul posto alla fine la regali all’enel. Ma se tutta l’energia che io produco mi viene comunque pagata (anche se non la consumo) con gli incentivi del conto energia dal GSE a una tariffa molto conveniente (0.35-0.40 € / kwh prodotto) perchè non fare un mega impianto da 50 kwp che mi renderebbe tantissimi soldi? E’ vero che il tuo impianto non ha il rapporto spesa/guadagni ottimale perchè gran parte dell’energia immessa in rete non ti viene pagata, ma a parte questo perchè non conviene? Non capisco!

  5. Lo posso fare in qualsiasi zona? C’e’ il rischio che poi non funzioni nulla come è successo ad un mio amico che è dovuto andare in causa con una ditta di pannelli chenon permettevano di avere energia sufficiente? Pare che erano montati male ed in una zona ombrata ma io so che in alcune zone non è permesso fare impianti con pannelli.In ogni caso volevo sapere se è possibile fare impianti che consentono anche di fornire energia ad altri e che da quanto sapevo come fornitore di energia potevo anche guadagnare soldi.In pratica mi avevano detto che se facevo un impianto particolare diventavo fornitore di energia e quindi oltre a non pagare luce potevo guadagnare soldi fornendo energia.E’ vero? O ancora nel campo siamo indietro ed è meglio aspettare che inventino qualcosa di migliore a prezzi più bassi?

  6. DECRETO-LEGGE 22 giugno 2012 , n. 83
    Misure urgenti per la crescita del Paese. (12G0109)
    Art. 11
    Detrazioni per interventi di ristrutturazione
    e di efficientamento energetico
    … parla della possibilità di detrarre gli impianti fotovoltaici installati dal 15 giugno del 2012 al 15 giugno del 2013. Nel periodo indicato si ha la possibilità di detrarre dalle tasse il 50% della spesa netta, in un periodo di tempo di 10 anni.
    Inoltre questo non va ad influire sul godimento dell’ incentivazione statale previsto nel quinto conto energia.

  7. La nausea prodotta in questo paese da decenni di gestione pubblica clientelare e fallimentare ha fatto nascere per lecita reazione una mitologia secondo la quale la gestione privata volta al profitto anche su beni essenziali è sempre più conveniente ed efficiente. Sono state così privatizzate prima l’energia (gas, elettricità) poi l’acqua, proprio mentre in altri paesi, come recentemente in Francia e ancor prima in California, ci si accorgeva che la gestione privata è più onerosa e non per questo più efficiente.
    Ormai possiamo tirare qualche conclusione avendo anche noi sperimentato le gestioni private (spesso di multinazionali straniere): i cittadini hanno ricavato vantaggi da queste privatizzazioni? Quali concretamente?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>