Alessandrini, il magistrato (******) che nel 1970 indagava su Bilderberg e stragi di stato

Alessandrini, il magistrato (ucciso) che nel 1970 indagava su Bilderberg e stragi di stato

Autore: nocensura.com

Il video di Imposimato che parla dei legami tra gruppo Bilderberg e strategia della tensione e stragi ha fatto il giro del web: ma molti non hanno colto un particolare significativo che emerge dall'intervista:

Imposimato dichiara che il primo ad aver trovato legami tra Bilderberg e la strategia della tensione e le stragi di stato è stato Emilio Alessandrini: di cui lo stesso Imposimato dichiara di aver letto "un documento importantissimo"

Ecco la trascrizione: 

Intervistatore: Lei nelle sue indagini si è imbattuto nel gruppo Bilderberg 30 anni prima che lo conoscessimo tutti…”

Dr. Imposimato: Per la verità si era imbattuto Emilio Alessandrini, in un documento che io ho trovato miracolosamente e ho scritto questa parola che ho trovato in un documento del 67', e poi dopo che io ho scritto questo si è trovato questa riunione Bilderberg che si è verificata a Roma di cui nessun giornale ha parlato tranne la Dagospia. Quindi il gruppo Bilderberg bisogna vedere che scrive questo documento importantissimo che io ho citato tra virgolette nel… bhe dice che è uno dei responsabili della strategia della tensione, e quindi anche delle stragi, il gruppo Bilderberg: responsabile-delle-stragi (scandito)”

L'Emilio Alessandrini a cui fa riferimento il dr. Imposimato nell'intervista è il magistrato ucciso nel 1979, secondo la cosiddetta “versione ufficiale”, da un gruppo terroristico di estrema sinistra contiguo alle Brigate Rosse, Prima Linea. http://it.wikipedia.org/wiki/Omicidio_di_Emilio_Alessandrini

Ucciso dai brigatisti: come Aldo Moro… che voleva tornare alla moneta di stato, e che secondo molte fonti (vedi l'avv. Marra) sarebbe stato in realtà ucciso per questo. Non è strano che le brigate rosse uccidano sempre coloro che vogliono frenare gli interessi del sistema delle Banche Centrali, e quindi il fulcro del potere dell'élite (e del Bilderberg) ? Il terrorismo – sia di matrice nera, a cui fa riferimento Imposimato, che quello "rosso" – è sempre stato funzionale al sistema… o meglio, una creatura del sistema.

Staff nocensura.com

Video: Ferdinando Imposimato: "La Repubblica delle stragi impunite" (Completo)


Ferdinando Imposimato è uno dei più noti e storici magistrati italiani. Oggi presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, si è occupato, in ambito processuale, di alcuni dei casi più controversi della storia italiana: dal rapimento di Aldo Moro all'attentato a Papa Giovanni Paolo II, dall'omicidio Bachelet a quelli dei giudici Palma e Tartaglione, occupandosi quindi di mafia, camorra, terrorismo politico. Un indiscusso e profondo conoscitore di quell'intrecciato fenomeno che alle cronache risponde comunemente al nome di "strategia della tensione".
Nel breve video che vi presentiamo, Imposimato, con alcune secche dichiarazioni, delinea il quadro di una verità storica ormai accertata ma, è necessario dirlo, che si fatica a tradurre in azioni politiche per affrontare il sistema di potere ancora vigente in Italia.
Imposimato fa anche riferimento al famigerato Gruppo Bilderberg, ormai noto a tutti i complottisti che frequentano il web (e non solo), ma lo fa portando un elemento di estremo interesse. Il primo ad aver trovato un legame tra il Bilderberg e la strategia della tensione italiana fu il magistrato Emilio Alessandrini, ucciso nel 1979 da un gruppo terroristico di estrema sinistra contiguo alle Brigate Rosse, Prima Linea.
LEGGI TUTTO»»

6 thoughts on “Alessandrini, il magistrato (ucciso) che nel 1970 indagava su Bilderberg e stragi di stato

  1. Cerco titolo e autore di un libro per ragazzi, letto parecchi anni fa, edito da Salani nelle edizioni Gl’Istrici. Era la storia di un ragazzino in uno strano collegio, enorme e labirintico, con migliaia di stanze. Mentre esplora questi infiniti corridoi incontra un ragazzo che vive sotto una campana di vetro…. lo stile è quello surreale di Roald Dahl, ma non credo sia lui l’autore.
    Grazie a chiunque saprà aiutarmi!
    mi rendo conto di non avere molte informazioni… posso solo aggiungere di averlo letto alla fine degli anni ottanta…

  2. Nel senso che riesce a guadagnare abbastanza con i suoi romanzi da poterne fare una professione?
    Da profana di questo genere, ma sentendone spesso parlare, mi domando a chi e a cosa serva un romanzo che prende i personaggi inventati da un altro autore per inserirli in nuove storie, spesso scritte male e prive di originalità.
    Capisco che per il fan sia un modo di esternare la sua passione per un certo “universo” e relativi personaggi, ma non capisco chi le legge. Non vi pare che il solo fatto che dietro a quelle storie non ci sia l’autore originale renda il tutto un esercizio sterile, una pallida copia dell’immaginario altrui?

  3. Salve,

    come da titolo, c’è una canzone di diversi anni fa di cui non ricordo né titolo né autore (mi pare fosse di un gruppo britannico ma non ne sono sicura e non riesco assolutamente a ricordarne il nome) ma di cui ricordo il video.
    La canzone era abbastanza alternativa e in gran parte strumentale con un pianoforte come base; il video mostrava un uomo probabilmente fuori di senno in un tunnel dove passavano delle auto. L’uomo veniva investito (mi pare) dalle auto ma ogni volta si rialzava e continuava a passeggare in questo tunnel borbottando qualcosa, incurante delle auto che lo investivano. Dalle mie reminiscenze ricordo che quest’uomo indossava un cappotto ma non ricordo altro.
    L’atmosfera della canzone, come quella del video era inquietante e molto suggestiva.

    Qualcuno di voi se lo ricorda per caso??

    Grazie mille a chi mi risponderà

  4. Quante persone aiutano uno scrittore nella stesura del suo libro?
    Per esempio, l’autore si serve di storici, di persone che rivedano la forma grammaticale e morfosintattica di un testo, e di altre persone specializzate in questo?
    Quante possono essere queste persone?
    L’autore può scegliere se da chi e da quanti farsi aiutare?
    Insomma, come funziona il procedimento che avviene duarante e alla fine della stesura di un libro e prima della pubbliaczione di questo?
    Un libro è al 100% frutto di una sola persona (il cui nome si legge chiaramente sulla copertina del libro)?
    Quanto lavoro c’è dietro?
    Se potete, spiegatemi come avviene il tutto e cosa ne pensate a riguardo.
    Grazie.

  5. Non mi ricordo molto bene, ma credo che è la storia di una famiglia tra il 1970 e il 1990. C’è un uomo che la polizia e poi ha una relazione con una donna. Egli si suicida la notte di Capodanno del 1983 o 1984, non ricordo, e poi la madre scopre di avere un figlio che vive su un’isola e poi andare lì per vedere lui. Qualcuno sa come si chiama? Mi è piaciuto molto questo film e vorrei rivederlo.

  6. Charles De Gaulle nè en 1890 et mort en 1970, est un général et un homme d’E’tat français.Pendant la Seconde Guerre Mondiale,après l’occupation allemande de la France,il vit en exil à Londres où il devient le chef de la Résistance.Après la guerre,en 1958,il fonde la5 République,dont il sera le premier président de 1959 à 1969.De Gaulle arrive a Londres le 17 juin 1940,voici où il a prononcé un discours par la radio sur la résistance française encourageant les Français à ne jamais abandonner, en fait, grâce à beaucoup aide de part de De Gaulle la France feu libre entre Août et Novembre du 1944.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 9 = sedici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>