Giornata della Memoria, Berlusconi: “Mussolini fece bene, ma leggi razziali no”


Autore: Il Fatto Quotidiano

Per tanti versi Mussolini aveva fatto bene ma “il fatto delle leggi razziali è stata la peggiore colpa”. Silvio Berlusconi, arrivato a sorpresa alle celebrazioni per la Giornata della Memoria a Milano, dice: “L’Italia non ha le stesse responsabilità della Germania ma ci fu una connivenza che all’inizio non fu completamente consapevole”. ”Non si possono più ripetere quelle vicende che qui iniziarono – ha proseguito -, solo mettendosi nei panni dei deportati si può capire quali vortici di tragedia si raggiunsero”. Berlusconi ha spiegato che “l’Italia preferì essere alleata alla Germania di Hitler piuttosto che contrapporvisi” e “dentro questa alleanza ci fu l’imposizione della lotta contro gli ebrei”.

Prima dell’avvio della cerimonia dell’inaugurazione del memoriale della Shoah a Milano, Mario Monti e Silvio Berlusconi si sono stretti la mano. Il presidente del consiglio e leader del movimento ‘Scelta civica’, dopo aver visitato il memoriale, si e’ avvicinato al Cavaliere, in prima fila in attesa dell’avvio della cerimonia. Si sono stretti la mano e si sono accomodati entrambi. Monti si e’ seduto anche lui in prima fila: alla sua sinistra, il Cardinale Angelo Scola, alla sua destra la moglie Elsa, Berlusconi e il coordinare lombardo del Pdl Mario Mantovani. Presenti alla cerimonia, tra gli altri, il segretario federale della Lega nord, Roberto Maroni, il segretario della Cgil, Susanna Camusso, e l’Ad di ferrovie, Moretti.

2 thoughts on “Giornata della Memoria, Berlusconi: “Mussolini fece bene, ma leggi razziali no”

  1. Non capisco tutta questa ostinazione di Silvio Berlusconi nel non voler fare le elezioni. Andando al Quirinale e rassegnando le dimissioni, otterrebbe molte cose positive:
    – Uscirebbe DA VINCITORE dalla sfida con Fini, che sarebbe ovviamente additato come causa di tutto il caos avvenuto nella Politica italiana nel 2010
    – Farebbe automaticamente perdere la poltrona di Presidente della Camera a Fini; poltrona che ovviamente Gianfranco non potrebbe ottenere MAI PIU’…
    – Approfitterebbe del periodo di totale confusione del PD (che ancora non si sa se sta al centro o a sinistra) e infliggerebbe una SONORA sconfitta a Bersani e Company, che sono terrorizzati dalle elezioni; la sconfitta elettorale del PD a marzo sarebbe probabilmente così pesante da portare alla disgregazione dello stesso partito!
    – Avrebbe un’autostrada per la riconferma: non c’è nessun leader che può contrastarlo, se non NICHI VENDOLA, che però è ancora troppo poco conosciuto e troppo debole: per Berlusconi meglio affrontarlo adesso che è ancora acerbo, piuttosto che aspettare ancora del tempo e rischiare di ritrovarselo come avversario l’anno prossimo (SEL sta crescendo a ritmi vertiginosi, dal 2% di gennaio 2010 adesso si trova quasi all’8%; se Berlusconi aspetta un altro anno, rischia di ritrovarsi di fronte un leader di un partito che potrebbe presto diventare il TERZO del Paese, superando anche la Lega Nord!)
    – Si libererebbe o quasi dei deputati di FLI in Parlamento, che sarebbero di numero nettamente minore
    – Riconquisterebbe una larga maggioranza, con l’elezione di un’ altra trentina di deputati del PDL ; questo significherebbe la non necessità di fare campagne acquisti o di trattare con l’UDC, che non potrà mai essere un valido alleato della coalizione Lega Nord – Pdl (danno solo problemi, come dice Bossi)
    – Anche la Lega avrebbe un maggior numero di deputati (e questi di certo non fuggirebbero mai come i finiani); la stabilità di governo sarebbe dunque garantita per altri 5 anni.
    – Berlusconi dovrebbe così governare fino al 2016 (quando avrà 80 anni), ma nulla toglie che nel 2013 può farsi da parte per far posto a qualche suo delfino (Alfano?), mettendosi in corsa per la poltrona di Presidente della Repubblica (per la quale, altrimenti, dovrebbe aspettare il 2020: decisamente troppo tardi)
    – Il fatto che gli speculatori finanziari possano mettere in crisi l’Italia lascia il tempo che trova: in due mesi non è che può succedere chissà quale finimondo,e comunque la vittoria di Berlusconi e Bossi sarebbe piuttosto netta, perciò il governo che si verrebbe a formare ad Aprile sarebbe assolutamente stabile (quindi ci sarebbe poca trippa per gatti per gli speculatori). Al contrario, restare sul filo di lana come oggi senza fare alcuna riforma fino al 2013 potrebbe decisamente far spostare l’occhio degli speculatori su di noi!

    Che cosa sta tramando Silvio? Perchè tutta questa attesa? C’è il rischio che anche la Lega Nord (che chiede elezioni subito da quest’estate!) si stufi e possa mollare Berlusconi, che a quel punto sarebbe politicamente fuori…

    PS: Tutte queste considerazioni le faccio nonostante io sia di sinistra!

  2. La Fiscalía de Milán ha invitado al primer ministro, Silvio Berlusconi, a comparecer entre el 21 y el 23 de enero por el proceso en el que se le acusa de “favorecer la prostitución de menores” con la menor de edad marroquí Kharima Ruby el Maghroug y por extorsión.

    Los secretarios del partido gubernamental el Pueblo de la Libertad, Fabrizzio Cicchitto y Maurizio Gasparri, han señalado en un comunicado que la fiscalía de Milán intentan “desestabilizar el gobierno” con el ‘caso Ruby’, proceso que acusa al primer ministro, Silvio Berlusconi, de “extorsión” y de “favorecer la prostitución de menores” respecto a la joven marroquí Kharima Ruby el Mahroug.

    La Fiscalía de Milán, que investiga el caso desde el pasado 21 de diciembre, ha acusado a Berlusconi de intentar ocultar sus relaciones con una prostituta menor de edad en las fiestas celebradas en numerosos fines de semana en su villa de Arcore y de ocultar su supuesta implicación en el caso de la tutela de la menor.

    Según la Fiscalía, la noche del 27 y 28 de mayo de 2010, Berlusconi habría abusado de su calidad de primer ministro para inducir a los funcionarios de la Policía de Milán a confiar la tutela de la menor a la consejera regional del partido gubernamental Pueblo de la Libertad, Nicole Minetti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre × = 12

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>