Autore: Il Fatto Quotidiano

Per tanti versi Mussolini aveva fatto bene ma “il fatto delle leggi razziali è stata la peggiore colpa”. Silvio Berlusconi, arrivato a sorpresa alle celebrazioni per la Giornata della Memoria a Milano, dice: “L’Italia non ha le stesse responsabilità della Germania ma ci fu una connivenza che all’inizio non fu completamente consapevole”. ”Non si possono più ripetere quelle vicende che qui iniziarono – ha proseguito -, solo mettendosi nei panni dei deportati si può capire quali vortici di tragedia si raggiunsero”. Berlusconi ha spiegato che “l’Italia preferì essere alleata alla Germania di Hitler piuttosto che contrapporvisi” e “dentro questa alleanza ci fu l’imposizione della lotta contro gli ebrei”.

Prima dell’avvio della cerimonia dell’inaugurazione del memoriale della Shoah a Milano, Mario Monti e Silvio Berlusconi si sono stretti la mano. Il presidente del consiglio e leader del movimento ‘Scelta civica’, dopo aver visitato il memoriale, si e’ avvicinato al Cavaliere, in prima fila in attesa dell’avvio della cerimonia. Si sono stretti la mano e si sono accomodati entrambi. Monti si e’ seduto anche lui in prima fila: alla sua sinistra, il Cardinale Angelo Scola, alla sua destra la moglie Elsa, Berlusconi e il coordinare lombardo del Pdl Mario Mantovani. Presenti alla cerimonia, tra gli altri, il segretario federale della Lega nord, Roberto Maroni, il segretario della Cgil, Susanna Camusso, e l’Ad di ferrovie, Moretti.