Francia: cresce il contributo del fotovoltaico

Autore: Rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Per dare nuova energia al paese la Francia sta puntando ad aumentare la capacità fotovoltaica, segnando per l’anno passato la quota record di 1,2 GW di nuova potenza istallata. Una crescita del 66,7% rispetto alla capacità solare registrata nel 2011 secondo quanto riportato nel French Electricity Report, pubblicato la settimana scorsa dalla Réseau de Transport d’Electricité (RTE) dove viene comunicato che nel 2012 gli impianti fotovoltaici hanno generato 4 TWh di energia. Confrontando i vari tipi di fonte energetica nel rapporto il solare viene evidenziato per aver soddisfatto lo 0,79% della domanda di elettricità della Francia nel corso dell’anno in esame.

 

Nel complesso invece la quota di rinnovabili presenti nel mix energetico nazionale è cresciuta arrivando al 16,4%, il valore più alto registrato da 5 anni a questa parte. Parallelamente è scesa la quota del nucleare, giù del 3,8%  rispetto al 2011 anche se, nonostante questo, ad oggi l’atomo rappresenta il 74,8% della produzione totale di energia in Francia.

E proprio dal presidente francese Hollande durante lo scorso autunno è arrivato l’annuncio di voler ridurre il peso del nucleare nella produzione nazionale entro il 2025, tagliando fino al 75% dell’energia prodotta dall’atomo.

3 thoughts on “Francia: cresce il contributo del fotovoltaico

  1. Ciao datemi una risposta su questo, se per esempio l’autore di un libro è ancora vivo devo pagargli i diritti d’autore se voglio continuare un suo libro? Se l’autore è morto devo pagare o non pagare i diritti d’autore? Questa domanda è di quelle che lascerò aperta, non avrà mai una miglior risposta da me, io vorrei farla votare e diventerà il meglio di answers.
    Dovreste rispondere è urgente io son deciso a pagare i diritti d’autore a Joanne Katleen Rowling per fare un libro su Harry Potter.
    Siate gentili rispondete alla mia domanda è praticamente urgente, ho bisogno di capire su questa domanda, ho bisogno di una risposta seria.

  2. Avete visto qualche giorno fa le Iene? Alcune scuole PUBBLICHE, chiedono un contributo (che tale non è, poichè è una cifra stabilita che varia dalle 80euro alle 150 euro),non è una tassa e i figli delle famiglie che non possono permetterselo,non vengono iscritti!
    E’ capitato anche a voi?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due × = 6

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>