Autore: IlSoftware.it

Ultime ore per accaparrarsi l’aggiornamento a Windows 8 Pro a 29,99 euro. Dal prossimo 1° febbraio, infatti, la promozione destinata ai pos*****ri di una regolare licenza di Windows XP SP3, Windows Vista o Windows 7 per aggiornarsi all’ultima versione del sistema operativo cesserà di esistere ed entreranno in vigore i nuovi prezzi di listino. Chi deciderà di acquistare un nuovo sistema basato su Windows 8 troverà una licenza del sistema operativo già compresa nel prezzo del prodotto mentre chi vorrà semplicemente aggiornare una precedente installazione di Windows, troverà la procedura notevolmente più onerosa rispetto a quanto accaduto sino ad oggi.

Mentre, come confermato nelle scorse settimane da Brandon LeBlanc, communications manager presso Microsoft, negli Stati Uniti l’aggiornamento a Windows 8 (versione base) costerà 119,99 dollari e quello a Windows 8 Pro 199,99 dollari, in Italia i prezzi paiono più elevati.

Microsoft Italia, infatti, ha confermato che a partire dal prossimo 1° febbraio, le versioni di aggiornamento “pack/retail” (distribuite quindi su supporto DVD) di Windows 8 costeranno 129 euro nella versione base e 289 euro per quanto riguarda Windows 8 Pro. Il prezzo dell’upgrade in modalità online, attraverso il Windows Store, sarà di poco inferiore: ci vorranno 119,99 euro per Windows 8; 279,99 euro per Windows 8 Pro.

L’aggiornamento a Windows 8 Pro al prezzo speciale di 29,99 euro sarà disponibile sino alla nottata di domani, a questo indirizzo. Non appena si leverà il sole, poi, l’aggiornamento a Windows 8 Pro costerà più di nove volte tanto.

Il post Le Blanc ha raccolto i malumori di molti utenti che hanno criticato la nuova politica di prezzo Microsoft consigliando un approccio differente, simile a quello adottato da Apple nel caso dei suoi sistemi operativi. Non è difficile immaginare le osservazioni degli italiani che nel caso di Windows 8 Pro troveranno un listino prezzi, almeno nel caso dell’aggiornamento, decisamente “più salato” rispetto al mercato USA.