Windows 8: l’aggiornamento sarà più caro per gli italiani

Autore: IlSoftware.it

Ultime ore per accaparrarsi l’aggiornamento a Windows 8 Pro a 29,99 euro. Dal prossimo 1° febbraio, infatti, la promozione destinata ai possessori di una regolare licenza di Windows XP SP3, Windows Vista o Windows 7 per aggiornarsi all’ultima versione del sistema operativo cesserà di esistere ed entreranno in vigore i nuovi prezzi di listino. Chi deciderà di acquistare un nuovo sistema basato su Windows 8 troverà una licenza del sistema operativo già compresa nel prezzo del prodotto mentre chi vorrà semplicemente aggiornare una precedente installazione di Windows, troverà la procedura notevolmente più onerosa rispetto a quanto accaduto sino ad oggi.

Mentre, come confermato nelle scorse settimane da Brandon LeBlanc, communications manager presso Microsoft, negli Stati Uniti l’aggiornamento a Windows 8 (versione base) costerà 119,99 dollari e quello a Windows 8 Pro 199,99 dollari, in Italia i prezzi paiono più elevati.

Microsoft Italia, infatti, ha confermato che a partire dal prossimo 1° febbraio, le versioni di aggiornamento “pack/retail” (distribuite quindi su supporto DVD) di Windows 8 costeranno 129 euro nella versione base e 289 euro per quanto riguarda Windows 8 Pro. Il prezzo dell’upgrade in modalità online, attraverso il Windows Store, sarà di poco inferiore: ci vorranno 119,99 euro per Windows 8; 279,99 euro per Windows 8 Pro.

L’aggiornamento a Windows 8 Pro al prezzo speciale di 29,99 euro sarà disponibile sino alla nottata di domani, a questo indirizzo. Non appena si leverà il sole, poi, l’aggiornamento a Windows 8 Pro costerà più di nove volte tanto.

Il post Le Blanc ha raccolto i malumori di molti utenti che hanno criticato la nuova politica di prezzo Microsoft consigliando un approccio differente, simile a quello adottato da Apple nel caso dei suoi sistemi operativi. Non è difficile immaginare le osservazioni degli italiani che nel caso di Windows 8 Pro troveranno un listino prezzi, almeno nel caso dell’aggiornamento, decisamente “più salato” rispetto al mercato USA.

4 thoughts on “Windows 8: l’aggiornamento sarà più caro per gli italiani

  1. Ciao, ma se uno scrive un libro e l’editore, da contratto, gli deve una % x i diritti d’autore, come si fa a sapere se la cifra che l’editore corrisponde è reale? Mica è tenuto a mostrarci il suo 740 delle ricevute?
    E quindi? Non si andrà mica a fiducia!
    Ciao ciao

  2. Se un autore pubblica un’opera con la casa editrice X (e quindi stipula un contratto con suddetta casa editrice per l’opera in questione) è possibile pubblicare un’opera DIFFERENTE con un’altra casa editrice? Posto che nel contratto stipulato si parla soltanto dell’opera in corso e non di altre.
    Grazie!

  3. vede solo il modello di domanda anzichè leggersi tutto il bando di concorso.
    Il bando vp4 per la marina miitare dice 2^ IMMISSIONE PER 395 POSTI DI CUI 276 PER IL CEMM E 119 PER IL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO.
    Io ch e ho scelto il cemm ed in graduatoria finale sono 269esimo su 276 posti, come cavolo fai a dire che nn mi prendono.
    Amico caro fatti una sana cultura che sono 6 anni che faccio concorsi e tra leva militare, vfa e vfp1 con rafferma annuale ne so certamente più di te.
    caro treder88 la risposta non era rivolta ate, ma ad un crto Daniele scofield che purtroppo vuole fare il competente ma non lo è o quando fa una domanda per concorsi aspetta che scende dalle nuvole. Cmq non preoccuparti che ho sempre sfogato e sfogo sempre.

  4. Quale di questi due Paesi ha il caro vita più basso?
    Secondo me il Kenya.

    Gradirei pareri soprattutto da esperti, cioè, da chi magari ci ha vissuto…
    @Marilù Amm: sì, lo credo anch’io; le condizioni di Costa Rica sono un po’ (o forse parecchio) meglio di quelle del Kenya.
    @gsonego: rispetto al caro vita italiano. Da quel che so, il caro vita sia in Kenya che in Costa Rica, sono molto più bassi di quello italiano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>