Autore: Rinnovabili

(Rinnovabili.it) – L’eolico spagnolo va a gonfie vele. In attesa dell’evento EWEA organizzato per la prossima settimana a Vienna la Spagna ha reso noti i numeri del vento nazionale dichiarando di aver toccato la quota di produzione di oltre 6 terawatt-ora la scorsa settimana, quantitativo sufficiente a rifornire quasi tutti gli spagnoli.

Soddisfatta la Spanish Wind Energy Association ha dichiarato che da novembre l’eolico ha dato il contributo energetico maggiore, ricordando che l’ultima volta che erano stati superati i 6 TWh di produzione mensile era il 2010, quando ci si servì anche del contributo di turbine a gas.

 

A confermare i dati la Bloomberg, che ha ribadito una produzione eolica di 6,214 TWh raggiunta mercoledì scorso, che ha permesso il superamento della generazione ottenuta da nucleare e carbone. L’European Wind Energy Association (EWEA)  nella sua relazione statistica annuale ha dichiarato che nel 2011 la Spagna ha istallato la seconda più grande quantità di capacità eolica nell’UE. Il paese ha inoltre rappresentato nel 2011 il 23% della potenza eolica europea (21,7 GW) mentre al primo posto si è posizionata la Germania con il 31% della capacità totale (29,1 GW).

Addirittura, secondo quanto riportato dal GWEC, la Spagna è stata nel 2011 la quarta potenza eolica del pianeta. Secondo il Global Wind Energy Council (GWEC), la Spagna, entro la fine del 2011, l’importo quarto della capacità totale installata di energia eolica nel mondo.

“La Spagna è dotata di notevoli risorse eoliche”, ha specificato il GWEC aggiungendo che “il potenziale tecnico-economico dell’energia eolica onshore sarà superiore a 100 GW entro il 2020, e ai 150 GW entro il 2030.”