Dell e la strada verso la private company: Michael Dell vuole la maggioranza

Autore: Hardware Upgrade RSS

L’uscita di Dell dalla quotazione sul pubblico mercato potrebbe consentire al suo CEO e fondatore, Michael Dell, di acquistare considerevole influenza e potere decisionale permettendogli di riposizionare l’azienda sul mercato senza particolari condizionamenti esterni.

Michael Dell, attualmente proprietario del 15,7% della compagnia, è infatti intenzionato a contribuire al finanziamento necessario per trasformare l’azienda in una Private Company con un impegno compreso tra i 500 milioni ed il miliardo di dollari: qualora l’intera operazione dovesse andare in porto, egli si troverebbe così nella condizione di detenere il controllo di maggioranza della compagnia.

Al pari di altre realtà produttrici di sistemi PC, Dell si trova ora nella necessità di riposizionare il proprio business per fornire prodotti e soluzioni che siano competitivi nel nuovo panorama tecnologico. La possibilità di disporre della maggioranza decisionale consentirà a Michael Dell di poter plasmare la propria compagnia come meglio crede, seguendo più fedelmente la propria visione e senza doversi preoccupare delle opinioni degli investitori pubblici, che talvolta risultano di ostacolo a quella che dovrebbe essere una adeguata reattività di un’azienda nel rispondere alle sfide presentate dal mercato.

Resta comunque aperta un’incognita: nei giorni scorsi sono circolate alcune informazioni riguardanti l’interesse di Microsoft a contribuire all’operazione di finanziamento mettendo sul piatto circa 2 miliardi di dollari. Attualmente le due realtà starebbero trattando, ma dalle poche indiscrezioni che circolano pare che l’azienda di Redmond, oltre ad ipotecare una certa influenza nelle scelte strategiche ed operative del produttore di PC statunitense, voglia l’assicurazione da parte di Dell che quest’ultima utilizzerà il sistema operativo Windows su quanti più dispositivi possibili.

Sembra comunque abbastanza verosimile che da un eventuale impegno di Microsoft in Dell possa scaturire un qualche tipo di conflitto di interessi. L’azienda di Redmon ha infatti più volte espresso la volontà di incamminarsi verso una strategia commerciale composta non solo da software ma anche da hardware e servizi, che la porterà in qualche misura a diventare concorrente dei suoi stessi partner, tra cui anche Dell. Quest’ultima, invece, sembra essere interessata all’impiego di piattaforme software diverse da quelle offerte da Microsoft, come ad sempio il sistema operativo Android per alcuni dei suoi prodotti orientati al mondo consumer.

4 thoughts on “Dell e la strada verso la private company: Michael Dell vuole la maggioranza

  1. ultimamente ho sentito una notizia assurda su Michael: si parla che lui abbia un braccio bionico e che porti un giubotto antiproiettile color carne!
    Credo che si stia esagerando sul conto di Michael!
    Basta con le notizie false! credo che debba essere lasciato in pace!
    e colgo l’ occasione per dire che Michael è innocente!non è un pedofilo!vi ricordo che dal tribunale è stato dichiarato innocente!
    e per quanto riguarda i presunti schiarimenti della pelle per chi non lo sa lui è malato di vitiligine che è una malattia che si presenta con delle chiazze chiare sulla pelle ed è costretto a ricorrere al trucco!
    credo che sia l’ora che Michael (anzi da tempo) debba essere lasciato in pace altrimenti si contribuira solo a un ingiusta distruzione di un immagine di un uomo!

  2. Whitney, Michael, Emi e quanti ancora, giovani, talenti sensibili meravigliosi, le loro canzoni rivelano un’animo speciale. Perchè nonostante le cure, le famiglie, gli amici, i Fans non si riescono ad aiutare?
    Acida come Medusa, ma tu cosa ne sai se da prima che lei diventasse famosa io non ero già un suo fan nella chiesa battista in cui cantava nel coro. O ascoltavo sua mamma Cissy, o Dionne sua cugina. Giudica meno e fai una cura dimagrante/disintossicante.
    Che presunzione!

  3. Ho visto delle foto in cui veniva ritratto davanti ai fotografi con aria sorridente,scherzosa e per niente addolorato da un evento così drammatico.Il pensiero del lutto non gli sfiora nemmeno la mente.Michael e i suoi fratelli non si meritavano assolutamente una BESTIA VIOLENTA ED AGGRESSIVA del genere!
    Tanto Michael era,ed è un Angelo dall’animo gentile,quanto quella è Bestia il diavolo in persona.
    Mi dispiace tantissimo che sia morto,ma da una parte è come se avesse trovato la pace che nel mondo gli è stata negata.Ora che è in Cielo,nessuno potrà più fargli del male.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − = uno

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>