Porn you, il sesso a portata di click


Autore: Il Fatto Quotidiano

E’ cambiato tutto: il sesso, la pornografia fino a pochi anni fa erano nascosti. Negati. Oggi basta un click sul computer per vedere filmati a luci rosse. Per cercare incontri e trovare escort. La tecnologia negli ultimi mesi sta cambiando il nostro rapporto profondo con il desiderio.

Sul Fatto del Lunedì un viaggio nella rete e nel rapporto degli italiani con il sesso. Cambia il ruolo delle donne che oggi sono il 65% dei navigatori sui siti a luci rosse, un mondo fino a oggi dominato dagli uomini e dai loro gusti. Mentre ci si domanda se questa sia la parità a lungo giustamente invocata, c’è chi sostiene che il porno non tenga conto della sensibilità, del desiderio femminili: dietro la cinepresa si riconosce sempre l’occhio maschile.

Porno facile, porno per tutti. Anche per i bambini e i ragazzi che con un semplice click si trovano davanti immagini un tempo vietate ai minori. Con quali conseguenze? Il Fatto ha ascoltato gli esperti.

Intanto l’industria del porno cade nella rete. I video amatoriali via internet mettono in ginocchio i signori dell’hard. Gli attori rimasti a spasso raccontano il dietro le quinte dei set a luci rosse in crisi.

Ma sul Fatto del lunedì troverete anche:

Vita, morte e miracoli del cabaret

Gino&Michele raccontano in esclusiva la storia del cabaret italiano, dagli anni d’oro alla crisi di oggi. Da Cochi e Renato a…

Il muro del Cairo

Dopo la Primavera araba, nel silenzio generale la megalopoli viene divisa dai muri. Un viaggio del Fatto del Lunedì tra tutti i muri – Berlino, Irlanda del Nord, Israele, Messico – che hanno diviso i popoli ed esasperato gli odi.

Share on Tumblr

19 thoughts on “Porn you, il sesso a portata di click

  1. anche qualche autore nordico,ma qualcuno che scriva senza troppi idiomi,il mio livello d’inglese è un buon intermedio

  2. Buongiorno! Sono alla ricerca disperata di un libro di cui mi ha parlato un amico: si tratta della storia autobiografica di un autore americano che si è trovato a fare un giro di presentazioni del suo romanzo in tutta l’America più rurale, con risultati tragicomici. Il titolo dovrebbe essere qualcosa come “alle umiliazioni non c’è mai fine” (così mi è stato erroneamente citato), ma non riesco a trovarlo. Datemi notizie, vi preeeeego!

  3. Voglio dire: posso parlare di un personaggio(in questo caso uno della disney), descrivendolo più o meno uguale, lo stesso carattere, più o meno stessa apparenza fisica, storia simile ma con un nome diverso pero sempre simile a quello originale, in un libro che sto scrivendo senza infrangere i diritti d’ autore? ( per chi se lo stesse chiedendo: no, non sto parlando di topolino, ma di un altro personaggio personaggio di un film della disney). Non sono cosi poco originale da raccontare la storia di un personaggio già inventato, ma visto che quel particolare personaggio l’hanno inserito in sostituzione ad un altro all’ interno di una leggenda molto nota a tutti. Io vorrei comunque che si capisse di chi voglio parlare, così che la gente riconosca il personaggio in quello della disney.
    Naturalmente per simile non intendo uguale – semplicemente io voglio che si capisca da chi ho tratto ispirazione per creare il mio personaggio: es gratachecca & fichetto e Tom & Jerry(si capisce subito che sono loro e sostanzialmente fanno la stessa cosa, solo che sono personaggi diversi) oppure Prada e Plada un po come quello che fanno con le parodie ma un po’ più serio.

  4. In effetti noi leggiamo la traduzione, ed un po’ o zampino del traduttore c’è per forza.

    Bisognerebbe leggere in lingua originale e conoscerla anche discretamente per poter valutare.

    Quindi come si fa a dire che si apprezza lo stile di un autore straniero?

    Buon pomeriggio.

  5. Autore bianco/vittima non bianca: attenuante
    Autore non bianco/vittima bianca: aggravante
    Io da raffinato penalista ritengo sia non solo giusto ma anzi auspicabile. Il principio di uguaglianza impone infatti di trattare in modo uguale situazioni uguali e in modo diverso situazioni diverse.

  6. Nel senso che riesce a guadagnare abbastanza con i suoi romanzi da poterne fare una professione?
    Da profana di questo genere, ma sentendone spesso parlare, mi domando a chi e a cosa serva un romanzo che prende i personaggi inventati da un altro autore per inserirli in nuove storie, spesso scritte male e prive di originalità.
    Capisco che per il fan sia un modo di esternare la sua passione per un certo “universo” e relativi personaggi, ma non capisco chi le legge. Non vi pare che il solo fatto che dietro a quelle storie non ci sia l’autore originale renda il tutto un esercizio sterile, una pallida copia dell’immaginario altrui?

  7. Quando leggi un libro del tuo autore preferito riesci a giudicarlo in modo obiettivo o ti senti condizionato e tendi quindi a difenderlo ad ogni costo o a non vederne i difetti?
    C’è un libro del vostro autore preferito che non vi è piaciuto?

    Buona serata.

  8. Che cosa posso fare se un quotidiano pubblica delle fotografie che ho fatto io senza specificare la fonte?

    Sono state pubblicate delle mie immagini che il quotidiano ha preso da un sito dove c’era scritto di chi erano le fotografie….Non le ho registrate da nessuna parte, ma sono comunque frutto del mio lavoro….

  9. Visto che a quanto pare è ormai uso quotidiano dare della poco di buono, del cornùto e simili a perfetti estranei (o quasi), mi chiedo se la gente riflette davvero prima di usare certe parole o se sono solo uno scudo dietro il quale nascondere le PROPRIE pecche.
    Chi dà davvero valore alle parole che usa?
    E quanto potere pensate abbiano queste parole, sulle vite altrui?

  10. Che morte! Ma poi perchè voleva farlo? Era uno dei primi no global sfigati? Si divertiva a fare attentati al potere perchè era anarchico? Eppure i soldi ce l’aveva, se ha creato una casa editrice!
    Mi spiegate meglio?

  11. Niente di più semplice. Ultimamente ho scoperto un sito totalmente italiano che permette di fare ciò. L’idea di base praticamente riprende quella del più popolare Lockerz ma il modo di fare punti cambia drasticamente.
    Mentre per lockerz bisognava rispondere a delle domande il che può risultare noioso, in questo nuovo sito si accumulano punti facendo ricerche. Infatti la sua homepage contiene tra i più importati motori di ricerca di tutto il web e ciò che si richiede è fare ciò che si usa fare nel quotidiano: fare ricerche.
    Il sito è regolare, con regolare partita IVA ed in alcuni forum e nella sua pagina facebook ci sono tantissime foto testimonianza del fatto che tutti hanno ricevuto i premi richiesti!
    Volete dare un occhiata? :) Postate la vostra mail
    Scusatemi mi son dimenticato di linkare il sito -.- https://www.blurum.it

  12. Se faccio fare delle foto a un fotografo professionista per un evento dopo le foto che mi consegna a che risoluzione saranno (pixel e dpi??)

  13. ma che ti da molto di più delle persone con cui hai a che fare tutti i giorni dal vivo?

    “Niente. Era solo che volevo stare vicino a te.”

  14. Salve, sono presidente della Consulta Giovanile del mio paese.
    Si è deciso di istituire un giornalino della Consulta, che allegheremo al quotidiano locale e che distribuiremo nei luoghi frequentati dai giovani.
    Ma come e cosa devo fare per farlo concretamente? Di cosa ho bisogno? Quali autorizzazioni, materiali, personale o cos’altro devo avere?

    Rispondete presto
    Grazie

  15. Oggi Napolitano ha detto che ognuno di noi dovrebbe sforzarsi e fare tanti sacrifici!!
    Ma mi chiedo piu sacrifici di cosi cosa dobbiamo fare???
    E poi ce lo viene a dire lui che non fa un cavolo dalla mattina alla sera e si becca soldi a palate????

  16. secondo me dopo quello che ha scritto oggi su Aquilani hanno finalmente scoperto le carte facendo capire a tutti i tifosi Romanisti VERI che il quotidiano Il Romanista è tutto tranne che Romanista,anzi è Anti Romanista.
    io spero che la As Roma lo denunci e gli faccia cacciare talmente tanti soldi per ripagare i danni di immaggine che gli ha creato e che li mandi falliti una volta per tutte.
    ma primi di tutti dobbiamo essere noi tifosi a capire che quel giornale va evitato.
    qusta è a scandalosa edizione di questa mattina,smentita in giornata dalla dirigenza della Roma

    http://www.ilromanista.it/?section=edicola

  17. Ho scoperto pochi giorni fa la mia foto su di un quotidiano locale per un fatto avvenuto nel 2002 che incolpava i miei familiari , poi assolti tutti tre anni dopo . Non acquisto mai quotidiani locali e viaggio molto per lavoro, non ero quindi a conoscenza di tutto ciò .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>