Dubbi sul nuovo scambio sul posto


Autore: QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari

Dubbi sul nuovo scambio sul posto. Lettere alla redazione

Ho letto il vs. articolo sullo “scambio sul posto” nel fotovoltaico, ma vorrei sapere se ho capito bene (mi riferisco ad un impianto di 3 kWp):

  • Lo scambio sul posto sarà sempre valido anche in futuro
  • Potrebbe essere in pericolo il rimborso degli oneri di sistema
  • Il rimborso di cui sopra non va dichiarato in sede Irpef

E’ corretto quanto sopra riportato?

Pietro Superina

3 thoughts on “Dubbi sul nuovo scambio sul posto

  1. Ormai non posso più dire “questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso” perchè continua a ripetersi…Nella mia stessa famiglia, purtroppo, per me è diventato impossibile viverci cioè neanche pranzare o cenare assieme dal momento che semplicemente non li sopporto più. Ovvero esiste questa situazione: quando mi capita di parlare scambio qualche parola con mia madre, con mio padre è diventato davvero impossibile, ma neanche dirgli dove sto uscendo…Mia madre non tollera questa situazione e quando può, sbrocca in maniera davvero idiota, come stamattina a pranzo, che era il 60° compleanno di mio “padre” ed io ho fatto a meno di fargli gli auguri…ora lascio stare tutte le scemenze che mi ha urlato contro come una scema frustrata del tipo “guarda che la persona che hai di fronte non è un estraneo” e poi “infatti è talmente carogna che ti ha preso i datteri al cioccolato, io col cavolo che te li avrei presi…” e risparmio il resto. Ora io dico, ma chi diavolo gliel’ha fatto fare di prendermeli? Di sicuro non è con quelli che risolve le cose…intanto il parrucchiere, i ticket delle visite mediche, vista la situazione me li sto pagando di tasca mia! Capito? Con i pochi soldi che ho! Anche le medicine (molto care) me le sono pagate io! Ma se li ficcassero da qualche parte i datteri! A questo punto siamo…
    Io mio “padre” credo di non fidarmi e non digerirlo più per come si è comportato, assieme a mia “madre” per come si sono comportati una volta quando ero all’università, che poi ho mollato. Mi hanno aggredito entrambi con frasi offensive e urla da esauriti patentati per una verifica che non ho fatto in tempo a finire in mezz’ora (per me impossibile!) e che quindi è andata male. Ora potevo capire che fossero frustrati per conto loro, chi per lavoro chi per la propria instabilità mentale, ma a scaricarsi su di me che non gli ho fatto niente no! Non glielo posso perdonare…ci penso sempre e ho fatto già vari danni in casa pur di sfogarmi per questa aggressione del tutto gratuita! Oltretutto, cosa di non secondaria importanza, loro sono adottivi, quindi è un’aggravante ulteriore!
    Datemi qualche consiglio, il mio malessere in casa si riflette purtroppo anche in altre circostanze, sono ipercomplessato e non so più come uscirne. Ho sempre il dubbio che abbia fatto male a sceglierli e sicuramente è così! è una cosa serissima, fortunatamente sono abbastanza forte da non pensare troppo al suicidio, ma non vedo comunque vie d’uscita!!!
    Accetto risposte serie, non prese in giro o buffonate varie…se potesse rispondermi qualche specialista sarebbe meglio ma ne accetto anche da persone comuni, che magari conoscano questo genere di situazioni…ringrazio
    Grazie holding, il tuo aiuto è stato più che sufficiente…ma il lavoro, che sto cercando disperatamente da qualche anno, non lo trovo! Ho solo il diploma di scientifico e zero esperienza. Riconciliarmi temo che non sarà possibile visto come stanno le cose! L’idea dell’assistente sociale non è cattiva…
    Speranza89 grazie mille, il tuo aiuto è stato utilissimo, almeno sei riuscita a sollevarmi un pò il morale :)

  2. allora stavo pensando una cosa.. i vegani dicono che è ingiusto prendere il latte perchè le mucche degli allevamenti devono subire praticamente delle vere e proprie torture affinchè noi possiamo godere di quel bel cappuccino o di quella bella caciotta… e un discorso analogo penso lo facciano anche per le uova (dato che non mangiano manco quelle).. premetto che condivido a pieno! per carità se un animale deve soffrire così perchè io possa bere un cappuccino che potrei preparare anche con latte di soia ci mancherebbe! però pensavo… qui si parla di animali inseriti in industrie.. ma se invece prendiamo in considerazione gli animali delle fattorie? per esempio le uova che vendono i contadini, prese dalle galline tenute in libertà.. e il latte preso da quelle mucche portate al pascolo o… insomma non so io ho in mente la vita del nonno di heidi se mi capite.. insomma mi pare che li non ci sia maltrattamento ma una specie di scambio equo.. io ti nutro e ti do un posto caldo e sicuro dai predatori e tu mi dai un pò del tuo latte o qualche uova o un pò della tua lana… insomma cossì sarebbe possibile??? andrebbe bene?? voi che ne pensate???

  3. Vi son persone che pur di aggiudicarsi la targhetta di answeriano doc, gettano fango su chi risponde con onestà e riceve le miglior risposte perchè son giuste e veritire,perchè si pecca di gelosia?mica si vince un premio o soldi?e se in ballo ci fossero stati i soldi cosa si sarebbe verificato?Ad ognuno il suo giudizo, voi cosa ne pensate e perchè siete qui su answer??
    Buona serata.
    per Barbie:molto interessante la tua risposta hai perfettamente ragione questo sito dovrebbe darci degli insegnamenti e non far la guerra a chi dà ottimi consigli a chi li chiede
    per Tymi:è assurdo ma hai ragione siam in un epoca di tecnologia dove la mente umana è l artefice di tanto progresso eppure un essere così perfetto commette atti così osceni bassi che indecenza come siam caduti in basso, anzichè acculturarci ed insegnare qualcosa di buono a chi lo chiede cadiamo proprio nel ridicolo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>