Maroni sconfessa Berlusconi: “Non mi piacciono i condoni, non sono nel programma”


Autore: Il Fatto Quotidiano

Il “condono tombale” non piace a Roberto Maroni. Anzi, il segretario della Lega Nord si affretta a sottolineare che nel programma della coalizione di centrodestra non c’è nulla del genere, di fatto sconfessando le dichiarazioni di Silvio Berlusconi. “Non mi piacciono i condoni – dichiara a Radio Anch’io – non mi piacciono questi colpi di spugna. Su questo punto non esprimo un consenso a proposte di questo genere”. Poi aggiunge: “Non sono nel nostro programma. Ho sentito questa proposta ma devo approfondirla e capire cos’è”. L’idea dell’ex ministro dell’Interno è un’altra: “Preferisco seguire un’altra strada, quella che c’è nel nostro programma, cioè combattere l’evasione con il ‘contrasto di interessi’, cioè la possibilità di portare in deduzione e detrazione qualsiasi ricevuta per prestazioni rese in modo da consentire a chi spende di farlo e di costringere chi presta servizi a emettere regolare fattura”.

Sull’altra boutade di Berlusconi, riguardante la restituzione dell’Imu, Maroni si mostra invece possibilista: ”La restituzione dell’Imu sulla prima casa è senz’altro una buona idea che può aiutare la ripresa dei consumi”. Il segretario del Carroccio parla delle accuse del Pd sulle quote latte e annuncia battaglia: quella sui 4 miliardi e mezzo gettati al vento per una gestione compiacente sull’affaire quote latte, secondo Maroni, “è una fandonia, un falso e chi l’ha detto, c’è già un lungo elenco, sarà chiamato a risponderne davanti ai giudici”. Il segretario sottolinea che “la questione delle quote latte risala all’83, quando ancora la Lega non esisteva, con le prime sanzioni della Commissione Ue. Noi abbiamo fatto anzi il contrario, con Zaia che ha fatto una legge rateizzando il debito, costringendo anche i Cobas più duri a pagare e chi non lo ha fatto ha violato la legge”. Dunque, conclude il segretario della Lega, si tratta di “una strumentalizzazione elettorale”.

One thought on “Maroni sconfessa Berlusconi: “Non mi piacciono i condoni, non sono nel programma”

  1. Ricordo che tanti anni fa lessi un bellissimo racconto di un autore contemporaneo italiano,in cui narrava la sua personale vicenda.
    Aveva perso il suo cane e lo ritrovò in un laboratorio di vivisezione, aperto con delle sonde dentro,ma vivo e muto,insieme a tanti altri.
    Il responsabile del laboratorio gli disse che i cani non si lamentavano perchè gli avevano tagliato le corde vocali.

    Non ricordo ne l’autore ne il titolo.

    Potete aiutarmi?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 3 = dodici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>