marco dimitri 02

Nel Lazio “Democrazia Atea” candida un satanista dei “bambini di Satana”

Autore: nocensura.com

Lazio2, metti in lista il satanista. Spunta Dimitri, “bambini di Satana”

IL CASO. Al numero 7 del partito Democrazia Atea, guidato dalla scienziata Margherita Hack compare il nome di Marco Dimitri, leader del gruppo “satanista razionalista”, in carcere “preventivo” per 400 giorni e poi assolto perché il fatto non sussiste e risarcito per ingiusta detenzione. Il segretario del partito: “Dimitri è uscito completamente pulito da ogni procedimento giudiziario”. L'ira del circolo cattolico Cristus Rex che organizza gruppi di preghiera e chiede al Vaticano di intervenire

Lunedì, 4 febbraio 2013
marco dimitri 02
Metti in lista il satanista. E' il fattore che mancava a queste pirotecniche elezioni politiche. Nella circoscrizione elettorale Lazio 2, al numero sette del partito Democrazia Atea (DA) compare il nome del "satanista" Marco Dimitri. Fino a qui nulla di eccessivamente strano, setacciando le liste elettorali salta fuori un campionario di varia umanità, si può trovare di tutto.
L'anomalia balza agli occhi, perché il capolista è la scienziata Margherita Hack. Una donna che nella sua vita si occupa di scienza, un'astrofisica di valore internazionale. Una scienziata alla quale non si può parlare di paradiso, ma neanche di inferno. Dimitri (che si definisce "satanista razionalista") è quanto di più lontano possa esserci dalla Hack, visto che presiede un'associazione culturale (così la definisce) che si chiama "i bambini di Satana".
E' stato al centro di una lunghissima e intricata vicenda giudiziaria, che lo ha visto imputato per il reato di violenza sessuale. Tutte le accuse contro Dimitri si sono rivelate una bolla di sapone (è stato assolto con la motivazione "il fatto non sussiste", dopo quattrocento giorni di carcere) e addirittura risarcito per ingiusta detenzione. "L'unica cosa infernale, è quello che ho ingiustamente subito", scrive sul suo sito. Chiesti lumi a Ivan Visentini, anche lui candidato e responsabile della segreteria del Partito risponde: "Dimitri è uscito completamente pulito da ogni procedimento giudiziario. E' un cittadino qualunque quindi ha tutto il diritto di presentarsi alle elezioni". Anche perché diversamente non avrebbe potuto candidarsi”.

LEGGI TUTTO»»

6 thoughts on “Nel Lazio “Democrazia Atea” candida un satanista dei “bambini di Satana”

  1. Sono appassionato dei Led Zeppelin e ho creato un account di posta elettronica con scritto jimmypage@…. .it, Jimmy Page è il nome del chitarrista di questo gruppo, mi potrebbero dare dei problemi con i diritti d’autore o con il copyright??

  2. Sto cercando il nome di un autore che per le traduzioni delle sue opere in lingue straniere ha fatto tutto da solo, senza ricorrere all’aiuto di traduttori esterni.

  3. Buongiorno! Sono alla ricerca disperata di un libro di cui mi ha parlato un amico: si tratta della storia autobiografica di un autore americano che si è trovato a fare un giro di presentazioni del suo romanzo in tutta l’America più rurale, con risultati tragicomici. Il titolo dovrebbe essere qualcosa come “alle umiliazioni non c’è mai fine” (così mi è stato erroneamente citato), ma non riesco a trovarlo. Datemi notizie, vi preeeeego!

  4. Ho sentito Ginevra di Marco dedicare una canzone dei CCCP o CSI che parla di bambini e di stelle a Margherita Hack…qualcuno sa che canzone è?

  5. Secondo margherita hack anche il non credere è un atto di fede, in quanto non si può dimostrare la non esistenza di qualcosa.
    Perfino darwin era agnostico, in quanto la considerava una posizione piu equilibrata e meno di parte rispetto all’ateismo.
    Io sono abbastanza d’accordo, voi che ne pensate?
    Con “fede” si intende credere al di là delle prove, non nell’accezione religiosa del termine.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>