Autore: Il Fatto Quotidiano

Come da tradizione, la parola “amore” risulta essere la più usata nei testi delle canzoni in gara al Festival di Sanremo 2013. Il termine ricorre infatti ben 30 volte, seguito a ruota da altre parole legate alla sfera sentimentale: come “ricordo” e “ricordare” presenti 20 volte, “sole” usato 15 volte, “mare” 10 volte e “cuore” 9 volte.

Rispetto alle precedenti edizioni del Festival di Sanremo, questi termini vengono utilizzati in chiave più introspettiva ed esistenziale. Tre le eccezioni alla regola “sole, cuore, amore”, gli Almamegretta che parlano di immigrazione e globalizzazione in “Mamma non lo sa”, Max Gazzè che in “Sotto casa” è autore di un’ironica analisi delle confessioni religiose e Daniele Silvestri che affronta il tema della partecipazione e delle manifestazioni di piazza.