Autore: Rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Il Parlamento europeo ha dichiarato di ritenere molto importare attenuare il rumore del traffico, nocivo per la salute.

I limiti per il rumore dovrebbero infatti essere rafforzati per proteggere la popolazione, introducendo al contempo etichette informative che indichino i livelli di rumore prodotto dalle automobili. Ma avere un veicolo che con il suo funzionare sia facilmente individuabile ad orecchio risulta anche utile per il pedone, che anche non vedendo fisicamente l’autovettura può avvertirne l’arrivo. Per questo il Parlamento sta pensando di rendere obbligatorio l’inserimento di rumori ai veicoli ibridi e elettrici in modo da renderli meno pericolosi per i pedoni.

 

L’esposizione prolungata a livelli elevati di rumore prodotto dal traffico altera le funzioni degli organi interni contribuendo al presentarsi di malattie cardiovascolari. L’esposizione persistente a livelli elevati di rumore del traffico in grado di dimostrare fisicamente drenante, alterare le funzioni degli organi e contribuire a malattie cardiovascolari e altre. La ricerca condotta da parte dell’Agenzia europea dell’ambiente dimostra inoltre che il traffico espone la metà della popolazione urbana dell’Unione europea a livelli di rumore superiori a 55 decibel (db).

 

“L’impatto nocivo del rumore del traffico è stato scientificamente provato, ma la proposta legislativa è interamente concentrata sul rumore generato dal motore del veicolo. La mia idea era più completa fin dall’inizio, dobbiamo affrontare altri fattori, come la qualità di catrame strada, l’aerodinamica e i pneumatici”, ha affermato il relatore Miroslav Ouzký (ECR, CZ), dopo che il progetto di legge è stato approvato con 401 voti a favore, 228 contrari e 20 astensioni.

 

L’inasprimento dei limiti concessi dovrebbe portare gli standard a scendere da 74 a 68 db con un margine leggermente più ampio concesso alle auto di grossa cilindrata e per i camion, che potranno raggiungere gli 81 db.