Sintesi della giornata finanziaria: 06 febbraio 2013

Autore: EconomicBlog

borsa italia,borsa estero,finanza,macroeconomia,imprese,analisi tecnica,economia,ftsemib,euro stoxx 50,indici azionari,auto,industria,brasile,titoli di stato,germaniaAzioni Italia

Ansaldo Sts S.p.A. (EUR : 7,51): la società del gruppo Finmeccanica, tramite la controllata Ansaldo STS España, si è aggiudicata un contratto della durata di 2 anni del valore di 26,9 milioni di Euro per la manutenzione del controllo del traffico ferroviario dei sistemi di segnalamento e dei sistemi associati della linea alta velocità Madrid-Lleida Puigverd. Banca Generali S.p.A. (EUR : 13.80): la raccolta netta totale a gennaio ha totalizzato 207 milioni di Euro (+88 milioni a dicembre contro i -24 milioni del gennaio 2012). Il dato del primo mese del 2013, risulta superiore di oltre il 50% alla media mensile dell’ultimo anno (134 milioni). Nel risparmio gestito la raccolta è stata positiva per 161 milioni, in calo dai +219 milioni a dicembre, con un apporto di 100 milioni da fondi comuni e gestioni di portafoglio (da 98 milioni) e di 61 milioni dalle assicurazioni (da 121 milioni). L’amministrato ha fatto peraltro segnare una raccolta netta di 46 milioni contro il dato negativo di 131 milioni a dicembre. Enel S.p.A. (EUR : 2,984): il Consiglio di amministrazione della società ha approvato i conti preliminari per il 2012 che vedono un Ebitda, espressione del risultato aziendale prima delle imposte e degli oneri finanziari, a 16,7 miliardi di Euro (-5,1% sul 2011) e un indebitamento netto a 42,9 miliardi, in calo dai 44,6 di fine 2011. Hera S.p.A. (EUR : 1,326): la multiutility prenderà il via domani l’offerta pubblica totalitaria di acquisto e scambio promossa su Acegas-Aps, che terminerà il 27 febbraio. Italcementi S.p.A. (EUR : 4,5040): ha registrato nel 2012 un fatturato di 4,48 miliardi di Euro (-3,8% sul 2011). Nell’anno sono state avviate azioni di razionalizzazione dell’apparato produttivo che garantirà a regime un beneficio economico di 40 milioni all’anno. Nonostante lo sfavorevole andamento congiunturale, l’indebitamento finanziario netto migliora a circa 1,990 miliardi. Iren S.p.A. (EUR : 0,5660): ha presentato oggi l’aggiornamento del piano industriale al 2015, dove è previsto un Ebitda di circa 670 milioni di Euro, con una crescita media annua del 3,2%, una posizione finanziaria netta in contrazione a fine piano inferiore a 2 miliardi e investimenti per circa 800 milioni. Lottomatica Group S.p.A. (EUR : 18,03): ha ottenuto la certificazione di quarto livello dalla World Lottery Association, il livello massimo previsto dall’associazione per l’allineamento agli standard internazionali sul Gioco Responsabile. Snam Rete Gas S.p.A. (EUR : 3,61): il titolo della società va in netto ribasso a Piazza Affari, dopo aver avviato una trattativa esclusiva per la rete gas di Total nel sud della Francia. Il gruppo è il socio di maggioranza, con una quota pari al 45%, di un consorzio nel quale fanno parte anche Electricite de France SA (EDF SA) (20%) e il fondo sovrano di Singapore (35%). L’offerta dovrebbe aggirarsi intorno ai 2,3 miliardi di Euro e ha superato l’altro consorzio che era formato dalla Caisse des Depots, da Fluxys e da investitori come Axa, Credit Agricole e il fondo di Abu Dhabi. TGIF, società di Total, ce gestisce una rete di gasdotti che copre il 13% del trasporto totale di gas in Francia. Terna Rete Elettrica Nazionale S.p.A. (EUR : 3,104): il Consiglio di amministrazione ha approvato l’aggiornamento del piano industriale 2013-2017 in cui si prevede di mantenere invariata la politica dei dividendi a 0,19 centesimi di Euro per azione e un pay-out del 60% sui risultati delle attività non tradizionali. La società prevede che l’aumento dei ricavi e il controllo dei costi si traducano in un’ulteriore crescita della profittabilità. Il margine Ebitda a fine piano è stimato superare l’80%. Nei prossimi 5 anni il gruppo prevede di investire in attività regolate dall’ Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg) 4,1 miliardi di Euro per la sicurezza e l’ammodernamento della rete elettrica, dei quali l’83% sarà destinato allo sviluppo della rete.

Piazza Affari chiude le contrattazioni con l’indice Ftse/Mib in ribasso dello 0,65%, in linea con la debolezza delle principali borse europee, in un mercato volatile che inizia a soffrire l’incertezza delle elezioni politiche e l’allargamento dello spread Btp/Bund che ormai sopra 290 punti. In netto calo diversi titoli bancari, Enel, Snam, Tenaris e Generali. In denaro invece Azimut, Popolare Milano, Finmeccanica, Buzzi Unicem, Exor e Enel Green Power. Lo spread Btp/Bund a 10 anni è salito a 292 bp, con il Btp decennale che rende il 4,55%

Azioni Estero

Boeing Company (USD : 76.29): il costruttore di aeromobili statunitense ha consegnato alla US Navy, la marina militare degli Stati Uniti d’America, il sesto e ultimo P-8A Poseidon, aereo da pattugliamento marittimo, completando cosi il primo lotto produttivo. Altri tre velivoli sono in fase di allestimento con i sistemi di missione e due altri in montaggio finale. Turk Hava Yollari AO (TRY : 6.86): la compagnia aerea di bandiera della Turchia, con sede a Istanbul, ha siglato un ordine fermo per due ulteriori aeromobili Airbus A330-300 nella versione passeggeri e tre opzioni. I nuovi aeromobili saranno utilizzati sulle rotte a medio e lungo raggio dall’hub di Istanbul di Turk Hava Yollari (nota anche come Turkish Airlines). Questo ulteriore ordine per gli aeromobili della Famiglia A330 porta a 38 il totale degli ordini fermi per gli aeromobili di questo modello. Turkish Airlines ha siglato il primo ordine con Airbus nel 1984 e a oggi opera un totale di 104 aerei del costruttore europeo di aeromobili. Con oltre 16.000 dipendenti, Turkish è partner dell’alleanza mondiale Star Alliance dal 2008. GlaxoSmithKline plc (GBP : 1,449.00): il gruppo farmaceutico britannico ha registrato nel quarto trimestre 2012 ricavi pari a 6,8 miliardi di sterline (-3% rispetto al 4Q11), ma in linea con le stime del mercato. L’utile netto per azione si è attestato a 32,6 pence, oltre le aspettative ferme a 30,9. Per l’anno in corso il gruppo prevede di realizzare un crescita del 3-4% dell’utile per azione. General Motors Company (USD : 28,52): il gruppo automobilistico statunitense ha venduto a gennaio sul mercato cinese 310.765 autovetture (+26% su anno), mentre nel 2012 ne ha vendute 2,84 milioni. McGraw-Hill Companies, Inc. (USD : 44,61): cede ancora il 10,7%: il governo degli Stati Uniti fa causa alla controllata della agenzia di rating Standard and Poor’s Corporation (S&P) e chiede danni per 5 miliardi di dollari per aver “gonfiato consapevolmente” i giudizi rilasciati sugli investimenti legati ai mutui (Mbs e Cdo) che hanno avuto un peso determinante nella crisi finanziaria dei subprime del 2008. Ralph Lauren Corporation (USD : 174.63): la casa di moda statunitense ha registrato nel suo terzo trimestre fiscale 2013 ricavi pari a 1,8 miliardi di dollari, in aumento del 2% su base annua. L’utile netto è salito a 216 milioni (+35%) con un EPS che è passato da 1,78 dollari a 2,31. Royal Bank of Scotland Group plc (GBP : 342.10): per rimediare all’accusa relativa alla manipolazione del tasso interbancario “lettera” su Londra Libor, RBS ha dichiarato di voler pagare 612 milioni di dollari. La somma verrà ripartita tra il Dipartimento di giustizia americano, la Commodity Futures Trading Commission e la Financial Service Authority. Suzuki Motor Corporation (JPY : 2,421): lo scorso mese di gennaio la casa automobilistica giapponese ha celebrato i tre milioni di esemplari del modello Swift venduti nel mondo, traguardo raggiunto nell’arco di otto anni, ovvero dal suo lancio commerciale avvenuto a novembre del 2004. Il 23% delle consegne è avvenuto in Europa, il 45% in India e il 13% in Giappone. Volkswagen AG (EUR : 176.35): il 2013 è iniziato con la spinta giusta per il marchio controllato Audi, che ha chiuso gennaio con vendite a livello globale in crescita del 16,3% a 111.750 unità. Performance particolarmente positive particolarmente in Cina, dove Audi ha visto le vendite balzare del 38,5%. Virgin Media Inc. (USD : 44.89): l’operatore statunitense via cavo Liberty Global ha raggiunto l’accordo per acquistare l’operatore di pay-TV inglese per 23,3 miliardi di dollari (parte in contanti e parte in azioni). Walt Disney Company (USD : 54.52): la più grande azienda mondiale nel campo dei media e dello spettacolo, leader assoluta del mercato dell’intrattenimento per l’infanzia presenta oltre le aspettative i conti trimestrali. Nel primo trimestre dell’esercizio fiscale 2013 il gruppo statunitense dell’entertainment ha visto gli utili, escluse le poste non ricorrenti, attestarsi a 79 centesimi di dollaro contro i 77 indicati dal consensus. L’utile netto è invece scivolato del 5,6% a 1,38 miliardi (da 1,46 miliardi su anno). Le vendite sono salite del 5,2% a 11,3 miliardi, anche qui sopra il consensus a S11,2.

Macro – Asta titoli di stato Germania: il Governo tedesco ha collocato oggi in asta 3,269 miliardi di Euro di Bobl (Bundesobligation) 2018 al tasso medio dello 0,68% e bid to cover a 1,9. Nella precedente asta il rendimento medio era dello 0,53% e bid to cover a 1,8.

Macro – Produzione auto in Brasile: la produzione di autovetture in Brasile ha registrato a gennaio un incremento del 7,7%, mentre le vendite sono calate del 13,3% rispetto a dicembre. La casa automobilistica Fiat (EUR : 4,266) ha venduto nel mese 70.632 auto e veicoli commerciali leggeri (+36% rispetto a gennaio 2012). Approfondimento:”Carta da Anfavea – Resultados de Janeiro de 2013”, (documento formato pdf lingua portoghese) fonte Associação Nacional dos Fabricantes de Veículos Automotores (Anfavea) – Brasil.

L’indice Euro Stoxx 50 chiude le contrattazioni della giornata in calo dell’1,12%, comunque restando in linea con la debolezza delle principali borse europee e l’andamento incerto di Wall Street. I maggiori ribassi vengono registrati dai titoli dei comparti bancari e telefonici, oltre che da Lvmh, Axa, Bayer, Ing, Schneider, Vinci e Volkswagen. In denaro invece Nokia, Daimler e Philips.

Short view – Borsa, Cambi e Commodities

FTSE MIB       EUSTOXX 50  CAC40       IBEX             DAX 30        FTSE 100

16603:-0,65   2622:-1,12    3649:-1,23   8055:-0,47 7589:-0,99  6297:0,23

Dow Jones    Nasdaq100   S&P500         Nikkei225     Future Wti    Eur/Usd

13971:-0,06   2756:0,02    1511:0,01    11400:0,97    96,4:-0,2   1,353:-0,4

Scritto: da LuisB

 

Codice QR dell’articolo: Sintesi della giornata finanziaria: 06 febbraio 2013.

QRCode

QR Code Generator / Info, Supporto & FAQ

 

 

Il mondo dell’economia della finanza, economia e lavoro in particolare quello della borsa ti affascina e sei sempre alla ricerca di informazioni o di risposte? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per rispondere alle tue domande.

 

 

Disclaimer

EconomicBlog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

EconomicBlog è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Essa non costituisce attività di consulenza da parte di EconomocBlog, né, tantomeno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari.

2 thoughts on “Sintesi della giornata finanziaria: 06 febbraio 2013

  1. Perchè non riusciamo?? Esempio perchè non riusciamo a produrre delle schede video per PC che siano tecnologicamente avanzate? Cos’ha di meno l’Italia rispetto agli altri paesi.

  2. devo fare un viaggio in aereo in italia. devo usare per forza il passaporto o posso usare solo ed unicamente la carta d’identità?? e naturalmente il biglietto??

    Grazie a tutti.
    si vivo in italia. il viaggio sarebbe da milano a catania!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>