ViVAX, ultimi giorni su Kickstarter per il sensazionale laptop case indistruttibile made in Rome

Autore: Gadgetblog.it

Manca meno di una settimana per poter contribuire su Kickstarter al progetto ViVAX, un laptop case super robusto, impermeabile, galleggiante e capace di assorbire botte e colpi.

L’idea è quella di permettere all’utente di trasportare il portatile dal punto A al punto B mantenendolo costantemente asciutto e sicuro, non importa se si debba attraversare la rete di servizi pubblici di una grande città oppure la foresta amazzonica. Il Kickstarter ha avuto successo, ottenendo più del doppio del quantitativo di fondi richiesto inizialmente.

Se ci soffermiamo a guardarlo dall’esterno il guscio del ViVAX ha un aspetto fortemente utilitario. Tutto è protetto e smussato per evitare guai di ogni genere. La superficie è leggermente satinata ed il materiale è di tipo militare, un polimero che viene usato anche per i caschi motociclistici.

Dire che questo guscio è “antiurto” non gli rende giustizia, è praticamente indistruttibile e resiste allo schiacciamento – Ci si può passare sopra con l’auto senza temere troppo per il costoso PC all’interno.

Ovviamente non basta essere dei duri fuori per proteggere un fragile PC da 1000+ euro, e ViVAX è foderato con uno strato morbido di un materiale chiamato Poron, pensato per resistere agli urti violenti. Nonostante il ViVAX sia taglia unica, può accogliere laptop che vanno dai 12” ai 18”: il sistema di ritenzione interno è brevettato ed al momento segreto, ma è in grado di assicurare l’ultrabook più sottile senza timori.

Circa €69 vi permetteranno di mettere le mani su un ViVAX color arancio (fa molto strumento industriale) o di un più sobrio nero. Esiste anche un sistema di trasporto con doppia cinghia stile zaino, se si è disposti a versare un sovrapprezzo. Gli sviluppatori hanno anche proposto alcune edizioni limitate del prodotto – tipica operazione in puro stile Kickstarter. Se volete un ViVAX in fibre di carbonio o kevlar è proprio il momento di agire, cari i miei James Bond in erba.

E sapete cosa? Secondo me è anche un ottimo regalo di San Valentino per il vostro avventuroso e spericolato amore – sì, proprio quel tipo di ragazzo o ragazza che ha fatto fuori 10 portatili in tre anni in seguito a cadute o “incidenti”. Ovviamente non arriverà in tempo, va detto: la consegna dovrebbe essere per marzo.

 

3 thoughts on “ViVAX, ultimi giorni su Kickstarter per il sensazionale laptop case indistruttibile made in Rome

  1. La domanda per esteso è questa: vorrei far riferimento in un mio libro di trattazione tecnica su temi di narrativa a personaggi e luoghi immaginari creati da un autore famoso scomparso da pochi anni. Queste citazioni che vorrei fare sono soggette a pagamento di diritti d’autore o sono libere?

  2. Ciao ragazzi io ho una Honda Cre 50cc. A me hanno sempre insegnato che per accendere la moto, giri la chiavi, metti il folle, dai una bella spedalinata e il gioco è fatto. Ma prima ho letto che è possibile accendere la moto anche se in marcia, tenendo semplicemente premuta bene la frizione. E’ vero? Questo procedimento rovina la moto o la frizione? E’ possibile farlo solo con avviamento elettronico o va bene anche semplimente quello a pedalina?
    Grazie a chi risponde. (:

  3. Ouya è destinata a cambiare la storia delle console, questa sembra oramai una certezza. Dal momento in cui The Verge ha pubblicato un articolo all’inizio di luglio su questa misteriosa ed innovativa console non è stato che un susseguirsi di indiscrezioni e caccia ai dettagli.

    Presentata in modo decisamente suggestivo come la prima console nata per essere hackerata Ouya aveva già conquistato tutti pur essendo solo un concept.

    Perché anche solo sulla carta già si comprende l’impatto di questo progetto: la prima console totalmente open source con sistema operativo Android aperta all’hacking e dal prezzo davvero contenuto. Se poi si aggiunge che le menti dietro a questo progetto sono dei personaggi che hanno fatto la storia del gaming in questi ultimi anni il gioco è fatto. Tra gli ideatori di Ouya si annoverano infatti:

    Ed Fries vice presidente della sezione game di Microsoft ai tempi della prima X-box, e Julie Uhrman, personaggio di primo piano di IGN.

    La notizia di questo concept ha fatto il giro del mondo raccogliendo pareri entusiasti. Ma forse non era immaginabile il livello di questo entusiasmo.

    Il progetto è stato messo su Kickstarter con un obiettivo non ridotto di 950,000 mila dollari. Mancano ancora 23 giorni perché la raccolta fondi crowdsourcing venga chiusa e Ouya ha già raccolto la cifra record di quasi 4, 900, 717 milioni di dollari. A questo punto resta un mistero la cifra con cui la campagna verrà chiusa.

    Ma vediamo quali sono le caratteristiche principali di Ouya:

    Tegra 3 quad-core

    RAM: 1 GB

    Memoria: 8 GB

    Connessione schermo TV con HDM e supporto per full HD 1080p

    WiFi 802.11 b/g/n

    Bluetooth LE 4.0

    USB 2.0

    Controller Wirelles touchpad

    Android 4.0

    Il costo è davvero competitivo: 99 dollari. Ma ancora non si conosce la cifra con cui la console verra venduta sul mercato europeo, la maggiorazione è ovviamente dovuta alle inevitabili spese di spedizione.

    La console è da collegare ad uno schermo TV. Ma sarà la scelta dei titoli a fare la differenza. Puntare tutto su gaming free to play sembra una scelta vincente. Il bussiness del gaming online rappresenta oramai una deriva inevitabile.

    L’arrivo di Ouya è già stato salutato come una rivoluzione paragonabile a quella di iPhone nel mercato degli smartphone e della tecnologia mobile.

    L’ora della vera democratizzazione del gaming è arrivata.
    foto:
    hthttp://www.blogcdn.com/www.joystiq.com/media/2012/07/ouya710.jpgtp://s3.amazonaws.com/ksr/projects/183979/photo-full.jpg?1344345107

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× tre = 21

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>