Autore: APPLE – HDblog.it

Secondo quanto riportato da CultOfMac, nelle ultime ore, Apple avrebbe assunto Jeung Jil Lee per inserirlo nel gruppo che sta lavorando alla realizzazione hardware dell’iPhone. Lee, fino a poco tempo fa, è stato un importante ricercatore presso la LG Display ed è, attualmente, uno dei massimi esperti mondiali in tecnologia OLED.

Per chi non lo sapesse, OLED è l’acronimo di Organic Light Emitting Diode ovvero diodo organico ad emissione di luce. Questa tecnologia permette di realizzare display a colori con la capacità di emettere luce propria: a differenza dei display a cristalli liquidi, i display OLED non richiedono componenti aggiuntivi per essere illuminati, ma producono luce propria; questo permette di realizzare display molto più sottili e addirittura pieghevoli e arrotolabili, che richiedono minori quantità di energia per funzionare.

I vantaggi quindi, non si fermano solamente dal punto di vista della qualità dell’immagine: gli OLED infatti, permettono luminosità superiori a parità di contrasto, hanno una migliore efficienza in termini energetici, possono essere piegati, hanno un angolo di visione superiore e migliori tempi di risposta.

Apple comunque ha già diversi brevetti per la tecnologia OLED e l’assunzione dell’esperto Lee può significare che l’interesse verso tali display è aumentata, magari per un’implementazione da verificare solo tra qualche anno, quando tutti i problemi saranno stati sperati, oppure per sperimentarla subito su un prossimo dispositivo, come ad esempio il tanto discusso iWatch.

via