I prossimi dispositivi Apple potrebbero far uso di display OLED


Autore: APPLE – HDblog.it

Secondo quanto riportato da CultOfMac, nelle ultime ore, Apple avrebbe assunto Jeung Jil Lee per inserirlo nel gruppo che sta lavorando alla realizzazione hardware dell’iPhone. Lee, fino a poco tempo fa, è stato un importante ricercatore presso la LG Display ed è, attualmente, uno dei massimi esperti mondiali in tecnologia OLED.

Per chi non lo sapesse, OLED è l’acronimo di Organic Light Emitting Diode ovvero diodo organico ad emissione di luce. Questa tecnologia permette di realizzare display a colori con la capacità di emettere luce propria: a differenza dei display a cristalli liquidi, i display OLED non richiedono componenti aggiuntivi per essere illuminati, ma producono luce propria; questo permette di realizzare display molto più sottili e addirittura pieghevoli e arrotolabili, che richiedono minori quantità di energia per funzionare.

I vantaggi quindi, non si fermano solamente dal punto di vista della qualità dell’immagine: gli OLED infatti, permettono luminosità superiori a parità di contrasto, hanno una migliore efficienza in termini energetici, possono essere piegati, hanno un angolo di visione superiore e migliori tempi di risposta.

Apple comunque ha già diversi brevetti per la tecnologia OLED e l’assunzione dell’esperto Lee può significare che l’interesse verso tali display è aumentata, magari per un’implementazione da verificare solo tra qualche anno, quando tutti i problemi saranno stati sperati, oppure per sperimentarla subito su un prossimo dispositivo, come ad esempio il tanto discusso iWatch.

via



4 thoughts on “I prossimi dispositivi Apple potrebbero far uso di display OLED

  1. Ricordo che tanti anni fa lessi un bellissimo racconto di un autore contemporaneo italiano,in cui narrava la sua personale vicenda.
    Aveva perso il suo cane e lo ritrovò in un laboratorio di vivisezione, aperto con delle sonde dentro,ma vivo e muto,insieme a tanti altri.
    Il responsabile del laboratorio gli disse che i cani non si lamentavano perchè gli avevano tagliato le corde vocali.

    Non ricordo ne l’autore ne il titolo.

    Potete aiutarmi?

  2. Skinner e Crowder proposero modelli (lineare e programmato) per facilitare l’apprendimento..oggi alcuni aspetti da loro proposti sono superati, mentre altri ancora validi..ma qual è l’autore o autrice che maggiormente ,nel suo modello di apprendimento, riprende alcuni aspetti di questi studiosi comportamentisti?

  3. Ho acquistato sul sito Apple un iMac del valore di 1400 euro e ho chiesto che mi fosse recapitato presso un TNT point nella mia città. A 20 giorni dall’ordine il TNT point dichiara di non aver ricevuto nulla e Apple dichiara di aver consegnato a loro regolarmente e di avere ricevuta di consegna firmata da chissà chi… Ho inviato ad Apple la dichiarazione firmata e in carta intestata del TNT point che attesta di non aver ricevuto nulla da ma ad Apple non basta ancora per provvedere alla sostituzione del iMac. Cosa mi consigliate di fare? Possibile che fare acquisti online sia ancora così rischioso per il cliente? (non per Apple che ha già preso i miei soldi dalla mia carta di credito…) Chi devo denunciare? Apple o il TNT point? Grazie.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 + nove =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>