Il Grillo canta sempre al tramonto

Il Grillo canta sempre al tramonto

Autore: Blog di Beppe Grillo

Il Grillo canta sempre al tramonto
(0:35)

grillo-casaleggio-fo.jpg foto di Luca Vittorio Toffolon

“Spesso mi torna in mente un testo, grottesco e tragico insieme, scritto da Luciano di Samosata intorno al I secolo d.C.
Il testo originale è in greco e ha per titolo “La nave ovvero I desideri“. Si tratta di un lungo percorso, una camminata dal porto del Pireo ad Atene durante la quale Luciano e un gruppo di amici, tra cui i più loquaci sono Samippo e Timolao, si raccontano l’un l’altro i progetti più fantasiosi che hanno in mente di realizzare. Luciano fa da moderatore e incalza i compagni di viaggio con domande puntuali e spesso provocatorie.
I temi degli interventi passano dal surreale al grottesco, senza tuttavia mai perdere di vista la situazione tragica che in quel tempo si viveva ad Atene e in molte altre città della Grecia. I protagonisti propongono soluzioni spesso azzardate e impossibili per sortire da quel bailamme disperato.

il-grillo-canta-sempre-al-tramonto-box.jpg
il-grillo-canta-sempre-al-tramonto-box.jpg

Qualche settimana fa ho avuto un incontro con due amici straordinari, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, che mi hanno proposto di unirmi a un viaggio lungo il folle percorso della nostra condizione politica e socioeconomica, di trattare cioè della disperata crisi che stiamo vivendo.

Ho suggerito di prendere a pretesto il viaggio di Luciano di Samosata, e così è stato. Non ci resta che metterci in cammino!”
Dario Fo

I diritti d’autore di questo libro saranno devoluti ad Afa Centro Reul di Genova e all’Associazione genitori ragazzi non vedenti e ipovedenti di Milano

banner-rss-kindle.jpg
Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

7 thoughts on “Il Grillo canta sempre al tramonto

  1. Quando leggi un libro del tuo autore preferito riesci a giudicarlo in modo obiettivo o ti senti condizionato e tendi quindi a difenderlo ad ogni costo o a non vederne i difetti?
    C’è un libro del vostro autore preferito che non vi è piaciuto?

    Buona serata.

  2. Sono intollerante alla scuola, e in generale all’ idea che qualcuno che non sia io abbia la presunzione di giudicare la mia cultura( forse sarà la mia una presunzione, ma sono convinta di quanto ho scritto). Ci sono poi materie che dovrebbero essere bandite, o per lo meno l’ approccio ad esse dovrebbe essere rivisto. In particolare, una delle materie più drammatiche nel modo in cui vengono studiate credo sia l’ italiano: ho visto poesie e romanzi( studiati in un secondo momento per me, e non per un’ interrogazione) privati della loro anima, e ridotti a semplici e inutili nozioni.

    Al di là di una mia opinione più o meno condivisibile, avete mai avvertito come estranei autori e opere che amate nel momento in cui vi sono stati presentati dai vostri professori?

    Fino a pochi giorni fa non avevo mai sperimentato questa terribile sensazione. L’altra mattina la mia insegnante ha presentato il mio amato Pirandello come “l’ autore del doppio, facile da inserire in un percorso d’esame”: mentre si cimentava nel suo monologo, mi sono sentita ferita, oltraggiata perché potesse ridurre il suo genio alla struttura delle novelle e alla ricezione dei romanzi del Novecento. Dopo quest’ esperienza, si è rafforzata( se ce ne fosse stato bisogno, aggiungerei) la convinzione che quando Pirandello o Leopardi o altri scrivevano, non avrebbero mai pensato nè voluto che le loro creazioni fossero così brutalmente stuprate.

    Grazie delle risposte.

    P.S. So bene che non tutti gli insegnanti privano gli autori della loro essenza, ma so altrettanto bene che spesso è la struttura stessa della scuola a far sì che succeda.
    Buona serata a te, Alice. ^_^

  3. Allora mi sapreste consigliare qualche bel libro da leggere sul sito liber liber?ce ne sono tantissimi ma purtroppo non riesco a trovarne uno adatto a me!:(

  4. vorrei mettere come messaggio personale su msn una bella frase riguardo le ballerine o più in generale, la danza, ma preferirei proprio sulle ballerine ad esempio questa: “Danzare non è ciò che faccio, è ciò che sono” – Honey

  5. xò non danza classica….io ballo il liscio, il sala e gli standard….ballo di coppia insomma, mazurka polka valzer tango ecc….mi riferisco a questo tipo di danza!!

  6. il tema centrale della mia tesina è la violenza e non riesco a collegare a nessuno degli autori greci che abbiamo studiato…mi potete dare una mano??? gli autori sono callimaco, teocrito, apollonio rodio, menandro, eroda, polibio, luciano di samosata, plutarco…poi di argomenti generali abbiamo fatto le imprese di alessandro magno, la commedia nuova, l’epigramma, il trattato del sublime, l’oratoria, la seconda sofistica e il romanzo…ragazzi per favore è urgente, 10 punti a chi mi da l’autore giusto e mi dice anche il perchè del collegamento!!!
    Di classico ho studiato anche medea e per l’uccisione di eratostene…ma vi prego non dite di portare medea xD

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 × = venti

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>