Autore: IlSoftware.it

Si continua a parlare di Windows Blue, il progetto che sarebbe al momento nei cantieri Microsoft e che dovrebbe contribuire a rendere più appetibile Windows 8. Piuttosto che un nuovo sistema operativo, stando alle indiscrezioni che si sono susseguite nel corso delle ultime settimane, “Blue” dovrebbe proporsi come un corposo aggiornamento per Windows 8, foriero di tutta una serie di migliorie.

L’idea di Microsoft potrebbe essere quella di stimolare l’interesse nei confronti di Windows 8 rilasciando, a cadenza pressoché annuale, importanti aggiornamenti che siano molto più di un tradizionale “Service Pack“. Windows Blue che, secondo fonti vicine al colosso di Redmond, potrebbe essere distribuito in versione finale già nel corso dell’estate, sarebbe la conferma della nuova impostazione.

I tecnici di Microsoft avrebbero già messo a punto la versione “milestone 1” di Windows Blue che, insieme con l’imminente “Milestone Preview” fungerà da trampolino di lancio per la distribuzione, molto probabilmente, di una release d’anteprima pubblica.

“Blue” dovrebbe contenere numerose migliorie per ciò che riguarda gli strumenti di ricerca integrati (che permetteranno sia la fruizione di contenuti memorizzati in locale che quelli pubblicati sul web): sullo sviluppo di tali funzionalità sarebbe impegnato il team del motore di ricerca Bing.
Il super-aggiornamento, inoltre, dovrebbe introdurre una nuova versione del kernel di Windows 8 (kernel NT 6.3), una modifica che permetterebbe di ottimizzare ulteriormente le prestazione in fase d’avvio, ridurre l’occupazione in memoria ed abbassare i consumi energetici.
Con Windows Blue, inoltre, il sistema operativo Microsoft diverrà compatibile con una più vasta gamma di dispositivi mobili, ad esempio quelli dotati di schermo da 7 e 8 pollici. Infine, dal punto di vista applicativo, “Blue” potrebbe portare al debutto Internet Explorer 11.

Seguendo il nuovo approccio Microsoft, che mira a creare un solido ecosistema, “Blue” dovrebbe sbarcare – quasi contemporaneamente – anche sui dispositivi mobili a cuore Windows Phone.