Gli otto punti di Bersani al Movimento Cinque Stelle

Gli otto punti di Bersani al Movimento Cinque Stelle

Autore: ByoBlu – Il video blog di Claudio Messora

 Bersani Pd Otto Punti Proposta di Governo

 Questi – nel video – gli otto punti proposti da Bersani per dare un Governo al Paese. Il Partito Democratico, ribadendo che nessuna alleanza è possibile con il PDL, si rivolge evidentemente a Grillo e al Movimento Cinque Stelle, riconoscendoli come una forza che ha saputo incanalare la richiesta di rinnovamento in una direzione parlamentare.

2 thoughts on “Gli otto punti di Bersani al Movimento Cinque Stelle

  1. Nel 2010 ho acquistato una macchina intestata a mia madre a cui abbiamo applicato la legge Bersani per applicare la classe di merito di mio padre. Nel 2011 l’assicurazione è stata sciolta e mia sorella è tornata nello stato di famiglia ed ha una classe di merito migliore.
    Ora io devo fare una nuova assicurazione: posso utilizzare la classe di merito di mia sorella per stipulare la nuova polizza?

    Grazie mille a tutti coloro che risponderanno
    Ho dimenticato la cosa più importate: la macchina è intestata a mia madre!!!

  2. Quanto tempo date a un concetto di mercato lasciato completamente a se stesso, sbandierato da tutte le democrazie occidentali come il modello di società perfetto, ma che sta progressivamente perdendo di vista l’essenza dell’uomo? Materialismo, consumismo, gerarchia sociale, soglia di povertà, dittatura televisiva… a chi ancora si ostina a sostenere questo modello economico, chiedo: ma vi piacciono tanto queste parole? Quanto potrà sopravvivere questa società di lobotomizzati che ha partorito gente come Bush e Berlusconi, che adora il denaro, suo unico e vero dio, che sbava di fronte a quella scatola magica che è la televisione, foriera di menzogne, di false promesse, di modelli di vita atroci? Quanto potrà durare la fase consumistica dell’uomo, che è giunta a livelli di malessere psichico intollerabili? questa società di stampo fortemente classista, che ci illude che esista la meritocrazia quando essa viene applicata solo a partire da una fascia della popolazione in poi, che ha perso di vista quello che è il vero concetto di democrazia, che è quello di garantire a ognuno una vita quantomeno serena? Condanniamo il comunismo come il male assoluto, quando invece anch’esso, tra tutti i suoi difetti che ne hanno decretato la fine, aveva spunti positivi che ne fanno un’ideologia eticamente valida. E ancora pensiamo che quello capitalista sia il modello perfetto, il più democratico in assoluto? continuiamo a prenderci in giro in questo modo? perchè solo ad alcuni deve essere data la possibilità di godere di una bella giornata al parco, di una gita in bicicletta, di una serata passata a chiacchierare con gli amici, senza avere l’angoscia e l’ansia che lo Stato ti lasci morire di fame, in quanto continuiamo a illuderci che chi non è riuscito nella vita, lo abbia fatto perchè non aveva voglia e capacità? Continuiamo pure a farci rincoglionire dalla televisione, che ci propone l’apparire come miraggio di successo, imbastendoci ***** , ****, tronisti, calciatori, grandi fratelli e quant altro. Così nella vita continueremo a sentirci dei falliti, dei frustrati, se non siamo diventati top manager, o industriali, o notai, o veline… Quanto pensate che sopravviverà ancora questa società che sta arrancando, questa società che sta delirando prima di esalare l’ultimo respiro? Quanto dovremo aspettare prima che l’uomo riscopra se stesso?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 8 = uno

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>