Autore: Hardware Upgrade RSS

I ricercatori hanno chiesto a 140 persone di 63 anni e oltre quanto tempo dedicano ai videogiochi. Successivamente, coloro che hanno partecipato alla ricerca hanno preso parte a una serie di test per valutare il loro livello di benessere emotivo. Il 61% dei partecipanti ha dichiarato di giocare occasionalmente, mentre il 35% gioca almeno una volta alla settimana.

Lo studio ha individuato che gli anziani che dedicano tempo ai videogiochi, e anche coloro che lo fanno in maniera occasionale, manifestano con più facilità segnali di benessere emotivo. Chi non gioca, invece, riferisce più frequentemente di emozioni negative con una tendenza alla depressione maggiormente pronunciata.

“La ricerca pubblicata suggerisce che c’è un legame tra gioco e migliore benessere emotivo”, ha detto il Dott. Jason Allaire, principale referente dello studio e professore associato di psicologia presso l’Università della North Carolina.

“Abbiamo programmato ulteriori studi per determinare se i giochi virtuali siano effettivamente in grado di migliorare la salute mentale degli anziani”, conclude Allaire.