Ecco il resort dell’autista di Grillo

Ecco il resort dell’autista di Grillo

Autore: ByoBlu – Il video blog di Claudio Messora

 Ecofeudo Walter vezzoli

 Si chiama "Eco feudo Costa Rica". Da ecofeudo.com si può leggere:
"Nell’epoca dello stress e dell’inquinamento cittadino, il progetto EcoFeudo propone un modello di vita immerso nella natura e nel benessere, ma al tempo stesso offre alta tecnologia e massimo comfort. EcoFeudo crea una forte sinergia tra comfort e natura, tra tecnologia ed ambiente. Proponiamo abitazioni, in armonia con gli equilibri della Terra, di alto livello qualitativo e dal design innovativo. La costruzione di ogni residenza impiega tecnologia a bassissimo consumo energetico e ad impatto zero sull’ambiente che compensano completamente le proprie emissioni di C02 in atmosfera".

 Eccetera, eccetera, eccetera…

 Quando leggete dell’inchiesta dell’Espresso, che parla di società in cui sarebbe coinvolto l’autista di Grillo, Walter Vezzoli, per la costruzione di un resort di lusso (che forse non verrà neanche costruito perché ci vorrebbero i soldi), parlate in ogni caso di questa cosa qui. 

One thought on “Ecco il resort dell’autista di Grillo

  1. Carlo De Benedetti è uno dei più ricchi imprenditori italiani, proprietario di Repubblica e L’Espresso…Negli anni ’90 fece fallire il più grande colosso italiano dell’informatica, Olivetti è fu condannato per bancarotta fraudolenta. In seguito fu anche incarcerato per corruzione, e si riteneva fiero di aver pagato tangenti. Notizia degli ultimi giorni, mentre il suo giornale accusava Grillo di fatti inesistenti riguardo al resort in Costa Rica del suo autista, il suo giornale veniva condannato in secondo grado a una multa di 225 milioni di € per evasione fiscale.Inoltre De Benedetti per motivi fiscali mantiene la propria residenza in Svizzera, e poi critica i concorrenti attraverso i suoi giornali chi ha a che che fare con i paradisi fiscali(per giunta inventandosi i fatti) De Benedetti è sempre stato un forte concorrente di Berlusconi nel corso degli anni, fra i due esistono vari procedimenti penali uno contro l’altro. Questi due uomini sono i più pericolosi per la democrazia italiana, grandi magnati che influiscono da 20 anni i due principali partiti per difendere i propri interessi. E De Benedetti è ancora più furbo di Berlusconi, è da ritenere un pericolo maggiore.
    http://www.controcopertina.com/de-benedetti-il-moralista-carcere-tangenti-svizzera-affari-e-brutte-storie/3/
    Attendo la solita risposta di Mr.White o un altro dei suoi account a suo difesa, che sono sicuro che dirà che con il Pd non ha niente a che fare, e allora vorrei chiedergli perché i suoi giornali sono sempre alla sola difesa delle azioni del Pd e critici verso gli altri, anche con notizie inventate(da un po’ di giorni su Facebook dilagano i link sulle falsità di Repubblica, dalle foto con le finte bombe in Corea che invece erano in Iraq, alle foto ritoccate con photoshop del blackout).
    Luna vuol dire che te non hai mai sentito quello che Grillo ha detto a Casa Pound…Ha aperto per quanto riguarda fare una banca di stato, che è un’idea comune, ma gli ha detto che non tollera le sue violenze,il voler aumentare gli armamenti. Inoltre sono stati subito mostrati i punti di programma completamente diversi attraverso i social network, come ad esempio la Tav…Grillo ha un programma di sinistra, se poi non si mette a litigare coi fascisti non vuol dire che si vuole alleare con loro!!!
    @Mr.White , io ti chiedo, se tu fossi De Benedetti e manipoleresti l’informazione in quel modo per favorire un partito, prenderesti la tessera o ti iscriveresti quando i giornali della controparte lo racconterebbero il giorno dopo???E’ ovvio che lui si tiene nascosto ciò che combina, nell’articolo che hai postato si scrive soltanto che non è iscritto, ma intanto Veltroni dice di apprezzare un uomo con quel passato e con una fedina da fare invidia a Berlusconi…Almeno se vuoi difendere le tue tesi trova qualcosa di meglio…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>