Custom Malta HD 7990 successor cards in works

Autore: Welcome to Fudzilla

radeon logo new

Cebit 2013: Custom cooling, no word on clocks

It is not clear when AMD plans to launch its Radeon HD 7990 successor card, codenamed Malta, but we know that some cards are already in the works. They are a faster version of the HD 7990 dual chip card, and a necessary refresh for a card that launched in December 2011.

As usual, there will be a reference cooler and reference design, but we head that AMD will let a few partners to come up with their own cooling solutions.

We heard that some vendors will take the custom cooling route as there’s always a belief that things can always get better and that reference designs can be improved. Malta cards are real, they are dual-chips cards, they still have to launch and there will be some custom cards as well.

Dual chip cards were never great sellers and they cannot generate a lot of revenue, but at the same time they are a prestige thing and it being able to claim the performance crown is always important.

The Malta custom cards we heard about are air cooled, and just maybe some AIBs will dare to come up with water cooled cards and make a successor to the Asus Ares 2.

Ares 3 anyone?

4 thoughts on “Custom Malta HD 7990 successor cards in works

  1. Qualcuno sa dirmi quante gelaterie ci sono sull’isola di Malta e quali sono quelle che hanno un buon gelato. Grazie ciao

  2. ciao, vorrei sapere qualcosa a proposito della musica, a malta. nel senso: quali sono i generi musicali di maggior successo? e i cantanti/band? c’é scambio con le altre nazioni? gente che va a suonare a malta dall’estero? è possibile suonare a malta? c’é un qualche movimento/circuito rock/underground/new-wave/dark o qualcosa del genere? grazie

  3. le riprese di malta dove sono stati riparati scarichi e grondaie e poi ritinteggiare le facciate intere?

    Per la malta ho usato malta di calce e sabbia tradizionale di altissima qualità con poco cemento, fatica boia a dar cazzuola, risultato favoloso.

    Vorrei usare, visto il successo, materiale di pittura che hanno usato quella volta, sicuramante a base di grassello di calce stagionato e gli ossidi (che mi sono procurato).
    Occorre qualche additivo? ho sentito della caseina, latte magro, con pareri contrastanti.
    Qui mi servono consigli e risposte.
    Carro Danisco, 76 anni fa avevano la calce che arrivava con il carro tirato da 2 cavalli e l’acqua del torrentello vicino.
    @mauro,
    i prodotti con l’etichetta “bio” non posso permettermeli come prezzo, mi devo fare i prodotti “bio” senza etichetta. Le conoscenze di chimica ci sono. Ti ringrazio.

    Sono di quelli che prendono il grassello in fornace e prevedono di spendere non più di 240 Euro per il materiale, il trasporto e i pennelli, e risparmiare il costo della palestra dandoci di pennello. O così o non si può.
    Sopitt. Conosco i prodotti per i restauri. Non me li posso permettere. I costi sono di molte volte superiori ai costi delle materie prime.
    Di tecnologia, più di un mescolatore a palette e una bilancia al decimo di grammo non c’è, cosa che ho anch’io.

  4. Non voglio fomentare moti rivoluzionari!
    Vorrei sapere in poche parole perché Malta, nonostante sia una “piccola” isola vicino il territorio Italiano, non faccia parte dell’Italia; e perché San Marino è rimasto un enclave, ossia uno Stato circondato dai confini Italiani?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>