Autore: QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari

Ecco come cambia il parco elettrico nell’Unione Europea. La nuova potenza elettrica installata nel 2012: il FV ha il primato con il 37%, al secondo posto l’eolico con il 26,5%, terzi gli impianti a gas (23%). Dal 2000 la nuova potenza di eolico e FV è di 165,7 GW contro 121 GW del gas. Negativo il saldo di carbone, olio e nucleare.

Ecco come cambia il parco elettrico nell’Unione Europea. Un trend in atto da alcuni anni ormai. In termini di nuova potenza elettrica installata nell’Unione Europa nel 2012 il fotovoltaico ha il primato con il 37% (16.750 MW). Al secondo posto in questa speciale classifica c’è l’eolico che ha rappresentato il 26,5% con 11.825 MW, che precede gli impianti a gas (23%), con 10.500 MW.

Molto ridotta la quota di nuove centrali a carbone: appena il 7% con 3 GW (vedi grafico). Insieme, fotovoltaico ed eolico fanno 28,6 GW, cioè il 64% del totale della nuova capacità installata nell’anno. Questi i dati che emergono da recente rapporto EWEA, “Wind in Power. 2012 European Statistics” (pdf).

Nel corso del 2012 si sono registrati nell’Unione Europea nuovi impianti di energia elettrica per una potenza totale di 44,6 GW, circa 1,7 GW in meno rispetto al 2011, che è stato un anno record per nuova capacità installata.

E’ interessante notare come nel 2012, circa 5,5 GW di centrali a gas e 5,4 GW di centrali a carbone, di 3,2 di centrali alimentate a olio e 1,3 GW di centrali nucleare siano state dismesse. Per quanto riguarda le centrali a carbone europee in due anni il saldo è negativo di quasi 2,4 GW.

Allarghiamo ora lo sguardo a più di un decennio per capire il trend nel settore elettrico. Dal 2000 al 2012 la crescita del settore gas è stata di 121 GW, per l’eolico di 96,7 GW, per il fotovoltaico di 69 GW. In calo le centrali alimentate a olio combustibile (-17,4 GW), il nucleare (- 14,7 GW) e il carbone (-12,7 GW). Qui sotto un grafico che sintetizza bene il cambiamento in atto. A breve parleremo anche di produzione effettiva dalle diverse fonti.