Autore: Gadgetblog.it

La strada scelta da Lenovo per coprire questo nuovo segmento passa per l’acquisizione di Medion, un assemblatore tedesco attivo nel nord-Europa inglobato nel 2011 e di cui oggi ripropone un sistema che è quasi una fotocopia — almeno esteticamente — della vecchia serie Erazer. Il nuovo computer di Lenovo non a caso si chiama Erazer X700 e sfoggia uno chassis ai limiti del futuristico, che richiama le forme di un elmo medievale adornato di luci LED blu.

Oltre alla scelta dei componenti di stampo gaming troviamo funzioni meno comuni, come il tasto Onekey Overclocking per l’overclock istantaneo, o l’Erazer Control Center per avere ad accesso a funzioni avanzate del BIOS, presumibilmente senza passare per il reboot della macchina.

Le specifiche pubblicate da Akibahara News parlano di un veloce Core i7-3820 di terza generazione con frequenze massime di 3,8GHz, scheda madre con chipset di punta X79 Express, 8GB di DDR3 e una GeForce GTX 660 con 1,5GB di memoria a bordo.

Lo storage è affidato a un hard disk meccanico da 1TB, mentre l’OS è il solito Windows 8. Non sono specifiche al top, ma più che sufficienti per garantire una buona esperienza di gioco con tutti i titoli in circolazione (forse tranne Crysis 3…). Il setup non estremo si riflette sul prezzo, circa 1300€ dalla conversione in Yen, anche se di solito queste conversioni lasciano il tempo che trovano. Il Lenovo Erazer X700 arriverà sul mercato giapponese a partire dal 15 marzo.

Via | Akibahara News