Pd, rimborsi elettorali: Bersani e Franceschini fanno scena muta coi cronisti

Pd, rimborsi elettorali: Bersani e Franceschini fanno scena muta coi cronisti

Autore: Uploads by antefattoblog

From:
antefattoblog
Views:
303
55
ratings
Time:
00:44
More in
News & Politics

4 thoughts on “Pd, rimborsi elettorali: Bersani e Franceschini fanno scena muta coi cronisti

  1. Franceschini però ha specificato che lo farebbe senza Berlusconi.Come ne uscirebbe il centro sinistra?Con chi sareste disposti a governare?

  2. Quest’anno stipulo un’assicurazione ed essendo nello stato famiglia di mio papà mi avvalgo della Legge Bersani per ottenere la classe di mio papà..ma se io tra uno o due anni cambio residenza e di conseguenza anche stato famiglia, continuerò a pagare uguale oppure non essendo più nello stato famiglia del momento stipula della polizza devo ripartire dalla classe 14?

    Spero di aver spiegato bene la situazione.

    Grazie!!

  3. Io penso che non sara’ un semplice leader di transizione.

    Ha mostrato molta grinta e determinazione. Viene inoltre da una tradizione di sinistra ed e’ secondo me molto abile in politica.

    E’ ovvio che tutto dipende anche dal risultato alle europee ma secondo me il fatto di non voler andare alle primarie ed aver affidato la reggenza a Franceschini testimonia che il PD vuole rientrare nell’area della sinistra europea.

    Cosa ne pensate ?
    @Picopallino: Si, ho trovato un po di cose su di lui su internet. Nel passato hai ragione proviene dalla vecchia DC pero’ mi sembrava che ultimamente fosse schierato piu’ a sinistra rispetto ad altri. Poi tutti possono sbagliare…

  4. La risposta a DiPietro è di quelle seccate .. ma come si permette quello screanzato di venire a proporre a noi che siamo dei fini politici e che abbiamo studiato nella DC e nel PCI di abolire le province, che sono il bacino dove mettiamo in parcheggio i nostri asini trombati alle elezioni …
    “Noi abbiamo una nostra riforma, non ci vengano a fare tirate demagogiche”, dice Bersani .. e via coi sofismi, il problema delle province, spiega Dario Franceschini agli zoticoni (che siamo noi che siamo stufi di pagare lo stipendio a degli inutili mantenuti), va inquadrato in un “ridisegno dei livelli dello Stato” che non può essere ridotto al capitolo dei “costi della politica”.
    Capito? Gli zoticoni, i qualunquisti siamo noi che lavoriamo e che abbiamo il fine mese sempre più corto, e che siamo stanchi di pagare gli amici degli amici, e loro ci spiegano che c’è un ridisegno … cioè c’è una proposta che fa flanella.
    Se c’è una proposta cosa fanno per metterla sul banco? .. perchè lo spoccchioso mantenuto Fransceschini anziche fare l’infastidito non ci racconta chi fa, che cosa,
    come, quando, con che soldi e in che termini di tempo interviene sulle Provincie con la sua proposta?
    Fannullone e mantenuto …e questa è l’alternativa? Ma aspettiamolo sottocasa con le monetine
    Rispondo solo ad Arkady; di certo sono spocchioso anche io, ma a che centra questo con la domanda? Io voglio solo portare all’attenzione come l’alternativa sia anche rappresentata da un mantenuto che del non lavoro ha fatto la sua filosofia di vita e che ci fa la predica.
    Fatemelo dire: un emerito stupido (il Dario); tutto qui.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>