Premiati gli studenti vincitori di “Play Energy Enel”

Autore: Rinnovabili

Premiate oggi ad Ancona, presso la Sala Verde della sede della Regione, le scuole della Regione Marche vincitrici del concorso “Play Energy”, la competizione sui temi dell’energia e dell’ambiente che Enel dedica da nove anni al mondo della scuola in Italia e all’estero.

Nella Regione Marche hanno partecipato 177 scuole per un totale di circa 10 mila studenti i cui progetti sono stati giudicati nei mesi scorsi da una autorevole giuria composta da rappresentanti del mondo della scuola, delle istituzioni e dei media. Le scuole vincitrici parteciperanno alla selezione nazionale del concorso i cui vincitori saranno decretati in primavera.

 

“Ogni volta che si è avviato un percorso attraverso un concorso – ha affermato l’assessore regionale Ambiente e Energia, Sandro Donati – le scuole marchigiane hanno risposto entusiasticamente e di questo ringrazio gli istituti scolastici e i docenti. Questa grande partecipazione scolastica ci convince ogni giorno di più che è con i ragazzi che bisogna lavorare per cambiare culturalmente l’approccio ai diversi temi sia ambientali che energetici. Le difficoltà che incontriamo ogni giorno nel realizzare l’obiettivo di diffusione delle fonti rinnovabili e della Green Economy si possono risolvere coinvolgendo i giovani, affinché possano essere i veri protagonisti della crescita sostenibile del futuro ”.

 

I primi premi, ovvero videoproiettori, sono andati alle seguenti scuole vincitrici:

per la categoria Fantastica si è aggiudicato il primo posto in classifica la scuola primaria Giovanni Mestica di Jesi (AN) con il progetto “Plastico del Palazzo della Signoria di Jesi”;

per la categoria Creativa ha vinto la scuola secondaria di primo grado Andrea Menchetti di Ostra (AN ) con il progetto “CLASHENERGY”;

per la categoria Illuminata la scuola secondaria di II grado I.I.S. Pieralisi di Jesi (AN ) con il progetto “Modello casa domotica”.

La menzione speciale è stata assegnata alla scuola secondaria di I grado Barocci di Mombaroccio (PU) con il progetto “Il Forno Solare”.

 

Alla cerimonia di premiazione, i cui lavori sono stati coordinati da Giuseppe Meduri e Riccardo Clementi delle Relazioni Esterne e Territoriali Enel, sono intervenuti Sandro Donati, Assessore regionale ambiente Regione Marche, Luca Bartolucci Presidente Consiglio provinciale Pesaro Urbino, Giancarlo Parasecoli assessore ambiente Comune di Pesaro, Giancarlo Mariani dell’ Ufficio scolastico regionale.

Presenti all’evento i due Tutor di Enel Luca Cangenua e Walter Marcucci che hanno seguito gli studenti nel corso della realizzazione dei progetti.

 

“Play Energy 2012”, da 4 anni ha assunto una dimensione internazionale con il coinvolgimento di 10 Paesi oltre all’Italia: Grecia, Panama, Russia, Stati Uniti, Bulgaria, Cile, Costa Rica, Guatemala, Romania e Slovacchia.

 

9 thoughts on “Premiati gli studenti vincitori di “Play Energy Enel”

  1. Perchè ai supermarket vendono diverse marche di miele con costi molto diversi, ma mi chiedo come mai questa differenza? se io compro 1 kg di miele a 5 € o a 15 € che differenza fa nel tipo di qualità del miele…? insomma è fatto sempre dalle api, e penso che qualsiasi marca sono i mieli hanno le stesse sostanze. Io lo uso spesso come medicinale ma entro in crisi perchè non so mai che marca comprare…Aiutatemi!

  2. volevo sapere se potevate aiutarmi o qualcuno
    abbia come me ricevuto una bolletta esorbitante
    rispetto ai consumi normali contenente 19 acconti per un totale a conguaglio di 860 euro circa.
    volevo sapere cosa si deve fare pagare come dicono enel rateizzando la cifra e quindi accettando il tutto come dato di fatto o contestare
    tale cosa poiche’ non esiste contradditorio dalla
    mia parte poiche’ il calcolo dei consumi avviene
    su loro strumentazione e il loro nr.verde da me
    contattato non ha saputo o voluto spiegarmi bene
    cosa sia successo su questa bolletta enel
    vi chiedo se qualcuno ha avuto lo stesso problema come si e’ comportato
    i miei consumi normali in bolletta sono di 150 euro a bimestre ma qui si tratta di 860 per 19 acconti dal 2004 al 2008 poiche’ loro affermano di non ave letto il contatore da tale data cioe’ dal 2004 e quindi sono loro in errore

  3. Magari qualcosa che riguardi la mia regione, ovvero l’Emilia Romagna o qualcosa di italiano che potrebbero apprezzare…

  4. Cerco un negozio in toscana nei pressi di Firenze o Pistoia che venda la marca HANG TEN..
    Se sapete dove la possa travare scrivete!!

  5. cerco marca baci e abbracci a taranto…se qualcuno della zona ha già visto se può indicarmi dove grazie in anticipo

  6. Salve a tutti! Sono studentessa in medicina veterinaria e all’ambulatorio presso il quale faccio tirocinio, in provincia di Salerno, stanno arrivando delle cartoline: la prima da Parigi, la seconda da Barcellona, la terza da Atene, spedite a distanza di 3 giorni l’una dall’altra (28/11, 1/12 e 4/12) e firmate con nomi che non si capiscono bene, tipo Pio e Lou o qualcosa di simile.
    Sono tutte scritte a mano, con inchiostro blu, la grafia è sempre la stessa e sembra femminile; solo la prima cartolina è firmata (solo firmata) da una mano diversa, mentre le firme delle altre due sembrano fatte dalla stessa persona (che ha scritto anche le altre cartoline). Inoltre, su quella inviata da Atene c’è segnata proprio accanto al francobollo, sempre a penna, una B stampatello maiuscola cerchiata .

    Ci sono scritte sempre frasi personali come “qui è bellissimo..stiamo bene.. i dolori non si fanno sentire..grazie mille…sei una grande” ecc.
    Insomma sembrano scritte da una coppia in viaggio, magari in luna di miele, ma nessuno sa chi siano. Dico “nessuno” perchè la mia dottoressa ha scoperto per caso, parlando con un collega, che cartoline del genere (stessi mittenti, stesse città di provenienza e stesse immagini, più o meno stesse frasi e date) le stanno ricevendo in tantissimi, qui in Campania e, sembra, anche fuori regione.

    In più, nell’immagine di ogni cartolina (che ritraggono, rispettivamente, la Tour Eiffel, uno scorcio di una strada di Barcellona e il Partenone) c’è inserito un nanetto da giardino, quasi a voler citare il film “Il favoloso mondo di Amelie” e i timbri postali sono del posto dal quale la cartolina è stata spedita.
    La cosa curiosa, tra le altre, è che le cartoline sembrano stampate tutte dalla stessa tipografia: hanno tutte lo stesso formato, lo stesso bordino azzurro intorno all’immagine e anche dietro (la parte in cui si scrive) è sempre uguale, ma il nome della ditta non c’è.

    Mi rendo conto che sembra una storia inventata, ma assolutamente non lo è; dubito che sia “una coppia in viaggio” perchè non si spiega un invio di cartoline così, “a tappeto”, a una buona parte dei veterinari d’Italia….e comunque qualcuno dei riceventi dovrebbe conoscere i mittenti.
    Io penso che sia un’originale trovata pubblicitaria di qualche casa farmaceutica, con tutti i riferimenti ai “dolori” e allo stato di salute che vengono fatti nei messaggi…

    …insomma quello che volevo chiedere era se qualcuno ne sa qualcosa, se qualcun’altro ha ricevuto le cartoline e in che località…..se magari c’è un veterinario che conosce i mittenti…ben accetti sono anche pareri alternativi al mio.

    Sicuramente non è nulla di grave o di preoccupante, ma è un fatto curioso e va indagato, no?

    Grazie mille!
    Mildred “La Strega”
    @ Isa: certo che ne abbiamo parlato con altri ambulatori ^_^ E’ proprio in questa maniera che abbiamo scoperto che non erano cartoline specificatamente inviate alla mia dottoressa….riguardo al fatto della trovata pubblicitaria, immagino che “si sveli” tra un po’ e che le cartoline costituiscano una specie di fase preparatoria……altrimenti come si spiegano? :S

  7. Si tenga conto che questi prepotenti pretendono, con la scusa della proprietà dello stesso di entrare in casa mia, rompere una nicchia nella quale è stato istallato dall’enel stesso anni fa senza in alcun modo risarcirmi del danno che andrebbe a causare o ripristinare a loro spese lo stato dei luoghi!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>