In edicola sul Fatto del 16 marzo. “Lo sbarco dei ‘grillini’ in Aula: apriti sesamo”

In edicola sul Fatto del 16 marzo. “Lo sbarco dei ‘grillini’ in Aula: apriti sesamo”

Autore: Uploads by antefattoblog

L'arrivo del M5s è contrassegnato dalla scelta di sedersi nella parte centrale in alto dell'emiciclo e dall'apriscatole messo sul banco del Senato al grido di "apriremo la scatoletta". Tra fumate nere e schede bianche sale la candidatura di Monti.
From:
antefattoblog
Views:
104
0
ratings
Time:
00:43
More in
News & Politics

3 thoughts on “In edicola sul Fatto del 16 marzo. “Lo sbarco dei ‘grillini’ in Aula: apriti sesamo”

  1. La coppia I vicini: lui era sempre sorridente, faceva battute in romano
    Liyan, Zhou e gli amici italiani
    La mamma: ho rincorso i banditi
    «Mia figlia era a terra, credevo avesse solo battuto la testa» Le lacrime dei vicini «Una coppia da favolaLa coppia I vicini: lui era sempre sorridente, faceva battute in romano

    Liyan, Zhou e gli amici italiani
    La mamma: ho rincorso i banditi

    «Mia figlia era a terra, credevo avesse solo battuto la testa» Le lacrime dei vicini «Una coppia da favola

    ROMA – «Che bel vestito aveva Liyan il giorno che si è sposata. Un abito bianco, come quello delle nostre ragazze, anche se la cerimonia non era in chiesa perché lei e la sua famiglia non sono cattolici. I festoni addobbavano il portone e dai balconi cadeva una pioggia di riso. Anche per noi è stato un giorno di festa, ma ora tutto è finito». Piange la signora Anna, posando due orchidee accanto alla saracinesca del negozio sotto casa. Il marito la prende per un braccio e la trascina via. Anche lui ha gli occhi lucidi. Accanto a loro singhiozza pure Maria, la badante romena che assiste un’anziana al primo piano, al ricordo di quel giorno di due anni fa «quando Liyan e Zeng si sono sposati: avevano invitato tutto il palazzo al rinfresco a casa loro. Non posso dimenticare la festa sul pianerottolo, le lacrime di gioia dei genitori della sposa. Era tutto bellissimo, come in un film. E poi quella bambina meravigliosa: un angelo. Ditemelo voi: come si può fare del male a un angelo?».

    Nel condominio di via Alò Giovannoli – sei piani, con le scale linde e un ascensore immacolato – la famiglia di Liyan è arrivata otto anni fa da Napoli. Padre, madre, tre sorelle e un fratello, tutti originari della provincia cinese dello Zhe Yiang. Partiti dalla stessa sconfinata regione come migliaia di loro connazionali per cercare fortuna in Europa. «Gli Zheng hanno rilevato il bar all’angolo con via Casilina da una famiglia romana che abita a Tor Bella Monaca – racconta Lutfar Sagoar, un commerciante bengalese, con il ciuffo alla Little Tony, che risiede poco lontano – e da lì hanno cominciato a lavorare qui a Tor Pignattara e a farsi voler bene da tutti. No, non hanno mai avuto problemi di integrazione. Non credo che avessero mai avuto nemici».

    Zeng Zhou è arrivato qualche mese più tardi nella vita di Liyan. Un giovane dallo sguardo serio, «un gran lavoratore», dicono di lui. Inseparabile dal cognato Hong – che nella zona gli abitanti chiamano affettuosamente «King Kong» – «un tipo simpatico, paffuto e sorridente – lo descrive ancora Sagoar -. Entrambi sono andati a lavorare in quel bar». Si tratta del «New Sedrik Bar», diviso dal Sert di Tor Pignattara da un alimentari anch’esso cinese. «Ci vanno tutti quelli che lavorano nella zona, soprattutto romani – spiega un giovane cinese che lavora nel negozio di prodotti tipici -: gli impiegati della banca qui vicino, quelli della Asl». Zeng aveva un sorriso per tutti, una battuta in romanaccio. «Era un appassionato di calcio e di scommesse. Intendiamoci, quelle legali – ricorda ancora Sagoar – tifava Inter, era sempre di buon umore».

    Così, fra cappuccini e brioches, è sbocciata lastoria d’amore fra Liyan e Zeng. Qualche mese più tardi si sono sposati. Poi è nata la piccola Joy. «Ogni volta che la incontravamo era un colpo al cuore per quanto era bella – riprende Anna, la vicina di casa della famiglia cinese -. Una bambolina meravigliosa. Non posso pensare che non ci sia più». Era il 16 marzo dello scorso anno: al posto dei festoni per il matrimonio, sul portone di via Giovannoli gli inquilini avevano attaccato un grosso fiocco rosa. Un’altra festa per il rione «che si ripeteva ogni giorno che il papà e la mamma la portavano in giro», aggiungono i clienti del bar all’angolo con piazza dei Geografi. «Zeng si alternava fra il bar e il money transfer di via Bordoni, alla Marranella, di proprietà di una famiglia di bengalesi (di fronte alla caserma dei carabinieri) – aggiunge un altro cinese -. Anche lei andava a lavorare lì ogni tanto». Ma il ritrovo della famiglia era sempre il «Sedrik»: da lì marito e moglie uscivano ogni sera per tornare a casa. A volte con l’incasso della giornata, a volte senza. Lo hanno fatto anche mercoledì solo che ad attenderli hanno trovato due banditi.
    Se la borsa era vuota perche non gliela hanno data? E perche la madre ha inseguito i banditi? Non ha sentito uno sparo?

  2. Ciao a tutti,
    ho smesso la pillola il 16 marzo finendo il blitter e il 19 marzo mi sono arrivate regolari come sempre con la pillola. Non ho ricominciato un blitter nuovo perchè il mio ginecologo mi ha detto di smettere per qualche mese visto che era 3 anni che la prendevo consecutivamente. Il 16 aprile mi sarebbero dovute arrivare ma niente. Ho continue perdite biancastre come fossi perennemente in periodo ovulatorio. Ho avuto rapporti ma sempre protetti.
    Sono a 10 giorni di ritardo!
    Ho un p d’ansia perchè non capisco il motivo per cui non mi arrivino. Mi conviene fare il test per togliermi l’ansia o posso stare tranquilla che è solo perchè sono sballata dato il lungo perido di assunzione pillola??’

  3. dunqueeee…vi avverto ho 15 anni quindi nn so cucinare kose strane.. il minimo indispensabile!!… alloraaa avevo pensato all’antipasto di mare.. quelli nelle skatolette sono buonissimiii.. come antipasto.. e poi nn so ke metterci vicino..ke ci posso mettere??… poi kome primo gli spaghetti kn le cozze e 1 pò di sughetto!!… poi x secondo buu… pensavo ai calamari fritti xò solo quello x secondo nn fa ..quindi i calamari ee…???????? e poi come dolce la tortina a forma di cuoreee… ke ne pensateee????… cosa posso aggiungereee???
    poi kn le kandeline formo la skritta ti amo!! wow è bello sekondo voi???
    grz in anticipo x i consigliiii
    kisss
    senti bello vedi ke tu nn mi conosci e nn ti puoi permettere di giudikarmi solo da come skrivo!!!…e sentiamo su ke kosa nn ho kapito niente?? spiegamelo tu tutto questo niente…
    tu x me invece non hai capito un kazzo della vita!!!…. e se già te lo immagini il mio amore kome te lo immagini???… è alto 1.78 ed ha 17 anni quindi vedi di farti un poco i kazzi tuoi e di nn giudikare gli altri senza nemmeno konoscere e soprattutto senza nemmeno aver mai visto..!!! 15 anni li hai avuti anke tu e tutti ci passano quindi dimmi qual’è il problema della mia età.. kredo ke la tua è solo invidia.. bhè mi dispiace x te!!!… skiatta ke io intanto mi godo la mia adolescenza…!!!
    cia!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>