Questione fiducia, attivisti M5S, Pd e Sel a confronto

Questione fiducia, attivisti M5S, Pd e Sel a confronto

Autore: Uploads by antefattoblog

Coerenza v/s Responsabilità. In queste due parole chiave si riassume l'acceso – e forse inconciliabile – contrasto di opinioni fra simpatizzanti e attivisti di M5S, Pd e Sel, registrato ieri a Montecitorio nel primo giorno del nuovo Parlamento di P.R
From:
antefattoblog
Views:
247
13
ratings
Time:
04:51
More in
News & Politics

3 thoughts on “Questione fiducia, attivisti M5S, Pd e Sel a confronto

  1. Se il parlamento è espressione del popolo, e se il popolo italiano è composto da circa lo stesso numero di uomini e donne, il Parlamento, per essere tale, non dovrebbe essere costituito dal 5% di uomini e dal 50% di donne?
    scusate 5o% uomini e 50% donne.
    Carissimo Tommaso C,
    ti faccio un esempio pratico.
    In un paese limitrofo al mio, anni fa c’era bisogno di costruire un asilo nido. Questo paese è uno dei piu’ grandi per estensione della provincia di cui fa parte (comprende molti terreni abbandonati e incolti). Tuttavia, non fu possibile trovare lo spazio necessario per costruirlo. Il consiglio comunale era costituito interamente da uomini. Io credo che se ci fossero state donne, lo spazio necessario per la costruzione sarebbe saltato fuori. Questo perchè le donne, con la propria sensibilità e il proprio punto di vista, differente da quello maschile proprio perchè le donne sono differenti dagli uomini e viceversa, potrebbero apportare miglioramenti o quantomeno diversi punti di vista alla politica. la tua risposta, tuttavia, mi sembra solo polemica e inconcludente.
    la differenza lampante e immediata che si è sempre avuta nel mondo è stata quella del sesso. Gli uomini e le donne sono diversi per molti e molti aspetti, hanno sensibilità differenti, obiettivi e punti di riferimento differenti. Essere uomo o donna non è solo un pregio, un difetto o una caratteristica, ma è una differenza fondamentale, alla base della vita stessa. È una differenza che accomuna bianchi, neri, calvi, capelluti, malati, sani, intelligenti, stupidi, alti, bassi. Si può dire che è LA differenza, per quanto concerne gli esseri umani. E perchè queste due facce differenti della stessa medaglia non dovrebbero essere rappresentate nello stesso modo? E quindi, il non rappresentare equamente il popolo italiano nel parlamento, non è forse una violazione dell’articolo 3 della costituzione? Questa domanda non voleva essere una polemica, ma un dibattito.
    non sostengo assolutamente che vengano elette donne senza meriti, così come non vorrei che accadesse per gli uomini, anche se purtroppo accade. Io dico semplicemente che nel parlamento dovrebbe rappresentare equamente il popolo, al quale comunque spetta scegliere i propri rappresentanti, sperando che vengano scelti per i loro meriti e le loro capacità.
    @ auction maker: ahahhaa bellissima questa, sei un grande XDD

    =|

  2. Le dimissioni di Berlusconi sono state create per la mancanza della maggioranza per il cambiamento in parlamento dei deputati da un partito all’altro. Come è possibile la caduta di un governo per questo motivo ?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + = 4

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>