Autore: Hardware Upgrade RSS

Si aprono nuovi possibili scenari nella vicenda che vede Dell impegnata nel processo di uscita dalla borsa: sul tavolo del consiglio di amministrazione sono infatti giunte due nuove proposte alternative all’accordo avanzato da Silver Lake Partners e Michael Dell che offrono agli azionisti la possibilità di mantenere le proprie quote nella compagnia. In questo modo Dell continuerebbe a restare quotata in borsa.

La prima proposta giunge ad opera di un gruppo che include Blackstone Management Associates, Boulder Acquisiton Corp, Francisco Partners III e Insight Venture Management. Con questa proposta vengono offerti agli azionisti più di 14,25 dollari per azione, valore considerato il minimo punto di partenza su cui costruire i negoziati. Si tratta di un’offerta con una maggiorazione del 4% circa rispetto ai 13,65 dollari per azione offerti dall’accordo originario di Silver Lake e Dell per il riacquisto delle quote della società.

La seconda offerta è invece stata avanzata da Ichan Enterprises ed include anch’essa una maggiorazione rispetto all’offerta originaria. In questo caso agli azionisti Dell verrebbero offerti 15 dollari per azione (il 10% in più rispetto alla proposta Silver Lake-Dell) e, come la proposta di Blackstone, gli azionisti avranno l’opzione di mantenere le proprie quote.

Nessuna delle due proposte, tuttavia, va a dettagliare una visione per il futuro dell’azienda, ma entrambe sono comunque al vaglio del consiglio di amministrazione dell’azienda. Alex Mandl, presidente del comitato speciale incaricato di valutare le proposte, ha commentato: “Siamo gratificati dal successo del nostro processo di vendita che ha ottenuto due proposte alternative con un potenziale per creare valore aggiunto per gli azionisti Dell. Intendiamo lavorare scrupolosamente con tutti e tre i potenziali acquirenti per assicurare la migliore evoluzione possibile per gli azionisti, qualsiasi sia la transazione”.