M5s, dal blog di Grillo alt a Letta: “Con questi non ci mescoleremo mai”


Autore: Il Fatto Quotidiano

“Con questi non ci mescoleremo mai”. Il messaggio è esplicito. Ed è il titolo di un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo a firma Kasap Aia, che chiude la porta all’appello del presidente del Consiglio incaricato Enrico Letta. Durante le consultazioni per il nuovo governo, in streaming, il vicesegretario del Pd aveva invitato i parlamentari del Movimento 5 stelle ad abbandonare la “frustrante incomunicabilità” e a “mescolare i voti”, ritenendolo l’unico modo per risolvere la questione nel modo più corale possibile.

I capigruppo Vito Crimi e Roberta Lombardi si erano già mostrati scettici, ma le parole del post rispediscono al mittente la chiamata di Letta, definito nel blog “Capitan Findus, lo stoccafisso del pdmenoelle”. “MESCOLARSI ! questo termine sembra la cifra espressa da Enrico Letta, è un mantra, anche lo scorso streaming c’era questa insistenza. E’ un termine da cucina per quanto raffinata, o per cocktails dal risultato non necessariamente gradevole al gusto”, si legge.

I gusti che non sembrano mescolarsi sono principalmente due: i programmi economici e di riforma del finanziamento ai partiti.  “Non possono essere ‘mescolati’ sono infatti alternativi, nettamente alternativi, anche alla luce del fatto che le risorse destinate allo sviluppo sono esigue – spiega il post – E’ alternativo anche l’approccio alle riforme della costituzione. Una va verso uno strisciante presidenzialismo l’altra verso la liberazione del parlamento dal giogo che in questi vent’anni è stato imposto da giri e raggiri ai danni della sovranità popolare che il Parlamento esprime”.

Il punto a cui si arriva è uno: “Contribuire non è mescolarsi è l’esatto contrario. Anche perchè la confusione non è un contributo alla limpidezza delle proprie azioni, è solo una nebbia che offusca responsabilità e meriti. Letta lasci stare le metafore gastronomiche buone per pasticci e per nascondere nelle “vivande” veleni e tossici con i quali questa casta ha ucciso la democrazia in questo paese“.

2 thoughts on “M5s, dal blog di Grillo alt a Letta: “Con questi non ci mescoleremo mai”

  1. ECCO L’ELENCO:
    presidente: Enrico Letta
    Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – Filippo Patroni Griffi
    Interni e Vicepremier- Angelino Alfano
    Difesa – Mario Mauro
    Esteri – Emma Bonino
    Giustizia – Anna Maria Cancellieri
    Economia – Fabrizio Saccomanni
    Riforme istituzionali – Gaetano Quagliariello
    Sviluppo – Flavio Zanonato
    Trasporti Infrastrutture – Maurizio Lupi
    Poliche Agricole – Nunzia Di Girolamo
    Istruzione, Università e ricerca- Maria Chiara Carrozza
    Salute – Beatrice Lorenzin
    Lavoro e Politiche sociali – Enrico Giovannini
    Ambiente – Andrea Orlando
    Beni culturali e Turismo- Massimo Bray
    Coesione territoriale – Carlo Trigilia
    Affari europei – Enzo Moavero Milanesi
    Affari regionali – Graziano Delrio
    Pari opportunità, sport, politiche giovanili – Josefa Idem
    Rapporti con il Parlamento – Dario Franceschini
    Integrazione – Cecile Kyenge
    Pubblica Amministrazione- Giampiero D’Alia

  2. Io son del MoVimento 5 Stelle e da dopo le elezione ho sempre desiderato soltanto un governo PD-PDL che cuocesse questi due partiti ben benino per portarli all’autodistruzione onde generare la vittoria del MoVimento 5 Stelle alle prossime elezioni tra circa un anno.
    Questa della nomina di Enrico Letta Presidente del Consiglio per me non è comunque una bella notizia. Io preferivo di gran lunga Giuliano Amato, perché, avendo il Dottor Sottile governato sia grazie all’amico di Berlusconi Craxi tra il 1992 e il 1993 che grazie a D’Alema tra il 2000 e il 2001, sarebbe stato un eccellente Presidente del Consiglio per far capire anche ai meno intelligenti che tra PD e PDL cambi solo la L.
    Enrico Letta lo fa capire un po’ meno, però, visto che è un ex democristiano, e ha uno zio (Gianni) che è un fedelissimo di Berlusconi (il cavaliere l’ha sempre designato come suo candidato ideale alla Presidenza della Repubblica), un suo governo che duri almeno un anno con ministri del PD e del PDL, andrà bene lo stesso per cuocere questi due partiti?

    Saluti puffosi! Puff, puff!
    @ Mr.Pink, ti ripeto per la centesima volta che a fronte del 25% che abbiam preso alle elezioni, i sondaggi, anche quelli degli ultimi giorni precedenti alle elezioni, ci davano 10 punti sotto, e tu fai orecchie da mercante!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>