Trattativa, il pm Gaetano Paci: “La politica chiarisca cosa successe 20 anni fa”

Trattativa, il pm Gaetano Paci: “La politica chiarisca cosa successe 20 anni fa”

Autore: Uploads by antefattoblog

Trattativa, il pm Gaetano Paci: "La politica chiarisca cosa successe 20 anni fa"

"L'azione giudiziaria da sola non basta per fare luce sulle stragi". Sono le parole del sostituto procuratore Gaetano Paci, presidente della Fondazione Legalità 'Paolo Borsellino', che da 23 anni lavora alla procura di Palermo
From:
antefattoblog
Views:
130

6
ratings
Time:
03:42
More in
News & Politics
Share on Tumblr

9 thoughts on “Trattativa, il pm Gaetano Paci: “La politica chiarisca cosa successe 20 anni fa”

  1. Punto 1 :LE DUE SICILIE ERANO: TERZO STATO PIU’ RICCO ED INDUSTRIALE AL MONDO(443,2 LIRA-ORO) DOPO INGHILTERRA E FRANCIA CON UNA POVERTA’ MINORE DEL 2% CON PIU’ MEDICI PER ABITANTE E CON MINORI ASPETTATIVE DI MORTE MENTRE L’ ATTUALE NORD ECCETTO LA TOSCANA ERA UNO DEI PIU POVERI D’ EUROPA(sopratutto Piemonte Liguria Parma e Modena) CON MENO DI 48,0 CAPITALI LIRA-ORO E SI MORIVA ANCORA DI PELLAGRA
    SECONDO: LA CAMORRA è ORIGINARIA DI CAGLIARI EMIGRATA A NAPOLI
    TERZO: LA MAFIA COMPARVE NEL 1865 VENNE CREATA DOPO L’ UNITA D’ ITALIA NEL 1865
    PUNTO 2: Guarda questo schema che riporta i soldi presenti nella banca nazionale dei rispettivi regni:

    REGNO DELLE DUE SICILIE milioni 443,2
    LOMBARDIA 8,1
    DUCATO DI MODENA 0,4
    PARMA E PIACENZA» 1,2
    ROMA » 35,3
    ROMAGNA – MARCHE E UMBRIA» 55,3
    SARDEGNA» 27,0
    TOSCANA» 85,2
    VENEZIA » 12,7

    TOTALE» 668,4

    Dopo aver cacciato i francesi il nostro regno si arricchi sempre di più fino a che nel 1800 con la nascita delle Due Sicilie divenne IL TERZO STATO PIU’ RICCO ED INDUSTRIALE AL MONDO

    1735 – Prima cattedra di astronomia in Italia (Università di Napoli a Pietro De Martino)
    1737 – Primo teatro nel mondo (San Carlo a Napoli)
    1753 – Carlo Curzio descrisse per primo la sclerodermia nell’ospedale degli Incurabili di Napoli
    1754 – Prima cattedra di Economia nel mondo (Università di Napoli ad Antonio Genovesi)
    1762 – Fondazione Accademia di Architettura (tra le prime d’Europa)

    1781 – Primo codice marittimo del mondo (Michele Iorio)
    1782 – Primo intervento in Italia di Profilassi Anti-tubercolare
    1783 – Primo cimitero d’Europa ad uso di tutte le classi sociali (Palermo)
    1786 – Più grande cantiere navale d’Italia e del Mediterraneo (Castellammare 2000 operai)
    1792 – Primo Atlante Marittimo nel mondo (scuola di cartografia napoletana)
    1801 – Primo museo Mineralogico del mondo
    1807 – Primo Orto botanico in Italia a Napoli
    1813 – Primo Ospedale Psichiatrico italiano (Aversa)
    1818 – Prima nave a vapore del mondo (Ferdinando I)
    1819 – Primo Osservatorio Astronomico in Italia (Capodimonte)

    1821 – Prima introduzione in Italia e poi in Inghilterra della medicina omeopatia da parte del dr. Francesco Romano, medico personale di Ferdinando IV di Borbone
    1829 – Prima clinica omeopatica in Italia voluta dal Re presso il più grande ospedale della Trinità a Napoli
    1832 – Primo ponte sospeso in ferro in Italia (fiume Garigliano)
    1832 – Primo Stato italiano a dotarsi di un Ufficio Centrale di Statistica
    1833 – Primo editto a salvaguardia del novellame ittico limitazioni alla pesca a strascico e dell’uso di reti fitte.
    1839 – Prima ferrovia e prima stazione in Italia, seconda in Europa (Napoli – Portici)
    1839 – Prima illuminazione a gas di una città italica e terza in Europa (Napoli)
    1840 – Prima fabbrica metalmeccanica d’Italia (Pietrarsa con 1050 operai)
    1841 – Primo centro sismologico al mondo (Ercolano, ing. Gaetano Fazzini)
    1841 – Primo sistema di fari lenticolari a luce costante in Italia (Nisida)
    1843 – Prima nave da guerra a vapore d’Italia (pirofregata Ercole)
    1844 – Primo Osservatorio Meteorologico in Italia (falde del Vesuvio dott. Melloni)
    1845 – Prima locomotiva a vapore costruita in Italia (stabilimento di Pietrarsa)
    1848 – Primo Stato italiano a concedere la Costituzione (29 gennaio)
    1852 – Primo Telegrafo elettrico in Italia
    1852 – Primo Bacino di Carenaggio in muratura in Italia (porto di Napoli)
    1852 – Primo Piroscafo della penisola italiana ad attraversare l’Atlantico (il Sicilia della società di navigazione del palermitano Salvatore De Pace)
    1852 – Primo esperimento di Illuminazione Elettrica in Italia (Capodimonte)
    1856 – Premio per il terzo paese al mondo in sviluppo industriale (Parigi Esposizione Internazionale)
    1856 – Primo Sismografo Elettromagnetico nel mondo (arch. Luigi Palmieri)
    1858 – Prima galleria ferroviaria del mondo (traforo Passo dell’Orco presso Nocera Inferiore)
    1859 – Primo Stato italiano per produzione di guanti (700.000 dozzine di paia ogni anno)
    1860 – Prima flotta mercantile e militare d’Italia
    1860 – Prima nave ad elica in Italia (Monarca)
    1860 – Più bassa percentuale di mortalità infantile d’Italia
    1860 – Più alta percentuale di medici per abitante d’Italia
    1860 – Primo piano regolatore in Italia (città di Napoli)
    1860 – Minor carico Tributario Erariale in Italia
    1860 – Maggior quantità di lire/oro tra tutti i Banchi Nazionali Preunitari (Banco delle Due Sicilie 443 milioni sui 668 milioni del totale: 66.3% del totale)
    1860 – Prima borsa merci e seconda borsa valori d’Europa

    I piemontesi riuscirono a fare l’ unità d’ Italia solo grazie all’ Inghilterra e alla Francia che li aiutarono in questa impresa perchè cosi facendo il Piemonte avrebbe potuto risanare il debito che aveva con queste due nazioni dovuto alle guerre espansionistiche
    Ruggero: Se tu avessi letto quello che ho scritto forse non saresti qui a farmi questa domanda.
    Comunque fu facile per Garibaldi unire l’ Italia si dato che fu aiutato da cani e porci ovvero:
    Camorra che aveva il compito di radunare 20.000 soldati (cagliaritana dato che non è nata qui),
    Francia, Inghilterra( dato che il Piemonte aveva debiti con esse)
    Piemonte (dato che l’ unica soluzione per pagare i debiti era rubare i capitali nazionali delle Due Sicilie
    E solo infine i 1000 di Garibaldi

    P.S. Sai che Ricciotti (che sarebbe il figlio di Garibaldi) si uni ai briganti e andò a combattere contro suo padre perchè non ritenne giusto ciò che venne fatto al meridione e sopratutto in che modo fu conquistato quindi come ho già detto poco fa : aiutato da cani e porci e senza dichiarazione di guerra; Saluti.

  2. Prendono in giro chi li ha umiliati…che desolazione vedo…..un po’ di sportività,neanche quella.
    Riprendono discorsi vecchi,e ne inventano di nuovi…..dicono che la partita è stata rubata dagli juventini….quando in realtà c’ era un rigore x noi e l’ espulsione di Chivu….
    Almeno ammettete che meritavamo….almeno quello….
    P.s ero uno che voleva la “pace” tra juventini e interisti…feci una domanda su quello…..
    poi noto che un certo Gaetano,con diversi avatar,tifava la settimana scorsa cagliari e ora bayern….quindi lo imito…..ma con meno rosicamento….a quello il fegato gli sta esplodendo!
    questo lo tolgo fra una settimana…
    BUTTA FUORI I MERDAZZURRI…..
    FORZA RUBIN KAZAN

  3. Quest’ estate sono andata in montagna e ho alloggiato in un albergo. Lì c’era un cameriere che mi ha colpito davvero tanto. Ogni volta che ci vedevamo ci sorridevamo e ci salutavamo, poi ogni due per tre ci scambiavamo degli sguardi che mi facevano dimenticare il resto del mondo. L’unico problema è che lui non parlava molto l’italiano ma solo tedesco; io studio il tedesco a scuola allora una sera mi sono buttata e gli ho chiesto il nome. poi mi ha stretto la mano e lì mi stavo per sciogliere.
    Non abbiamo avuto altre occasioni per parlarci perchè doveva lavorare. Da allora so solo il suo nome e so che mi manca terribilmente. Poi sono dovuta ripartire.Da quel giorno di agosto sento un vuoto, sento il bisogno con tutta me stessa di rivederlo. Lo sogno di continuo e non sono rare le lacrime. Mi ha stravolto davvero e ora non so come ritrovarlo, probabilmente non lo rivedrò mai più, ma non riesco a mettermi l’anima in pace. Mi fa andare avanti solo il pensiero che lui stia bene e che non abbia perso il suo magnifico sorriso.Sento che con lui potrei essere davvero felice. Non so cosa fare.
    Secondo voi mi sono innamorata davvero?

  4. Il mio nick è R K O proprio per “testimoniare” il mio “debole” XD per la vipera o the viper!! :D
    Comunque mi chiamo gianluca ho 20 anni sono di Caserta e amo il wrestling, in particolar modo la W W E con i suoi spettacoli RAW e SMACKDOWN…
    A presto,
    RKO

  5. Ciao ragazzi/e, forse Voi potete aiutarmi.
    Sto cercando una Pizzeria Ristorante in provincia di Cuneo, in un posto in collina, dove si mangia roba casereccia.

    Sapete dirmi qualche bel posto?

  6. Ciao a tutti! mi stavo chiedendo… a che stile appartengono i cantautori tipo Guccini, De andré, Rino Gaetano, i Modena city Ramblers , Battiato… le loro canzoni sono tutte correlate alla politica, alla pace , alla filosofia etc… secondo voi è possibile identificarli con uno stile ben preciso? e si qual’è? grazie a tutti!

  7. é troppo impegnativo fare il corso e successivamente l’esame per la patente durante l’ultimo anno di superiore? Sono indecisa se iscrivermi ora o dopo la maturità..
    Compio 18 anni il primo dicembre e vorrei iniziare questo mese in modo tale da occupare i primi mesi di scuola che sono leggeri…che dite? ci vuole molto impegno?
    dicono sia sufficiente stare attenti durante le lezioni ed esercitarsi solo con i quiz… vero?

  8. LE DUE SICILIE ERANO: TERZO STATO PIU’ RICCO ED INDUSTRIALE AL MONDO(443,2 LIRA-ORO) DOPO INGHILTERRA E FRANCIA CON UNA POVERTA’ MINORE DEL 2% CON PIU’ MEDICI PER ABITANTE E CON MINORI ASPETTATIVE DI MORTE MENTRE L’ ATTUALE NORD ECCETTO LA TOSCANA ERA UNO DEI PIU POVERI D’ EUROPA(sopratutto Piemonte Liguria Parma e Modena) CON MENO DI 48,0 CAPITALI LIRA-ORO E SI MORIVA ANCORA DI PELLAGRA
    SECONDO: LA CAMORRA è ORIGINARIA DI CAGLIARI EMIGRATA A NAPOLI
    TERZO: LA MAFIA COMPARVE NEL 1865 VENNE CREATA DOPO L’ UNITA D’ ITALIA NEL 1865
    PUNTO 2: Guarda questo schema che riporta i soldi presenti nella banca nazionale dei rispettivi regni:

    REGNO DELLE DUE SICILIE milioni 443,2
    LOMBARDIA 8,1
    DUCATO DI MODENA 0,4
    PARMA E PIACENZA» 1,2
    ROMA » 35,3
    ROMAGNA – MARCHE E UMBRIA» 55,3
    SARDEGNA» 27,0
    TOSCANA» 85,2
    VENEZIA » 12,7

    TOTALE» 668,4

    Dopo aver cacciato i francesi il nostro regno si arricchi sempre di più fino a che nel 1800 con la nascita delle Due Sicilie divenne IL TERZO STATO PIU’ RICCO ED INDUSTRIALE AL MONDO

    1735 – Prima cattedra di astronomia in Italia (Università di Napoli a Pietro De Martino)
    1737 – Primo teatro nel mondo (San Carlo a Napoli)
    1753 – Carlo Curzio descrisse per primo la sclerodermia nell’ospedale degli Incurabili di Napoli
    1754 – Prima cattedra di Economia nel mondo (Università di Napoli ad Antonio Genovesi)
    1762 – Fondazione Accademia di Architettura (tra le prime d’Europa)

    1781 – Primo codice marittimo del mondo (Michele Iorio)
    1782 – Primo intervento in Italia di Profilassi Anti-tubercolare
    1783 – Primo cimitero d’Europa ad uso di tutte le classi sociali (Palermo)
    1786 – Più grande cantiere navale d’Italia e del Mediterraneo (Castellammare 2000 operai)
    1792 – Primo Atlante Marittimo nel mondo (scuola di cartografia napoletana)
    1801 – Primo museo Mineralogico del mondo
    1807 – Primo Orto botanico in Italia a Napoli
    1813 – Primo Ospedale Psichiatrico italiano (Aversa)
    1818 – Prima nave a vapore del mondo (Ferdinando I)
    1819 – Primo Osservatorio Astronomico in Italia (Capodimonte)

    1821 – Prima introduzione in Italia e poi in Inghilterra della medicina omeopatia da parte del dr. Francesco Romano, medico personale di Ferdinando IV di Borbone
    1829 – Prima clinica omeopatica in Italia voluta dal Re presso il più grande ospedale della Trinità a Napoli
    1832 – Primo ponte sospeso in ferro in Italia (fiume Garigliano)
    1832 – Primo Stato italiano a dotarsi di un Ufficio Centrale di Statistica
    1833 – Primo editto a salvaguardia del novellame ittico limitazioni alla pesca a strascico e dell’uso di reti fitte.
    1839 – Prima ferrovia e prima stazione in Italia, seconda in Europa (Napoli – Portici)
    1839 – Prima illuminazione a gas di una città italica e terza in Europa (Napoli)
    1840 – Prima fabbrica metalmeccanica d’Italia (Pietrarsa con 1050 operai)
    1841 – Primo centro sismologico al mondo (Ercolano, ing. Gaetano Fazzini)
    1841 – Primo sistema di fari lenticolari a luce costante in Italia (Nisida)
    1843 – Prima nave da guerra a vapore d’Italia (pirofregata Ercole)
    1844 – Primo Osservatorio Meteorologico in Italia (falde del Vesuvio dott. Melloni)
    1845 – Prima locomotiva a vapore costruita in Italia (stabilimento di Pietrarsa)
    1848 – Primo Stato italiano a concedere la Costituzione (29 gennaio)
    1852 – Primo Telegrafo elettrico in Italia
    1852 – Primo Bacino di Carenaggio in muratura in Italia (porto di Napoli)
    1852 – Primo Piroscafo della penisola italiana ad attraversare l’Atlantico (il Sicilia della società di navigazione del palermitano Salvatore De Pace)
    1852 – Primo esperimento di Illuminazione Elettrica in Italia (Capodimonte)
    1856 – Premio per il terzo paese al mondo in sviluppo industriale (Parigi Esposizione Internazionale)
    1856 – Primo Sismografo Elettromagnetico nel mondo (arch. Luigi Palmieri)
    1858 – Prima galleria ferroviaria del mondo (traforo Passo dell’Orco presso Nocera Inferiore)
    1859 – Primo Stato italiano per produzione di guanti (700.000 dozzine di paia ogni anno)
    1860 – Prima flotta mercantile e militare d’Italia
    1860 – Prima nave ad elica in Italia (Monarca)
    1860 – Più bassa percentuale di mortalità infantile d’Italia
    1860 – Più alta percentuale di medici per abitante d’Italia
    1860 – Primo piano regolatore in Italia (città di Napoli)
    1860 – Minor carico Tributario Erariale in Italia
    1860 – Maggior quantità di lire/oro tra tutti i Banchi Nazionali Preunitari (Banco delle Due Sicilie 443 milioni sui 668 milioni del totale: 66.3% del totale)
    1860 – Prima borsa merci e seconda borsa valori d’Europa

    I piemontesi riuscirono a fare l’ unità d’ Italia solo grazie all’ Inghilterra e alla Francia che li aiutarono in questa impresa perchè cosi facendo il Piemonte avrebbe potuto risanare il debito che aveva con queste due nazioni dovuto alle guerre espansionistiche

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>