D’alema: “Presidenzialismo? Scegliere tra arbitro o giocatore. Grazie a Grillo c’è il governi

D’alema: “Presidenzialismo? Scegliere tra arbitro o giocatore. Grazie a Grillo c’è il governi

Autore: Uploads by antefattoblog

"È una condizione di necessità a cui non c'erano alternative. Bisognava prendersi una responsabilità pesante e difficile". Così D'Alema commenta ai microfoni de ilfattoquotidiano.it l'attuale situazione politica con il patto stretto tra Pd e Pdl
From:
antefattoblog
Views:
157
26
ratings
Time:
03:44
More in
News & Politics

2 thoughts on “D’alema: “Presidenzialismo? Scegliere tra arbitro o giocatore. Grazie a Grillo c’è il governi

  1. nelle ultime settimane sento di star risentendo dello stress che ho accumulato negli ultimi 3 anni e mezzo . I miei si sono separati (separati in casa, litigi all’ordine del giorno, ora freddezza), dovevo fare un intervento chirurgico per risolvere una patologia, ma dopo un anno di controlli approfonditi, si è scoperta mancanza dei parametri per intervenire. A tutto ciò si aggiunge un’infanzia trascorsa spesso in ospedale (ora faccio due controlli l’anno per routine), quindi sofferenza.
    Non mi sto piangendo addosso, ma semplicemente indicando i probabili fattori di stress.
    Credo che negli ultimi 3 anni il mio grosso errore sia stato quello di stare tropo a casa, sono un tipo socievole, ma a volte ho paura di approcciare, e la gente pensa che io sia freddo, inutile dire che uscire, e fare molta vita sociale giova moltissimo, pertanto vivere troppo sopratutto la situazione dei miei mi ha generato un sovraccarico di stress. In questi giorni ne risento, quest’anno mi sono laureato, e ora comincio a guardare a un futuro (intendo cmq mettere da parte soldi per proseguire studi, dottorato o master), avverto ovviamente la necessità di avere qualcuna accanto a me (ma credo che per trovare una persona bisogna far leva sull’amore, e non sul fatto di sentirsi soli, o di cercare solo qualcuna per condividere momenti, perché credo che chi ci è accanto ci può aiutare, ma forse la serenità e le sicurezze nascono dentro di noi).
    Secondo voi c’è qualcosa che posso fare per alleviare lo stress? Pensate sia meglio esporre tutta la mia situazione a uno psicologo? Considerando che sono in uno stato di tensione continua, e non riesco a rilassarmi.
    Noto che mi rilasso in compagnia di ragazze in carne e prosperose, non so mi danno senso di dolcezza, l’abbondanza mi piace, e poi mi sento più propenso a farmi coccolare (a me non piace essere abbracciato, o accarezzato, o meglio mi irrigidisco se accade, ma in fondo mi piace), e non mi importa del giudizio di molti che mi sfottono perché mi piacciono le ragazze così: ma moltissime hanno visi dolcissimi, e sono delle persone fantastiche a quello che vedo, pensate che questo gusto possa essere legato a qualcosa del passato, oppure è solo il fatto che devo alleviare lo stress, e aprirmi e parlare con una persona che sappia ascoltare?
    In ultimo chiedo una cosa: ma secondo voi bisognare avere accanto una persona che ha vissuto esperienze simili alle nostre (intendo esperienze negative che lasciano un segno, più o meno profondo) oppure qualcuna che ha vissuto esperienze completamente diverse (negative, che l’hanno e segnata e fatta crescere, ma diverse dalle nostre)?
    Grazie a tutti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei × 1 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>