Autore: EconomicBlog

italia, eurozona, europa, economia, crisi economica, consumi, turismo, prezzi, confesercenti-swg, confesercenti, 10 secondi Italia: sarà quasi la metà degli italiani che non si concederanno una vacanza nei tradizionali mesi estivi infatti si stima che siano solo in 25.700.000 le persone che alla fine non rinunceranno a usufruire di un periodo dedicato al riposo e svago. Nel 2010 la percentuale dei vacanzieri sfiorava l’80%, mentre nel 2013 frana al 58%. Rispetto al 2012, quando andava in vacanza il 66%, quest’anno si arrendono l’8% in più. La crisi è in primis fra le cause che hanno determinato l’imponente defezione avvicinandosi a quota 14 milioni di italiani che l’individuano come la prima responsabile della loro rinuncia e  che potrebbe rischiare un calo del fatturato di 5 miliardi di Euro. In questa situazione andrebbero colpiti soprattutto i servizi alberghieri e la ristorazione ma coinvolgerà anche le attività di divertimento, culturali e naturalistiche. Aumenta di tre punti (dal 4 al 7%) coloro che non vanno in vacanza perché bloccati al posto di lavoro e sono in quasi 10 milioni quelli che si portano nei luoghi di vacanze il computer per lavorare o leggere la posta. Nell’insieme la vacanza degli italiani vale nel 2013 circa 24,5 miliardi di Euro con una spesa media a persona di 961 euro, -1056 euro di prima della crisi, vale a dire nel 2008. Approfondimento: “Quanti andranno in vacanza – confronto temporale”, (documento formato pdf in italiano) fonte Confesercenti.

Scritto: da LuisB

Il mondo dell’economia della finanza, economia e lavoro in particolare quello della borsa ti affascina e sei sempre alla ricerca di informazioni o di risposte? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per rispondere alle tue domande.

 

 

Disclaimer

EconomicBlog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

EconomicBlog è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Essa non costituisce attività di consulenza da parte di EconomicBlog, né, tantomeno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari.